Articoli con tags ‘ parto delle nuvole pesanti ’


Con Carlo Lucarelli e Il Parto delle Nuvole Pesanti vi racconto le navi dei veleni

Feb 10th, 2016 | Categoria: articoli
di Salvatore De Siena
  …la devo aver sognata quella notte di maestrale la nave che arrivava col suo carico speciale…   Di recente, con Il Parto delle Nuvole Pesanti, storica band calabro-bolognese, abbiamo pubblicato un interessante videoclip della canzone “La nave dei veleni”, un brano contenuto nell’ultimo disco “Che aria tira” (Ala Bianca/ Warner), definito dalla critica un album di “musica civile”. La canzone affronta il tema dell’affondamento nel Mediterraneo di navi contenenti rifiuti tossici e radioattivi. A partire dagli anni Settanta sono tante le navi che affondano in maniera sospetta, che scompaiono dai radar, insieme ai loro equipaggi. Finora non si è recuperato alcuno dei relitti sospetti e nessuno sa quali misteri nascondano. Tra queste navi dei veleni, particolare clamore hanno suscitato quella della Rigel affondata al largo di Capo Spartivento (Rc), della Jolly Rosso spiaggiata ad Amantea (Cs) e della Cunsky affondata nel mare di Cetraro (Cs). Peraltro, come è emerso in diverse inchieste, spesso i traffici di rifiuti si sono intrecciati a quelli delle armi, e con ogni probabilità, proprio indagando su una di queste piste in Somalia sono stati uccisi nel 1994 la giornalista Ilaria Alpi e l’operatore Miran Hrovatin. Su questa storia s’innesta la nostra canzone con lo scopo di sensibilizzare la gente sul problema dell’ecomafia....


Con “Le periferie al centro” riparte la Carovana Internazionale Antimafie

Giu 8th, 2015 | Categoria: news
“Le periferie al centro”. Per entrare nel cuore del disagio perché dove alberga il disagio proliferano le illegalità. Per scoprire i mutamenti delle città al tempo della crisi, quelli che alimentano, spesso, un’emarginazione senza ritorno. Leggere tra le righe delle nuove e delle vecchie povertà, dunque, della disperazione sociale, e trovarvi quelle cause (spesso evidenti) che conducono sui sentieri della criminalità. Ma anche provare a raccontare mondi nuovi, dove si moltiplicano, anno dopo anno, esperienze di cittadinanza attiva e di corresponsabilità. Con questo obiettivo riparte domani, 10 giugno, la Carovana Internazionale Antimafie, promossa da Arci, Libera, Avviso Pubblico e dai tre sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil. Riparte dal Sud Italia, il viaggio dei furgoni. E precisamente da Reggio Calabria dove si terrà la conferenza stampa di lancio (alle 11, nel Salone dei Lampadari del Comune). Il viaggio proseguirà per tutto il mese di giugno, attraversando Calabria, Basilicata, Campania, Lazio, Umbria, Marche, Emilia Romagna, Toscana, per concludere la prima parte a Bruxelles il 30 giugno e ripartire di nuovo a settembre. Nei mesi di settembre e ottobre sarà nel resto d’Italia e poi in Belgio, Spagna, Malta, Romania, Germania, Francia. Saranno coinvolti nelle varie tappe magistrati, sindaci, operatori sociali, cittadine e...