Articoli con tags ‘ ‘ndragheta ’


Rizziconi, smantellata filiera della latitanza

Ott 17th, 2016 | Categoria: brevi di mafia
Si è costituito nel carcere di Palmi, Mario Luciano Crea, di 27 anni, di Rizziconi, latitante dall’inizio di luglio di quest’anno. Crea è accusato di aver fatto parte di una filiera criminale, specializzata nella gestione delle latitanze. Una sorta di “agenzia di servizi”, che per decenni ha permesso a pezzi da novanta dei clan della Piana di Gioia Tauro di sottrarsi alla cattura con gli ex latitanti Peppe Crea e Peppe Ferraro, catturati a gennaio scorso dopo decenni di latitanza, dopo un bliz in un covo nelle campagne di Maropati. Una rete che venne smantellata con un’operazione della squadra Mobile di Reggio Calabria e dagli uomini del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato che, per ordine dei magistrati della Dda arrestarono, sempre a luglio, 11 persone tutte accusate a vario titolo di associazione mafiosa, favoreggiamento personale e procurata inosservanza di pena.


Imprenditori, professionisti e pregiudicati, la banda torinese che riciclava denaro per i clan

Lug 22nd, 2015 | Categoria: news
Il Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Torino ha dato esecuzione, stamane, a quattro ordinanze di custodia cautelare nei confronti di un pregiudicato, due imprenditori ed un noto professionista torinese, sequestrando preventivamente beni mobili, immobili, aziende e quote societarie, per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro. Sono state, inoltre effettuate 30 perquisizioni domiciliari in Piemonte, Lombardia, Liguria, Lazio e Calabria. Gli arrestati sono accusati di riciclaggio aggravato dall’aver agevolato un’organizzazione di tipo mafioso, bancarotta fraudolenta, falso in bilancio, trasferimento fraudolento di valori ed emissione di documentazione per operazioni finanziarie inesistenti. Le indagini hanno accertato che il boss della ‘ndrangheta Francesco Ietto, già agli arresti domiciliari presso la propria abitazione di San Colombano al Lambro, nel milanese, per associazione a delinquere di stampo mafioso, di fatto gestiva l’attività di riciclaggio di ingenti somme di denaro accumulate, a partire dagli anni ’80, dalla cosca Ietto/Cua/Pipicella di Natile di Careri (Reggio Calabria), mediante i sequestri di persona ed il traffico di stupefacenti. Avvalendosi di imprenditori che accettavano, dietro compenso, di emettere fatture false o gonfiate, oppure intestando società di comodo a prestanome insospettabili, Ietto era riuscito ad immettere il denaro sporco nel circuito dell’economia legale piemontese. Ruolo chiave ha rivestito Pasquale Bafunno, noto...


Traffico di droga: a Bologna operavano cellule del clan Mancuso

Ago 3rd, 2011 | Categoria: news
È durata un anno l’indagine denominata “Due Torri Connection” che ha portato a diversi arresti e perquisizioni, tuttora in corso, eseguite in varie regioni italiane, ma anche in Spagna e Austria, dalla Squadra Mobile di Bologna, in stretta collaborazione con le Squadre Mobili delle Questure di Catanzaro, Teramo, Vicenza e Vibo Valentia. Dalle indagini, coordinate dal Servizio Centrale Operativo e dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, si è potuto accertare che a Bologna vi era la presenza di uomini appartenenti alla cosca Mancuso, impegnati a concludere trattative per l’acquisto di diverse partite di cocaina con i narcotrafficanti colombiani che operavano in Spagna e in Colombia. Grazie all’impegno degli agenti di polizia è stato possibile troncare il traffico di droga che, nascosta in scatoloni a bordo di aerei privati, che partivano dall’aeroporto di Quito (EC), o all’interno di container provenienti dal sud America, stivati su motonavi come finti carichi leciti, giungeva in Europa. La polizia di Stato ha altresì accertato che gli incontri, per le trattative d’acquisto, avvenivano in una villa sontuosa appartenente agli uomini della ‘ndrina calabrese, sita nel Comune di Bentivoglio in provincia di Bologna.