Articoli con tags ‘ Rosarno ’


Operazione “Total Reset”: confiscati beni alla cosca Pesce

Apr 27th, 2015 | Categoria: articoli, prima pagina
di redazione
Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (SCICO), hanno eseguito dodici decreti per il sequestro e la confisca di un ingente patrimonio riconducibile alla «“Cosca PESCE di Rosarno”, egemone nella “Piana di Gioia Tauro” con importanti e radicate  ramificazioni operative su tutto il territorio nazionale ed estero». Il patrimonio confiscato ammonta, per ora, a un totale di ventuno milioni di euro. I decreti sono stati emessi dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. I sequestri e le confische hanno interessato beni immobili, beni mobili registrati, attività commerciali e disponibilità finanziarie. I provvedimenti emessi sono il risultato di accertamenti economico-patrimoniali avviati dal GICO del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio Calabria, il cui obiettivo era circoscrivere i diversi elementi, ulteriormente emersi nel corso di indagini precedenti, che fornissero una ricostruzione attendibile delle attività illecite portate avanti dai membri della cosca Pesce. Sono stati sottoposti a confisca: Nr. 4 imprese/società, comprensive del loro patrimonio aziendale operanti nel settore agricolo e dei trasporti; vasti appezzamenti di terreno, coltivati ad agrumeto e frutteto, per un’estensione di oltre 25 mila metri quadri, comprensivi dei titoli, rilasciati dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura, inerenti l’erogazione degli specifici...


‘Ndrangheta, minacce a sindaco di Rosarno: arresto per capo cosca

Set 6th, 2011 | Categoria: news
E’ stata disposta un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Rocco Pesce, esponente dell’omonima cosca di Rosarno, ritenuto responsabile delle minacce arrivate in una lettera al sindaco della cittadina della Piana di Gioia Tauro Elisabetta Tripodi. La missiva e’ arrivata sul tavolo del primo cittadino il 25 agosto scorso in una busta con l’intestazione del Comune di Rosarno. Le indagini coordinate dalla direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria hanno accertato la responsabilita’ di Rocco Pesce, il quale lamentava nella lettera il comportamento dell’amministrazione comunale nei confronti della cosca. Rocco Pesce, di 54 anni, sta scontando l’ergastolo nel carcere di Milano Opera per omicidio, associazione mafiosa e traffico di stupefacenti. Oggi i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria gli hanno notificato in carcere il nuovo provvedimento richiesto dal procuratore aggiunto della Dda reggina Michele Prestipino e dal sostituto procuratore Rosario Ferracane ed emessa dal gip del Tribunale di Reggio Calabria Domenico Santoro. I carabinieri del Comando provinciale e del Reparto anticrimine del Ros di Reggio Calabria stanno eseguendo anche alcune perquisizioni domiciliari a Rosarno, nei confronti di alcuni familiari di Rocco Pesce e associati...


Imprese e squadre di calcio, al clan Pesce sequestrati beni per 190 milioni

Apr 21st, 2011 | Categoria: news
Anche due squadre di calcio tra i beni sequestrati tra ieri e questa mattina alla cosca Pesce di Rosarno. Le due compagini, l’Interpiana di Cittanova ed il Sapri, militanti in serie D, erano strumenti con i quali il clan cercava di accrescere il proprio consenso sul territorio e dimostrano la pervasività della ‘ndrangheta in ogni settore: da quello dei trasporti, all’agrumicolo, nel commercio, fino -appunto- al calcio. Il sequestro di beni, condotto dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio Calabria, coadiuvati dai colleghi di Roma, in collaborazione con i Carabinieri reggini, si aggira intorno ai 190 milioni di euro. Una cifra da capogiro: ben 40 imprese, con tutto il loro patrimonio aziendale, 44 abitazioni, 4 ville, 12 autorimesse, oltre a 60 terreni, 56 autoveicoli e 108 autocarri. I patrimoni sigillati sono dislocati in più regioni: Calabria, Lombardia, Campania e Lazio. L’attività che ha completamente annientato la potenza economica di una pericolosa consorteria ‘ndranghetistica, poggia sui provvedimenti emessi dal Tribunale di Reggio Calabria – Sez. Misure di Prevenzione – sulla base di una specifica richiesta formulata dal Procuratore Capo di Reggio Calabria e dal Sostituto Cerreti. I Pesce avevano il controllo diretto e indiretto di...


Terra rossa di sangue

Nov 29th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Chiara Maritato
Tornare a Rosarno è un dovere. A quasi un anno da quel 7 gennaio 2010 in cui il quotidiano sfruttamento si è macchiato con la violenza, a riportarci sui luoghi della rivolta è un documentario che vuole essere memoria. Una memoria dei fatti, ma anche una memoria storica, il ricordo di una terra e di una campagna che ha conosciuto lo sfruttamento e le rivolte ben prima che arrivassero i neri. Una terra in cui i braccianti erano i tanti figli delle famiglie contadine, costretti a giornate intere di lavoro e a misere paghe; oggi i nipoti di quei braccianti sembrano dimenticare che tutto in realtà ha  origini ben precise: sono cambiati gli schiavi, ma i padroni restano gli stessi. Così, il regista Andrea Segre spiega subito che “Il sangue verde”, (vincitore del premio CinemaDoc alla 67 Mostra del Cinema di Venezia, distribuito dalla ZaLab) non vuole essere una ricostruzione dei fatti, quanto piuttosto una testimonianza storica più ampia di che cosa sia stato il lavoro nelle campagne del Mezzogiorno. Per farlo, si è servito di immagini d’epoca, degli anni ’30 e ’40, quando le famiglie, le ’ndrine, erano i guardiani e le rivolte contadine venivano represse nel sangue; il contesto...


Un delitto impunito

Ago 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli, articoli
di Rocco Lentini
Trent’anni fa moriva, assassinato dalla ’ndrangheta, Giuseppe Valarioti, trentenne impegnato nel sociale e nella politica. I depistaggi e le manovre che hanno vanificato due processi rendono necessaria la riapertura delle indagini sull’omicidio (altro…)


L’appello dell’Istituto “U. Arcuri” per riaprire il caso Valarioti

Ago 4th, 2010 | Categoria: documenti
L’istituto “U. Arcuri” per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia contemporanea con sede in provincia di Reggio Calabria ha, in occasione del trentennale della morte di Giuseppe Valarioti, lanciato un appello a istituzioni e magistratura (altro…)


Il sogno interrotto dei Bellocco

Giu 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Giovanni Tizian
Dovevano conquistare Bologna, ma la Squadra mobile li ha fermati in tempo. Con le operazioni “Rosarno è nostro” e “Rosarno è nostro 2” il potente clan dei Bellocco è stato fermato. E una sanguinosa guerra di mafia sventata (altro…)


La polvere sotto il tappeto

Mag 10th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Emilio Fabio Torsello
La pratica degli sgomberi non funziona se non è accompagnata da un piano di accoglienza che veda impegnate istituzioni e associazioni: così per i braccianti cacciati da Rosarno il destino è stato quello di tornare nel circuito del caporalato e del lavoro nero  (altro…)


Libertas Rosarno, un titolo conteso

Mag 10th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Francesca Chirico
“Me la fanno pagare un giorno, che questi non si dimenticano”. antonio Princi, genero di Domenico Rugolo, morirà due anni dopo aver pronunciato quelle parole. Si era comperato il titolo della squadra del Rosarno. E non voleva cederlo, a nessuno (altro…)


Chi controlla la palla?

Mag 1st, 2010 | Categoria: numeri arretrati
Narcomafie_5_2010 Il calcio è terreno di conquista per faccendieri, criminali e potentati economici. Dalle giovanili ai mondiali i segnali d’allarme si moltiplicano eppure nessuno sembra curarsene. Anzi, sembra che a farne le spese siamo proprio giornalisti, arbitri e giocatori che questo mondo hanno provato a ripulirlo. Narcomafie, del calcio, vi racconta le ombre che molti conoscono ma che tutti cercano di dimenticare guardando la partita (altro…)