Articoli con tags ‘ Probizionismo ’


Mafie e proibizionismo a New York (1920-1933)

Feb 29th, 2016 | Categoria: articoli
di Francesco Landolfi
Con la fine della prima guerra mondiale nel 1918 la città di New York si preparò a diventare il cuore pulsante di una nuova società vincente, al contrario di un’Europa devastata dal conflitto. Gli occhi del mondo si focalizzarono su una realtà urbana in costante fermento nel campo della moda, della musica, dei media e del cinema. Il cambiamento più importante, tuttavia, lo si riscontrò nel settore demografico. I continui flussi immigratori da Italia e Russia, insieme al ritorno dei reduci dal vecchio continente, resero la metropoli una babele di lingue, etnie, culture e religioni diverse. Mentre a Parigi si stava stipulando il trattato di Versailles, New York si manifestò come il centro di vari gruppi di potere che con l’avvento dei “roaring twenties” convissero in un’atmosfera permeata dal divertimento e dalla creatività, ma anche da una crescente delinquenza organizzata. Gli interessi delle gangs criminali si incrociarono con gli ambienti di Wall Street, della City Hall e del Dipartimento di polizia, producendo un’inarrestabile vortice corruttivo. A tale contesto concorse l’approvazione della legge proibizionista (Volstead Act) da parte del Congresso, con la quale si proibiva la fabbricazione, il trasporto e la vendita di bevande alcoliche in tutti gli stati dell’Unione. A partire...