Articoli con tags ‘ riutilizzo sociale ’


Pisa, apre l’edicola “I saperi della Legalità”

Giu 6th, 2014 | Categoria: news
Ieri, giovedì 5 giugno, don Luigi Ciotti ha inaugurato a Pisa l’edicola “I saperi della Legalità” , il primo progetto in città di riutilizzo a fini sociali di un bene confiscato alle mafie. Protagonisti dell’iniziativa sono il Coordinamento provinciale di Libera Pisa e la Cooperativa Sociale Axis, che in pochi mesi – con il supporto finanziario di Banca Etica e del Fondo per il Sostegno all’Occupazione della Fondazione Antiusura interesse Uomo – sono riusciti a costruire attorno all’idea iniziale una solida rete di collaborazioni. L’edicola confiscata si trova nel cuore del centro storico e commerciale della città, all’inizio di Borgo Stretto (nella foto, prima della riapertura). Nel luglio 2013 il Tribunale di Reggio Calabria dispose il sequestro dell’edicola a complemento delle indagini della Direzione investigativa antimafia di Messina, riguardanti un sodalizio mafioso attivo in Sicilia negli anni 90. Nel giro di pochi mesi sono poi arrivate le confische di primo e secondo grado, che hanno aperto la strada alla presentazione al Tribunale di Reggio Calabria di un progetto di riutilizzo sociale dell’azienda da parte di Libera Pisa e della Cooperativa sociale Axis. Il 14 maggio la stipula del contratto di affitto e l’avvio a tutti gli effetti del progetto che prevede il ripristino...


Le mafie restituiscono il maltolto

Feb 19th, 2014 | Categoria: news
I beni confiscati come riutilizzo sociale, come emblema di legalità, di sviluppo sostenibile e di coesione territoriale. È questa la quintessenza del primo Forum nazionale sui beni confiscati organizzato da Libera, che si svolgerà in Campidoglio a Roma, sabato 1 marzo. Una giornata durante la quale saranno toccati diversi argomenti come l’importanza della legge Rognoni-La Torre, le esperienze territoriali, i beni confiscati come modalità di inclusione sociale e di economia sana. Interverranno il sindaco di Roma Ignazio Marino, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti,  l’ex ministro Virginio Rognoni,  Franco La Torre e Davide Pati della Presidenza di Libera, la presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi, il presidente di Avviso Pubblico Roberto Montà, il Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, il fondatore e presidente di Libera don Luigi Ciotti, la direttrice del Consorzio Libera Terra Mediterraneo Valentina Fiore. I vari interventi saranno introdotti e moderati da Enrico Fontana, coordinatore nazionale dell’associazione Libera. Le conclusioni dei lavori saranno invece affidate a Nando dalla Chiesa, presidente onorario di Libera. Per ulteriori informazioni www.libera.it (Ma.De.)


Franco La Torre: “I beni confiscati offrono lavoro onesto”

Lug 26th, 2011 | Categoria: articoli, prima pagina
di Marika Demaria
Saranno due spettacoli teatrali – il primo messo in scena dai ragazzi del secondo Raduno di Libera, l’altro, “Picciridda” in memoria di Rita Atria (di cui oggi ricorre il 19esimo anniversario della morte) scritto e diretto da Petra Selva Nicolicchia – a chiudere Festa in Libera, con le conclusioni affidate al presidente dell’associazione antimafia, Luigi Ciotti. Da ieri, lunedì, la manifestazione si è trasferita a Scandicci, nella zona sportiva che per quasi una settimana ha ospitato le attività dei giovani under 35 del Raduno. Gli appuntamenti odierni inizieranno alle 16 con un dibattito sul tema “La guerra delle mafie e la mafia delle guerre”: presenti come relatori Flavio Lotti della Tavola della Pace,  il giornalista Emanuele Giordana e Francesco Vignarca del coordinamento campagna  Disarmo. Alle 17.30 il giornalista Maurizio Torrealta presenterà il suo libro “Quarto livello” e infine si terrà un dibattito incentrato sull’educazione oggi alla cittadinanza attiva. La mattinata di ieri, lunedì 25, ha invece assunto una dimensione anche internazionale grazie alla presenza di Tonio Dell’Olio, responsabile di Libera internazionale, di Roberto Ceschina di Flare e del vice presidente del Gruppo Abele, Leopoldo Grosso, hanno focalizzato l’attenzione sull’importanza di costruire un movimento antimafia che sia nonviolento e che tenga in...