Articoli con tags ‘ omicidi ’


Macelleria colombiana

Mar 11th, 2014 | Categoria: articoli
di Piero Innocenti
La Colombia continua ad essere un paese straordinariamente affascinante per le sue bellezze naturali e per la sua gente ma, altrettanto, per la violenza e la corruzione cha caratterizzano molte regioni. Nel 2013 si sono contati 15.234 omicidi. Nella sola città di Cali, un tempo la residenza di uno dei più poderosi cartelli del narcotraffico, sono state assassinate 1.962 persone. A Buenaventura, dall’inizio del 2014 le statistiche parlano già di 54 omicidi e alcune decine di persone “scomparse”. Teste decapitate e corpi di donne smembrati sono stati trovati in diversi punti del dipartimento del Cauca. A Cuba,intanto, da oltre un anno, proseguono le trattative di pace tra una delegazione del Governo colombiano e le FARC (Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane) anche se, nonostante il “cessate il fuoco” imposto unilateralmente dal presidente Santos, diversi fronti della guerriglia ( anche dell’Esercito di Liberazione Nazionale), hanno proseguito nel 2013 e in questo scorcio di anno con attentati a istallazioni militari e imboscate, con morti e feriti, a poliziotti e militari. Le più recenti notizie parlano di un’imboscata ad una pattuglia dell’esercito il 9 marzo a Briceno (Antioquia), di un attacco delle Farc, il giorno seguente, ad un drappello di soldati con quattro morti e...


Mafia e armi, l’Italia sa poco

Lug 3rd, 2013 | Categoria: news
di Monica Massari
Gli omicidi di mafia in Italia sono scesi del 43% tra il 2007 e il 2010, afferma l’ultimo rapporto Small Arms Survey dedicato alla violenza armata al di fuori dei contesti di guerre e conflitti nel mondo. Secondo le stime del rapporto reso noto oggi a Ginevra, i civili posseggono infatti quasi il 75% dei circa 875 milioni di armi da fuoco nel mondo e delle 526mila persone uccise ogni anno dalla violenza tra il 2004 ed il 2009, solo il 10% erano imputabili a conflitti armati, afferma la ricerca che esplora diversi tipi di violenza armata, da quella domestica a quella della mafia. ”Abbiamo identificato un calo del 43% tra il 2007 ed il 2010 degli omicidi collegati ai principali gruppi mafiosi italiani”, ma questi gruppi continuano a disporre di importanti arsenali”, ha affermato in una conferenza stampa Anna Alvazzi Del Frate, direttrice di ricerca dello Small Arms Survey. Secondo lo studio, dal 2007 molte organizzazioni mafiose italiane sembrano essere entrate in una fase di ”immersione” probabilmente strategica per non suscitare l’interesse delle forze dell’ordine e consolidare la loro presa nell’economia legale. Per l’autrice del capitolo del rapporto dedicato alla mafia, l’esperta Monica Massari, e’ dal 2004 che in Italia si...