Articoli con tags ‘ Roberto Pannuzzi ’


Un brusco risveglio

Ott 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
La proiezione internazionale della ’Ndrangheta è una realtà che gli inquirenti denunciano da decenni. Per questo la strage di Duisburg non può essere trattata alla stregua di un’emergenza. E se le indagini dei servizi di intelligence sono state trascurate, significa che è tempo di un impegno politico nuovo e di attente strategie. Ecco l’analisi di un professionista della Polizia di Stato Troppo spesso ci si dimentica che la strategia della sommersione da parte delle mafie è praticata quando ci sono le condizioni per un’intesa, anche tacita, con settori della politica, dell’economia, delle istituzioni. La mafia calabrese non si sottrae a queste regole. Nel corso della mia esperienza professionale nella Polizia di Stato ho avuto occasione di entrare in contatto con due esponenti di rilievo della ’Ndrangheta: Roberto Pannunzi di Platì (Rc) e Giuseppe Nirta, di San Luca (Rc).  I due incontri sono avvenuti in Colombia, mentre ero distaccato presso l’ambasciata d’Italia in Bogotà, come esperto antidroga della Direzione centrale per i servizi antidroga del Dipartimento della pubblica sicurezza.  Un capomafia di spessore. Roberto Pannunzi, classe 1948, nato a Roma, fu catturato, dopo mesi di indagini, a Medellín il 28 gennaio 1994, da unità antidroga della Polizia nazionale colombiana, mentre si accingeva a partecipare al...