Articoli con tags ‘ narcomafie ’


MARZO: MAFIE DI PIANURA

Mar 4th, 2011 | Categoria: numeri arretrati
Narcomafie_3_2011 Tranquillità solo apparente nella placida provincia reggiana, basta infatti approfondire la storia di alcuni imprenditori attivi sul territorio per trovare le tracce di un’infiltrazione mafiosa diffusa. Ma che non desta ancora adeguato allarme. Attive nel settore edile, le ’ndrine calabresi operano da anni nell’Emilia “rossa”, senza che nessuno le veda o le voglia vedere. Arrivata con l’emigrazione dal sud Italia, la ’ndrangheta ha strozzato i sogni di molti tra coloro che erano partiti in cerca di un futuro migliore. Tra di loro imprenditori che da vittime diventano presto conniventi. In questo numero vi raccontiamo anche del processo Rostagno, che dopo ventidue anni ha finalmente preso il via, e dei quindici anni della legge 109 del 1996, quella sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, alla cui realizzazione contribuì l’associazione Libera, che raccolse un milione di firme al fine di presentare una proposta di legge. Non mancano le abituali rubriche e un’analisi di quanto avviene in Libia, mercato privilegiato delle armi italiane. (altro…)


Narcomafie compie diciott’anni

Feb 24th, 2011 | Categoria: news
E’ nato nel momento in cui la società civile cercava risposte da dare all’aggressione armata sviluppata dalla criminalità organizzata nei confronti dello Stato. Era febbraio del ’93. Sette mesi prima, a Palermo in via D’Amelio era esplosa una Fiat 126 contenente circa 100 chilogrammi di tritolo. Nell’esplosione rimasero uccisi il Giudice Borsellino e gli uomini della sua scorta. Due mesi prima a Capaci era stato ucciso con modalità simili il Giudice Falcone. E’ nato con caratteristiche precise. Un mensile di informazione, analisi e documentazione. I temi scelti non sono proprio quelli tipici per un minorenne: mafia, traffici illeciti, corruzione, violazione dei diritti umani, immigrazione. Ma potremmo dire che, considerata la famiglia in cui è stato concepito, potevamo aspettarcelo. Narcomafie è figlio del Gruppo Abele. E’ stato cresciuto da giornalisti, docenti universitari e magistrati, allattato da centri di documentazione italiani e stranieri. Come tutti, ha sviluppato delle amicizie, di quelle che rimangono. L’associazione Libera è una di queste, ma ne esistono molte altre. Crescendo ha cambiato veste un paio di volte, si è “rifatto il trucco”, e l’ultimo formato è recentissimo. Da gennaio ha una nuova grafica, voluta come sigillo proprio alla maggior età, ma non solo. Come...