Articoli con tags ‘ Roberto Morrione ’


Grazie dei colori che ci hai donato

Mag 20th, 2016 | Categoria: prima pagina
di Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Il 20 maggio 2011 è scomparso Roberto Morrione, un grande giornalista, ma prima di tutto una grande persona e un caro amico. Roberto sapeva, che mai come in questi anni l’informazione corre il rischio di essere soffocata o asservita. Non accettava, Roberto, le parole troppo spesso imbrigliate, le penne opportunamente spuntate, le cronache monche o pilotate. La sua era invece una penna che lasciava il segno. Coltivata a quella grande scuola che era stata la Rai degli anni sessanta, quella di Enzo Biagi. Una penna che andava al sodo, senza tanti fronzoli, sempre però dopo un lavoro di approfondimento, sempre dopo quello studio, quel lavoro di conoscenza che rende davvero il giornalismo un servizio per la collettività. Non improvvisava, Roberto. Si preparava sempre con coscienza e scrupolosità, per lui non c’era persona, fatto, che non fossero degni di un’attenzione vera, autentica. Non ha mai sviluppato quel distacco, quel disincanto, che può sopraggiungere nel giornalista che ne ha viste tante. Lo ricordiamo con una frase che spesso ci diceva per spronarci nell’impegno quotidiano: “Fai ciò che devi, accada quel che può!” Ciao Roberto, grazie dei colori che ci hai donato.


“Fai ciò che devi, accada quel che può”. A cinque anni dalla morte di Roberto Morrione

Mag 20th, 2016 | Categoria: prima pagina
di Elisa Marincola*, da Libera Informazione
Sembra ancora di vederlo, con il suo sguardo ironico ma attento e curioso sul mondo e sui suoi interlocutori, fossero il presidente della Rai o il giovane precario. Trattava tutti con lo stesso rispetto, che potevi percepire fisicamente come da altri percepisci l’indifferenza se non l’infastidito disprezzo. E proprio per questo suo porsi rispettoso e attento riusciva a insegnarti, a esserti maestro, perché ti sentivi soggetto protagonista e non oggetto sottomesso. L’ultima volta che lo vidi, che potei parlarci pochi minuti, per non affaticarlo, a poche ore dalla morte contro cui ha lottato fino alla fine ma senza mai farsi compiangere, con il poco fiato che ancora aveva lasciò a me e all’amico Fausto Pellegrini che mi accompagnava un ultimo appello, un’eredità (almeno così la percepii allora e la percepisco ancora oggi): “mi raccomando lo sportello contro le querele temerarie, deve andare avanti, è fondamentale”. Da pochissimo, proprio grazie alla sua ostinazione, era stato sottoscritto dal sindacato dei giornalisti l’impegno ad aprire un servizio di appoggio e di tutela per i colleghi, soprattutto freelance o precari, che dovevano far fronte a questo nuovo genere di pressione per metterli a tacere. Visionario anche in questo, Roberto, aveva capito che le liti temerarie erano il nuovo strumento di attacco contro la libera informazione, soprattutto quella a cui lui...


Un “nucleo inchieste” in Rai, nel nome di Roberto Morrione

Mar 8th, 2016 | Categoria: articoli
di Norma Ferrara
Un premio che unisce memoria e futuro del giornalismo attraverso poche e efficaci mosse: premiare i progetti d’inchiesta, mettere i giovani giornalisti nelle condizioni di poterle realizzare, farli lavorare con professionisti dell’inchiesta giornalistica. Questa è la formula vincente del premio di giornalismo investigativo dedicato a Roberto Morrione, giornalista Rai, fondatore della rete allnews Rai News 24 e “Libera Informazione”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione.  Il 3 marzo scorso la presentazione dei progetti finalisti. E durante la premiazione i colleghi di Morrione lanciano una proposta all’azienda: si dia vita ad un “nucleo inchieste” all’interno della Rai. Le inchieste finaliste. Dalla nascita del Premio Roberto Morrione ad oggi circa 400 giovani giornalisti hanno presentato oltre 300 progetti di inchiesta. Sedici di questi progetti sono diventate inchieste televisive, trasmesse dalla Rai e diffuse nei circuiti dedicati al giornalismo d’inchiesta, compresi prestigiosi festival nazionali e internazionali. Guardando agli sviluppi del news journalism, quest’anno gli organizzatori hanno avviato anche una sezione dedicata ai web doc. I finalisti di questa edizione del premio sono stati: ”Un tratto della tratta” di Giulia Presutti (categoria video d’inchiesta), “Ultima fermata” di Emmanuele Lentini, Federica Delogu e Filippo Poltronieri (webdoc d’inchiesta), “Le catene della distribuzione” di Maria Panariello, Maurizio Franco e Leonardo Filippi (categoria video...


Le ceneri di Roberto Morrione saranno sparse sull’Aspromonte durante i “Sentieri della Memoria”

Lug 21st, 2015 | Categoria: prima pagina
di redazione
Domani, 22 luglio, i “Sentieri della Memoria” assumeranno una valenza ancora più significativa. Lì, sul monte Pietra Cappa, nel cuore dell’Aspromonte e nel comune di San Luca, don Luigi Ciotti spargerà le ceneri del giornalista Roberto Morrione, morto il 20 maggio 2011 (nella foto). Una data, il 22 luglio, che per Libera, specialmente  sul territorio calabrese, si traduce nella volontà di ricordare non solo Lollò Cartisano ma anche Celestino Maria Fava, Gialuca Congiusta, Giuseppe Tizian, Vincenzo Grasso, Rocco Gatto, Giuseppe Luzza, Massimiliano Carbone, Antonino Marino, Demetrio Quattrone, Renato Vettrice  e tutti i calabresi onesti, uccisi per colpa della tirannia ‘ndranghetista. Non si tratterà di un pellegrinaggio, né di una passeggiata, ma di una marcia nel bel verde di quel massiccio mediterraneo, che ripido si lascia alle sue spalle il mare. Insieme saranno ripercorsi i passi che un pentito descrisse nei dettagli per permettere alle forze dell’ordine di trovare le spoglie del fotografo di Bovalino, sequestrato il 22 luglio 1993 davanti alla sua casa al mare, a Bovalino; nonostante fu pagato un riscatto, i rapitori non  rilasciarono il fotografo, il cui cadavere fu ritrovato nel 2003 grazie ad una lettera anonima. Nel vocabolario italiano, marciare vuol dire “avanzare in gruppo, a passo modulato e in...


Premio giornalistico Roberto Morrione, il bando

Nov 13th, 2014 | Categoria: news
È online il bando per partecipare alla quarta edizione del Premio dedicato a Roberto Morrione (sezione del Premio Ilaria Alpi), il giornalista Rai, fondatore di «Rainews24» e «Libera Informazione», scomparso il 20 maggio 2011. La partecipazione è aperta non solo ai giornalisti con tesserino, ma anche a studenti, a freelance e a chi si occupa d’informazione. I requisiti sono non aver superato i 31 anni e essere degli appassionati alle inchieste televisive. Le proposte di chi volesse partecipare dovranno essere presentante entro e non oltre l’8 dicembre, secondo le modalità contenute nel bando, visionabile sul sito http://www.premiorobertomorrione.it/ Non verranno prese in considerazione le inchieste già realizzate, ma verranno valutati solo nuovi progetti video-inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. I tre vincitori saranno contattai entro il 20 di gennaio 2015. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo premiomorrione@ilariaalpi.it o contattare il numero 054/1691640


Premio Roberto Morrione, aperte le iscrizioni

Ott 30th, 2013 | Categoria: news
Sono aperte le iscrizioni per partecipare al Premio dedicato alla memoria di Roberto Morrione, giornalista Rai e fondatore di Rai News 24 oltre che del portale Libera Informazione. Si tratta di una sezione del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi e ha l’obiettivo di “finanziare la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale rilevanti per la vita politica, sociale o culturale dell’Italia, quali l’attività delle mafie e delle organizzazioni criminali, i traffici illegali (rifiuti tossici, armi, esseri umani, droghe, ecc.), le attività di corruzione e di intimidazione, l’attività di organizzazioni segrete o clandestine con progetti eversivi o terroristici, le violazioni dei diritti umani”, come si legge da un estratto del bando. Il Premio è rivolto ai giovani che – alla data del 15 dicembre 2013 – non hanno ancora compiuto il trentunesimo anno di età. I lavori dovranno specificare la caletta di fattibilità, il tema dell’inchiesta, le fonti e i testimoni disposti a collaborare, il piano di produzione (luoghi e tempi delle riprese e delle interviste da realizzare). La premiazione finale dei lavori prodotti si svolgerà nell’ambito del Premio Ilaria Alpi, a Riccione nell’estate 2014.I primi tre classificati saranno premiati con un contributo in denaro rispettivamente...


Roberto Morrione, un premio dedicato alla sua memoria

Nov 14th, 2011 | Categoria: news
Sarà presentato domani, martedì 15 novembre, il premio di giornalismo dedicato alla memoria di Roberto Morrione, grande professionista fondatore, da ultimo, di «RaiNews24» e del portale «Libera Informazione». L’obiettivo è di promuovere, sostenere e incentivare in maniera fattiva inchieste televisive realizzate da giovani giornalisti che, telecamera in mano, abbiano voglia di raccontare il Paese. Il progetto è stato promosso da: Rai, Raiworld, RaiNews, Provincia di Roma, Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna, Eutelsat, Dallah Albaraka, con la collaborazione di: Libera Informazione, Articolo21, Fnsi, Usigrai, Tavola della Pace, Misteriditalia.it, Teche Raia e Scuola di Giornalismo Lelio Basso. La genesi e le modalità del premio saranno presentate nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà domani alle 11, presso la sede della Federazione Nazionale Stampa Italiana (corso Vittorio Emanuele II, 349 Roma). All’incontro con gli organi di stampa saranno presenti Albino Longhi, presidente di giuria; l’assessore alla Cultura della Provincia di Roma Cecilia D’Elia; il presidente della Fnsi Roberto Natale; il direttore del servizio informazione dell’assemblea legislativa Emilia-Romagna Giuseppe Pace; Beppe Giulietti in rappresentanza di Articolo21; il direttore del Premio Ilaria Alpi Francesco Cavalli; il direttore di Libera Informazione Santo Della Volpe e la vedova del giornalista scomparso il 20 maggio scorso, Mara Filippi...


Ciao, Roberto

Mag 20th, 2011 | Categoria: articoli, prima pagina
“Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza della criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili, pretende il funzionamento dei servizi sociali, tiene continuamente allerta le forze dell’ordine, sollecita la costante attenzione della giustizia, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace – per vigliaccheria o calcolo – della verità si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, le violenze che non è stato capace di combattere”. Così scriveva nel 1981, sul “Giornale del Sud”, Giuseppe Fava, il direttore dei “Siciliani” ucciso dalla mafia il 5 gennaio del 1984. Così intendeva la professione Roberto Morrione . La sua passione e la sua tenacia, al termine di una luminosa carriera in Rai, si sono tradotte nella costruzione di un nuovo progetto di informazione accanto all’associazione Libera. Roberto si è spento questa mattina. Per noi tutti è stato un maestro. Lo ricordiamo con il primo documento a cui avevamo lavorato insieme, presentato in occasione degli Stati generali dell’Antimafia (Roma, 17-19 novembre 2006), e che aveva gettato le basi per la nascita di Libera Informazione. A Mara, sempre al suo fianco, alla famiglia e ai colleghi della redazione, va il nostro abbraccio. La...


Mafia e politica: il serial killer della memoria e della libera informazione

Apr 10th, 2010 | Categoria: archivio articoli, opinioni
di Robero Morrione
Articolo 21 (www.articolo21.org) e Libera Informazione (www.liberainformazione.org) sono stati recentemente vittime di atti intimidatori. Dopo l’incursione nella notte tra il 15 e il 16 aprile nella sede di Articolo 21, con il furto di 7 computer, hackers sono entrati nel sistema informatico del sito cancellando un articolo di Roberto Morrione sugli attacchi del Presidente del Consiglio a fiction e libri sulla mafia. Il 21 aprile l’aggressione informatica ha colpito il sito di Libera Informazione, avendo ancora di mira esclusivamente l’articolo del suo direttore. Libera Informazione e Articolo 21 hanno inoltrato denuncia alla polizia. Narcomafie esprime la sua vicinanza a Roberto Morrione e alle redazioni delle due testate ripubblicando leditoriale. (altro…)


Processi e processioni

Apr 1st, 2010 | Categoria: numeri arretrati
Narcomafie_4_2010 Nel sud d’Italia le spalle su cui dondolano statue di santi e madonne sono talvolta le stesse su cui gravano accuse di associazione mafiosa. La criminalità organizzata trasforma le feste religiose in una dimostrazione della propria presenza, facendo del rito la messa in scena del proprio potere. A pasqua, in Calabria, Monsignor Renzo ha voluto interrompere questa tradizione, ripulendo la processione dell’Affruntata di Sant’Onofrio. Ma la ‘ndrangheta non ha gradito (altro…)