Articoli con tags ‘ Stidda ’


L’ombelico di Cosa Nostra

Gen 10th, 2000 | Categoria: archivio articoli
La provincia di Enna è da sempre ritenuta immune dalla presenza mafiosa. Ma, tra Stidda e Cosa Nostra, una nuova realtà si sta facendo avanti e il piccolo capoluogo siciliano comincia a confrontarsi apertamente con la grande criminalità organizzata È tutto da spiegare il caso Enna, ombelico di Sicilia secondo un’antica definizione, grosso centro agricolo e minerario almeno fino al 1993, anno in cui sono state chiuse le miniere di zolfo e sali potassici, che hanno causato la perdita secca di mille posti di lavoro. Adesso è rimasta solo la coltivazione del grano, che resiste da migliaia di anni, da quando i romani distrussero il patrimonio boschivo e forestale per dare spazio all’attività cerealicola. Enna, che oggi conta 28.000 abitanti, è ultima in tutto, dal reddito pro capite all’occupazione, ma è tra le prime città in Italia per l’apertura di sportelli bancari: solo nel capoluogo se ne contano ben sedici. Qui, contra­ria­mente a quanto si può pensare, la mafia è presente e ben radicata su tutto il territorio. Ma per poter parlare di mafia a Enna è necessario risalire alla fine degli anni Settanta. Se fino a questa data non si registrano episodi che potrebbero far pensare a una presenza mafiosa...