Articoli con tags ‘ San Marino ’


Riciclaggio, 10 arresti in varie regioni italiane

Lug 29th, 2011 | Categoria: news
Il gip del tribunale di Catanzaro, su richiesta della procura distrettuale antimafia, ha emanato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, che i carabinieri stanno eseguendo in diverse regioni d’Italia (Calabria, Lazio, Umbria, Liguria ed Emilia Romagna), nei confronti di dieci persone legate alla cosca Mancuso, operante nella provincia di Vibo Valentia, accusate a vario titolo di riciclaggio e reimpiego del denaro proveniente dal narcotraffico. L’azione investigativa, grazie anche alla stretta collaborazione delle autorità di San Marino, ha accertato i “consistenti rapporti bancari” tra esponenti della cosca e un istituto di credito della Repubblica. Da precedenti indagini sulla cosca Mancuso, sostiene il Ros, erano emersi gli “enormi interessi” dell’organizzazione nel narcotraffico internazionale, allora gestito da Vincenzo Barbieri, esponente di spicco della cosca ucciso in un agguato a San Calogero nel marzo scorso. L’inchiesta, compiuta dopo l’omicidio, ha consentito la ricostruzione dell’intricato percorso che la cosca adoperava per riciclare e reimpiegare il denaro ottenuto con il narcotraffico.


San Marino, il pane della ‘ndrangheta

Mar 8th, 2011 | Categoria: news
Località Gualdicciolo, nella Repubblica di San Marino. Qui il forno del “clan Vallefuoco” riforniva di pane le mense scolastiche di Reggio Emilia e contava tra i suoi clienti nomi dei big delle ristorazione emiliana e italiana, tra cui Camst. A dirlo è il segretario di Stato della piccola repubblica per l’Industria e il commercio, Marco Arzilli, nell’incontro settimanale con la stampa a Palazzo Pubblico: “La società Vallefuoco – spiega il segretario di Stato – ha operato a San Marino con commissioni rilevanti soprattutto in Emilia Romagna, nel bolognese e a Reggio Emilia, con i grandi nomi della ristorazione come la Camst per pane e farinacei”. L’arrivo dei Vallefuoco a San Marino si è avuto a seguito della liberalizzazione del settore: “I controlli sulle società invece sono stati effettivi solo grazie alla legge del 2008 che ha istituito l’ufficio di Controllo a cui si è aggiunto, con l’attuale governo, il nucleo antifrode”. Non è la prima volta che San Marino si trova vittima di infiltrazioni mafiose anche se, precisa Arzilli: “Fino al 2008 qualcuno diceva che non esisteva la malavita a San Marino. Rifiuto completamente...