Articoli con tags ‘ Vito Roberto Palazzolo ’


La commissione parlamentare antimafia si occuperà del caso Palazzolo, fu il tesoriere di Cosa nostra

Dic 3rd, 2010 | Categoria: news
Il senatore del Pd, Giuseppe Lumia, riapre l’affaire Palazzolo e chiede, dopo anni di stallo, che gli atti dell’inchiesta vengano acquisiti dalla commissione parlamentare antimafia: “Vito Roberto Palazzolo è il depositario di molti segreti di Cosa nostra, per questa ragione già il giudice Falcone chiedeva di arrestarlo: il governo italiano – dice Lumia – deve avviare un’azione politica seria per ottenere l’estradizione di questo finanziere di mafia. La questione non può essere affrontata in maniera esclusivamente burocratica”. Le indagini dei pm Gaetano Paci e Domenico Gozzo sono infatti ferme dal 2004 a causa del rifiuto, da parte del Sudafrica, di concedere l’estradizione di Palazzolo che proprio nello stato africano ha trovato rifugio godendo di importanti coperture politiche. Era infatti il 1986 quando Robert von Palace Kolbatschenko atterrò all’aereoporto di Johannesburg: con questo nome ,degno di una parodia di qualche film di spionaggio, il tesoriere di Cosa nostra -al secolo Vito Roberto Palazzolo- braccato dalla magistratura italiana,  ottenne dal governo di Johannesburg la cittadinanza. Da allora, nascosto nel suo rifugio dorato, svolge un’attività di mediazione tra mafia e politica. Condannato nel 2006 a nove anni di reclusione per associazione mafiosa, si è sempre dichiarato innocente: ha persino aperto un sito internet, “Presunto...


Palermo, condannato Vito Palazzolo

Lug 10th, 2006 | Categoria: news
Il 5 luglio è stato condannato a nove anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa Vito Roberto Palazzolo, manager di Terrasini da anni residente in Sud Africa. Palazzolo, già inseguito dalla giustizia dai tempi di Giovanni Falcone, quando fu condannato nell’ambito del processo “Pizza connection”, è stato accusato da otto pentiti di essere una sorta di finanziere della mafia. L’accusa, rappresentata dai pm Domenico Gozzo e Gaetano Paci, ha sostenuto che «Palazzolo è una delle figure più importanti ed oscure dell’associazione Cosa Nostra, inserito da almeno 20 anni nelle dinamiche associative mafiose, con funzioni rilevanti di cerniera tra il mondo imprenditoriale internazionale e l’associazione criminale». Da alcune intercettazioni telefoniche risalenti al 2003, è emersa la volontà di Palazzolo di richiedere l’intervento del senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri per far annullare un mandato di cattura internazionale pendente nei suoi confronti. Dell’Utri, all’apertura del processo d’appello che lo vede imputato per concorso esterno in associazione mafiosa, ha negato ogni collegamento con la figura di Palazzolo.


Dell’Utri, nuove intercettazioni

Mag 10th, 2006 | Categoria: news
Nel corso del processo d’Appello contro Marcello Dell’Utri, che si celebrerà a Palermo a partire dal prossimo 30 giugno, i pubblici ministeri Domenico Gozzo e Antonio Ingroia chiederanno un inasprimento della pena inflitta in primo grado al senatore azzurro, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa a nove anni di reclusione. Ciò in forza di alcune recenti intercettazioni telefoniche che proverebbero la vicinanza a Cosa Nostra dell’imputato protrattasi fino al 2003, quando il processo nei suo confronti era in corso da anni. Dalle intercettazioni emergerebbe che il latitante Vito Roberto Palazzolo, considerato il cassiere di Provenzano e da anni rifugiato in Sudafrica, avrebbe cercato l’intercessione del senatore di Forza Italia per far annullare una rogatoria internazionale e un mandato di cattura nei suoi confronti. Secondo i Pm questi nuovi elementi di prova confermano che «Dell’Utri, all’interno di Cosa Nostra, viene considerato un sicuro terminale al quale potersi tranquillamente rivolgere». La Corte d’Appello di Palermo ha chiesto l’autorizzazzione all’utilizzo delle nuove intercettazioni alla Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato.