Articoli con tags ‘ videopoker ’


Minotauro: bische e videopoker per mantenere i detenuti

Gen 16th, 2013 | Categoria: articoli, prima pagina
di Massimiliano Ferraro
Sale da gioco clandestine e macchinette videopoker controllate dalla ‘ndrangheta allo scopo di destinare i proventi al sostentamento dei detenuti del clan. È quanto emerso ieri, martedì 15 gennaio, nell’ultima udienza del processo Minotauro in cui è stata ricostruita l’attività della “locale” di Volpiano, comune della seconda cintura di Torino. A deporre circa l’esistenza di questo articolato sodalizio malavitoso è stato il maresciallo Farina del nucleo investigativo provinciale dei Carabineri, che ha condotto le indagini sulle cosche volpianesi. Riflettori accesi in particolare sulla potente famiglia Marando. Il teste ha iniziato la sua deposizione ricordando in aula la «faida familiare» iniziata con l’omicidio di Francesco Marando e proseguita con triplice delitto degli uomini del clan Stefanelli. (altro…)


Cinquecento indagati in tutta Italia, maxi-blitz su un giro di scommesse on-line

Ott 15th, 2010 | Categoria: news
Un gigantesco giro di scommesse illecite, dalla Puglia alla Lombardia passando per Calabria, Sicilia, Campania, Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Liguria e Toscana. Ecco quanto scoperto dalla Guardia di Finanza a seguito di un’indagine, avviata nel 2008 e denominata “Poker 2”, che l’ha portata questa mattina a compiere 47 perquisizioni in tutta Italia presso i domicili ed i locali nella disponibilità di 26 persone che avrebbero promosso e organizzato, su gran parte del territorio nazionale, un sistema illegale di raccolta di scommesse telematiche su eventi sportivi. Per farlo si sarebbero avvalsi di una fitta rete di agenzie (500 quelle ad oggi censite dai finanzieri, 498 le persone in tutto denunciate) che introitavano centinaia di milioni di euro dagli scommettitori ed i cui gestori sono stati denunciati. L’operazione “Poker 2” nasce nel 2008 quando gli investigatori presero ad indagare su una società di capitali austriaca, con sede legale ad Innsbruck che, priva delle concessioni rilasciate dall’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, aveva messo in piedi un sistema illegale di scommesse su eventi sportivi. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce hanno portato alla luce la fitta tela di interessi che dalla società austriaca si diramava arrivando a provare il diretto interesse...


Undici arresti tra Puglia e Albania. E’ la nuova Sacra Corona Unita, tra droga e gioco d’azzardo.

Set 29th, 2010 | Categoria: prima pagina
di Matteo Zola
Albania, lungomare di Valona, tutto era pronto per l’inaugurazione – venerdì prossimo, primo ottobre – di un nuovo casinò. Albino Prudentino, boss di una rinata Sacra Corona Unita, gestiva oltre lo stretto di Otranto un ampio business incentrato sul gioco d’azzardo. Prudentino era stato lungimirante: “Perché questo lavoro non lo conosceva nessuno”. Con queste parole, intercettate dagli investigatori, il boss spiegava come gli introiti derivanti dal gioco d’azzardo e dai videopoker aprissero nuove possibilità rispetto al contrabbando di sigarette, vecchio business della Sacra Corona. A rompere le uova nel paniere a Prudentino è stata un’azione dei carabinieri del Ros e del comando provinciale di Brindisi che lo hanno arrestato su ordine della Procura distrettuale antimafia. L’azione è avvenuta contestualmente a una serie di ordinanze di custodia cautelare spiccate contro altri dieci esponenti della malavita pugliese tra cui Daniele Vicientino che, con l’aiuto di Ercole Penna, aveva ricostituito la struttura verticistica della Sacra Corona Unita, fondata da Giuseppe Rogoli – storico boss oggi soggetto al “carcere duro”- al quale però si continuava a fare riferimento. Secondo l’indagine, partita nel 2007 e denominata “operazione Calipso”, Vicientino e Penna avevano riorganizzato il sodalizio che tenne uniti i clan della Sacra Corona ai tempi di Pino...


Se il popolo teme il futuro, dategli l’azzardo

Set 15th, 2010 | Categoria: prima pagina
di Francesca Rascazzo
Crescita zero, mutuo della casa, cassa integrazione: come guardare avanti? Che cosa sperare per il domani? La crisi economica ha improvvisamente colpito le nostre vite tranquille, lasciando a secco i conti correnti e alimentando paura, insicurezza, diffidenza. Stando ai dati Istat, oltre 2 milioni di famiglie (8 milioni di individui, oltre il 13% della popolazione) sono in condizioni di povertà relativa: persone che dispongono, per beni e servizi, di una capacità di spesa pro capite inferiore alla media nazionale. Le famiglie non comprano e l’economia non gira, ma c’è un articolo che si vende benissimo. Si chiama “speranza di vincere”, possibilmente tanto, per migliorare così, e solo così, la propria vita. Vincere in televisione indovinando “il pacco”, o dal tabaccaio indovinando il terno, oppure grattando la combinazione giusta, o ancora giocando ad un tavolo virtuale, dove i soldi che perdi non li vedi nemmeno, mentre scivolano via dalla carta di credito. In ricevitoria, in sala scommesse, oppure a casa, soli di fronte al computer: il gioco è come, quando e dove vuoi. Nei tempi morti di un lavoro che manca, nei vuoti relazionali della solitudine quotidiana, il gioco c’è: è lì intorno mentre compri le sigarette, prendi un caffè al bar,...


Azzardi criminali: da Torino alla Calabria

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Ferdinando Brizzi
Il gioco d’azzardo è una fabbrica di denaro su cui le mafie allargano i loro tentacoli. Una situazione allarmante denunciata da esperti e provata dall’esperienza giudiziaria, ma su cui il legislatore continua a tacere (altro…)


I più sfortunati vincitori della storia

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Paolo Canova e Diego Rizzuto
Perché è difficile vincere al Win for Life e non esistono regole matematiche per prevedere l’uscita dei numeri. La parola a due scienziati torinesi (altro…)


Azzardo. Chi ci guadagna?

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
Intervista a Maurizio Fiasco, sociologo, consulente della Consulta Nazionale Antiusura di Francesca Rascazzo
È opinione diffusa che il gioco faccia bene alle entrate erariali. Eppure a incassare sono principalmente i gestori e la criminalità. Ecco spiegate verità e ipocrisie di un’industria che fattura 54 miliardi di euro all’anno (altro…)


Breve storia del gioco in Italia: tre epoche per tre strategie

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Maurizio Fiasco
Contenere, fiscalizzare o creare valore aziendale. Da fine ’800 a oggi, l’Italia ha cambiato più volte idea sulle regole del gioco. Fino all’esplosione incontrollata dell’azzardo virtuale (altro…)