Articoli con tags ‘ rifugiati ’


Immigrazione, le parole di don Luigi Ciotti: “Le tragedie figlie del naufragio delle coscienze”

Giu 22nd, 2015 | Categoria: prima pagina
“La ricerca del consenso, cioè del potere, è ormai la peste del nostro tempo. Peste che imbarbarisce i linguaggi, inaridisce i cuori e svuota le coscienze”. Roma, sabato 20 giugno, manifestazione Fermiamo la strage, subito. Le strade popolate a centinaia dalle associazioni, quelle che fronteggiano, di petto, la retorica xenofoba di chi alimenta le paure. E da tanti migranti, i protagonisti. O, peggio – per tornare alla retorica – le vittime. Piove, su Roma. E il maltempo costringerà gli organizzatori a bloccare il corteo. Ma non prima che il guanto di sfida alle discriminazioni fosse lanciato. Le parole iniziali sono quelle di don Luigi Ciotti, che da 50 anni, con il Gruppo Abele, promuove la cultura dell’accoglienza e del mutuo aiuto come forma di progresso sociale. E di Libera, che sta focalizzando l’attenzione alle nuove forme di illegalità e sfruttamento, spesso finite sotto il controllo, unico, della criminalità organizzata. E don Ciotti è duro non soltanto con chi sulla pelle degli immigrati gioca per l’orwelliano quarto d’ora di notorietà in più che diventa foriero di consenso, ma anche con le politiche evidentemente in ritardo. Quelle comunitarie, su tutte. “Un’Europa che gioca a scaricabarile con le vite di tanti poveri cristi è un...


Undici anni fa la strage di Serraino Vulpitta, per non dimenticare

Dic 14th, 2010 | Categoria: articoli, prima pagina
Sono passati undici anni da quella notte, quando un rogo divampò nel centro di permanenza temporanea per extracomunitari “Serraino Vulpitta”, nei pressi di Trapani. Morirono in sei, e mai fu fatta giustizia. Asgi (associazione per gli studi giuridici sull’immigrazone) non vuole dimenticare e organizza un doppio appuntamento. Il primo, sabato 18 Dicembre 2010 , alle ore 16.00  presso la Chiesa Valdese in via Orlandini 42, a Trapani: un dibattito con Enzo Caputo che presenterà una lettura scenica dagli atti del processo penale, moderato da Fulvio Vassallo Paleologo,con interventi di Giorgio Bisagna, Stefano Galieni, Valeria Bertolino, Martino Lo Cascio. Il secondo, Mercoledì 29 Dicembre 2010,  con un corteo che partirà da piazza Vittorio Emanuele, a Trapani. Undici anni fa, nella notte tra il 28 ed il 29 dicembre del 1999, proprio vicino Trapani, all’interno del centro di permanenza temporanea per extracomunitari “Serraino Vulpitta”, dopo un tentativo di fuga duramente sedato dalle forze dell’ordine, dodici immigrati vennero rinchiusi in una cella, bloccata dall’esterno con una sbarra di ferro. Uno di loro diede fuoco ai materassi nel tentativo di farsi aprire la porta. Fu l’inferno. Nel rogo morirono subito, bruciati vivi, tre immigrati tunisini; altri tre moriranno nei mesi successivi in ospedale a causa...


Vite a rendere

Feb 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
Il futuro dei richiedenti asilo in Italia ha una data di scadenza, quella dei programmi di accoglienza, che tentano di supplire alla mancanza di una legge organica. Ma alcuni diritti, come quello alla casa, non possono attendere. Viaggio nelle occupazioni di Torino e Roma «Noi abbiamo due cose: dietro il passato e davanti il futuro. Per tutte e due non c’’è niente. Indietro, nel nostro paese, non possiamo tornare; avanti non possiamo andare». A parlare è Y., un ragazzo sudanese che in Italia ha ottenuto la protezione umanitaria. Come il suo permesso di soggiorno, che ha validità di tre anni, anche la sua vita sembra avere una data di scadenza. Y. vive a Torino in stanza doppia, in una ex casa di cura occupata da alcuni rifugiati e titolari di protezione umanitaria, provenienti da Somalia, Etiopia, Eritrea e Sudan. In Italia il fenomeno delle occupazioni abusive di rifugiati, supportati da centri sociali e altri movimenti, si sta espandendo. Soprattutto nelle grandi città, come Roma, Milano e Torino. Le lacune della legge. «Nessuna norma come quelle sull’immigrazione e ovviamente sull’asilo ci dice realmente cosa abbiamo dentro, quali sono i valori fondamentali di riferimento» diceva don Luigi Di Liegro, fondatore della Caritas di Roma. Se...