Articoli con tags ‘ Plan Nacional sobre drogas ’


L’argine spagnolo alle droghe per un mercato europeo che non conosce la crisi

Ott 8th, 2015 | Categoria: articoli
di Piero Innocenti
Sebbene il consumo di cocaina in Spagna sia, sin dal 2007, in continua diminuzione e si mantenga stabile quello di eroina, amfetamine e allucinogeni, il paese è, storicamente, la porta d’ingresso in Europa della cocaina dal Sud America e dell’hashish dal Marocco. È qui, dunque, che il fronte antidroga europeo deve essere particolarmente forte e incisivo. Un quadro generale sull’andamento della domanda e del consumo di stupefacenti, di tabacco, alcol e sedativi è emerso dalla “Encuesta domiciliaria sobre alcohol y otras drogas” (a cura del Plan Nacional sobre drogas) relativamente al biennio 2013/2014. La cannabis rappresenta sempre la droga collegata al maggior numero di richieste di cura (43,6%),superiore a quello di cocaina (40,2%) ed eroina (11,3%). Relativamente a quest’ultima droga che un tempo arrivava in Spagna attraverso la “rotta balcanica”, negli ultimi anni i trafficanti hanno privilegiato la via diretta con i “colleghi” pachistani. In questo ambito non si rilevano molte attività di contrasto nell’ultimo anno se si escludono l’operazione “Zura”, a cura della polizia basca, con il sequestro di 32kg. di eroina destinata alla regione della Cantabria e al sud della Francia, le operazioni “Hierro e Caballo II”, entrambe della polizia nazionale, con il recupero di 11kg. di droga occultata...