Articoli con tags ‘ #StopVitalizio ’


#Stopvitalizio. Libera e Gruppo Abele: “Un passo in avanti”

Mag 8th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
“La notizia dell’approvazione da parte degli Uffici di presidenza di Camera e Senato della delibera sui vitalizi per i parlamentari condannati è un passo in avanti. Viene raggiunto così l’obiettivo principale della nostra campagna di mobilitazione: nel momento in cui entrerà in vigore la delibera, infatti, deputati e senatori condannati in via definitiva per mafia e corruzione non percepiranno più il vitalizio. Un risultato che nasce dalla corresponsabilità, e dalla sollecitazione di oltre 520 mila cittadini che hanno firmato la petizione della campagna Riparte il Futuro promossa da Libera e Gruppo Abele, con il sostegno di Change.org”. È quanto si legge in una nota dell’Ufficio di presidenza di Libera.


Abolizione Vitalizi condannati per mafia e corruzione: 7 maggio convocati Uffici Presidenza Camera e Senato

Apr 30th, 2015 | Categoria: articoli, prima pagina
di redazione
“Ci siamo: sui vitalizi agli ex parlamentari condannati in via definitiva per mafia e corruzione le forze politiche hanno la possibilità di fare una scelta chiara e netta: cancellare questa vergogna. Ci rivolgiamo a tutti i rappresentanti dei gruppi parlamentari nei due Uffici di presidenza di Camera e Senato  affinché non ci siano ennesimi ritardi e non si smarrisca una riforma importante. Dire subito basta ai vitalizi per i condannati per mafia e corruzione può essere un passaggio importante nella ricostruzione del rapporto di fiducia verso le istituzioni democratiche“. E’ l’appello di Riparte il futuro, la campagna di Libera e Gruppo Abele contro la corruzione che, con la petizione  #StopVitalizio, ha raccolto l’adesione di oltre 470mila cittadini all’indomani della convocazione per il 7 maggio della riunione congiunta degli Uffici di presidenza di Camera e Senato sull’abolizione dei vitalizi ai parlamentari condannati con sentenza definitiva per gravi reati. “E’ un dovere di chi rappresenta le istituzioni – si legge nell’appello di Riparte il Futuro – cancellare un privilegio assurdo per chi ha violato l’articolo 54 della Costituzione, che obbliga ogni cittadino a cui vengono affidate funzioni pubbliche di assolverle “con dignità e onore”. Quello che hanno perso davanti allo Stato, alla giustizia...