Articoli con tags ‘ Raffaele Rocco ’


Strage di Capaci, i sopravvisuti

Mag 24th, 2015 | Categoria: prima pagina
Sicilia, 23 maggio ’92, mancano tre minuti alle 18. Il sismografo agrigentino di Monte Cammarata registra delle oscillazioni. L’epicentro viene individuato tra Isola delle Femmine e Capaci. Quel sabato di maggio una violenta esplosione squarcia, all’altezza dello svincolo per Capaci, l’autostrada che conduce dall’aeroporto di Punta Raisi a Palermo. Una nube nera fa emergere pian piano detriti, pezzi di motore, musi di macchine tranciati, parabrezza deformati, sagome di auto affondate nel terreno bruciato. Un istante prima che venisse attivato il detonatore, in quell’autostrada viaggiano su tre Fiat Croma Giovanni Falcone con sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini del Quarto Savona 15: la sua scorta. L’aprifila del corteo blindato è la Fiat con cui si spostano gli agenti Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo mentre la Croma che chiude il corteo è quella in cui ci sono gli agenti Angelo Corbo, Paolo Capuzza e Gaspare Cervello. In mezzo c’è l’auto guidata da Giovanni Falcone con a bordo la moglie, Francesca Morvillo e l’agente Giuseppe Costanza.   Quel sabato, gli uomini del Quarto Savona 15 sono andati all’aeroporto di Punta Raisi per recuperare il giudice Falcone di ritorno da Roma. Giuseppe Costanza, autista giudiziario scelto personalmente dal giudice, raggiunge fin sotto l’aereo il magistrato...


Aosta, dirigente denunciato per peculato ottiene incarico regionale

Ago 30th, 2013 | Categoria: articoli, prima pagina
di Marika Demaria
Può una persona denunciata per peculato e simulazione di reato avere un incarico regionale? In Valle d’Aosta sì, suscitando non poche polemiche. Accade questo. Andrea Ferrari, nell’ottobre 2010, viene nominato direttore della casa di riposo “JB Festaz” di Aosta. Alle sue spalle, un incarico come dirigente del Servizio Personale della Regione Autonoma Valle d’Aosta (nella foto, Palazzo Regionale) e, prima ancora, un altro incarico dirigenziale delle Politiche sociali dell’assessorato regionale. Nella primavera di quest’anno, Ferrari segnala alle forze dell’ordine il furto – ad opera di ignoti –  di mobili, anche pregiati, presenti all’interno della struttura che ospita persone anziane o comunque non più autosufficienti. Il 24 maggio, la svolta. La polizia del capoluogo valdostano denuncia a piede libero proprio Andrea Ferrari. È lui, secondo le indagini condotte dalla Digos, ad aver rubato la mobilia, utilizzando talvolta un furgone della casa di riposo che dirigeva per trasportarla in un garage. Le accuse a carico dell’ormai ex direttore (ha rassegnato le dimissioni sono dunque di simulazione di reato e di peculato. E arriviamo all’attualità. Venerdì 23 agosto la Giunta regionale, con una delibera (la 1401) approvata all’unanimità, stabilisce nomine e incarichi dirigenziali. Tra i vari nominativi, ne spiccano due. Il primo è, appunto, quello...