Articoli con tags ‘ Procura di Reggio Calabria ’


Mafia e ‘ndrangheta spiegate ai giovani. Da Ilda Boccassini

Mag 5th, 2011 | Categoria: articoli
di Marika Demaria
«L’Italia ha la migliore normativa antimafia invidiata da molti altri Paesi, specie dagli Stati Uniti». Così Ilda Boccassini, Procuratore Aggiunto presso il Tribunale di Milano, ha esordito davanti alle 500 persone presenti ieri, mercoledì 4, nell’aula della facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del capoluogo lombardo. Centinaia di persone che hanno accolto il pm con un lungo e accorato applauso; moltissimi i giovani presenti, affascinati dal magistrato carismatico che ha fatto della lotta alla criminalità organizzata il fulcro della propria carriera. Una professione «che ho scelto ma che, credetemi, comporta tanti, tanti sacrifici. Io ho sempre cercato di svolgerla al meglio, con professionalità e rigore, senza farmi condizionare dal senso comune della collettività, com’è giusto che accada in magistratura. Perché altrimenti si assisterebbe alla mancanza della democrazia». (altro…)


Associazione di stampo mafioso, fermo per l’ex sindaco di Siderno

Dic 14th, 2010 | Categoria: news
Questa notte anche un altro esponente della famiglia Figliomeni di Siderno, in provincia di Reggio Calabria, è stato fermato con l’accusa di associazione di stampo mafioso. Si tratta di Alessandro Figliomeni (foto), ex sindaco della cittadina ionica, fratello di Antonio, arrestato la scorsa estate  nell’ambito dell’operazione “Il Crimine” che ha registrato oltre 300 arresti tra la Calabria e la Lombardia e che ha delineato le ramificazioni malavitose anche oltre i confini italici, in maniera particolare in Canada. Già esponente del Pdl, Figliomeni, primo cittadino di Siderno dal 2006 sino a marzo 2010, aveva aderito al Movimento per le Autonomie; alle ultime elezioni in Calabria aveva deciso di appoggiare, proprio attraverso la propria candidatura, il politico Agazio Loiero. Una scelta che aveva provocato la dura reazione dei consiglieri comunali, la maggior parte dei quali decisero di dimettersi. L’operazione congiunta di Carabinieri e Polizia avvenuta questa notte, ha portato all’arresto di 53 persone, considerate appartenenti alla cosca Commisso di Siderno; in particolare, la Procura di Reggio Calabria ha chiesto un fermo d’urgenza nei confronti di Figliomeni, considerato uno dei promotori e dirigente della cosca ‘ndranghetista. (Ma. De.)


Tra una settimana l’esercito a Reggio Calabria

Ott 11th, 2010 | Categoria: news
Come preannunciato dal Prefetto Luigi Varatta, i tempi sono stati rapidi e già da lunedì prossimo, 18 ottobre, si potranno vedere i militari a Reggio Calabria impiegati per la vigilanza degli uffici della Procura della Repubblica e della Procura generale. Lo si apprende dalla Prefettura reggina. L’iniziativa ha uno scopo preventivo e di controllo continuativo dopo l’intimidazione compiuta il 5 ottobre scorso con il ritrovamento di un bazooka davanti la sede della Procura della Repubblica in seguito ad una telefonata anonima al 113 in cui si rivolgevano minacce al Procuratore Giuseppe Pignatone. Nell’operazione saranno impiegati circa 80 militari appartenenti alla Brigata Aosta. L’impiego dell’esercito a Raggio rientra nell’operazione «Strade sicure» che è già in atto su tutto il territorio nazionale. Nel corso di una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocata dal prefetto Luigi Varratta per giovedì prossimo, 14 ottobre, sarà valutato se il presidio da parte dei militari, oltre che negli uffici della Procura della Repubblica e della Procura generale, debba essere esteso anche all’abitazione del Procuratore Generale Salvatore Di Landro, davanti al quale il 26 agosto scorso è stata fatta esplodere una bomba.


Rinvenuto bazooka a Reggio Calabria. Intimidazione per Giuseppe Pignatone

Ott 5th, 2010 | Categoria: news
“Possiamo colpire quando vogliamo”. Il messaggio, fin troppo eloquente, era destinato al procuratore capo di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone. Così come a lui era destinato il bazooka rinvenuto questa mattina davanti alla Procura reggina, proprio a seguito della telefonata – effettuata da una cabina pubblica nel pressi della sede del Consiglio regionale – che avvertiva: “Andate a vedere davanti alla Procura. C’è una sorpresa per il procuratore Pignatone”. L’arma, di fabbricazione slava, è stata rinvenuta sotto un vecchio materasso, nella zona di San Giorgio; il colpo era stato esploso, ma “anche se l’arma era scarica, l’episodio costituisce un grave episodio intimidatorio” sottolineano gli inquirenti. (altro…)


Audizione del Procuratore distrettuale antimafia di Reggio Calabria, Dottor Giuseppe Pignatone

Set 23rd, 2010 | Categoria: documenti
Resoconto stenografico dell’audizione di Giuseppe Pignatone, Procuratore distrettuale antimafia di Reggio Calabria – 21 settembre 2010