Articoli con tags ‘ Monaco ’


Finanziaria 2007, destinazione paradiso (fiscale)

Nov 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Imbastire rapporti commerciali fittizi o irregolari con imprese residenti nei paradisi fiscali serve a frodare il fisco italiano e a costituire all’estero riserve occulte. Per questo motivo la legge favoriva i controlli dell’Agenzia delle entrare su tali relazioni commerciali. Ma la prima finanziaria varata dal centrosinistra nel dicembre 2006 ha incredibilmente cambiato le carte in tavola Una norma che favorisce l’evasione fiscale e la costituzione di fondi neri all’estero scritta nella finanziaria 2007? Impossibile, penserete: la lotta ai furbetti della dichiarazione dei redditi è uno dei punti cardine del programma di governo della maggioranza di centrosinistra eletta nel 2006. Invece esiste, nascosta tra altre mille disposizioni, rilevabile solo da esperti della materia. Sembra quasi innocua, perché si limita a cancellare poche parole di un’altra leggina, ma non è così, perché quel tratto di penna ha spalancato una porta a tutti coloro che vogliano frodare le casse dell’erario passando per i paradisi fiscali. Per capirci qualcosa bisogna orientarsi tra i 1.364 commi dell’articolo unico che costituiscono la legge finanziaria 296 del 27 dicembre 2006 e le norme del Tuir (testo unico imposte sui redditi, dpr. 917/1986). Il discorso non è semplice, ma seguiteci, ché ne vale la pena.     Per chi non crede che...


Montecarlo: segreti e bugie

Dic 10th, 2000 | Categoria: archivio articoli
Banche, casinò e tribunali compiacenti: l’accusa della Francia di essere «un luogo propizio al riciclaggio» scatena un conflitto diplomatico con il Principato di Monaco Dopo aver pubblicato la monografia sul Liech­tenstein (presentata da Narcomafie nel numero di novembre) la commissione parlamentare francese che indaga sulla criminalità finanziaria e il riciclaggio ha portato a termine l’inchiesta sul Principato di Monaco. La diffusione del documento, fitto di accuse durissime, oltre a non aver conquistato le prime pagine dei quotidiani europei, non ha neppure provocato reazioni particolari dell’anziano sovrano. Forse perché indispettite dal relativo silenzio sotto il quale è passato il rapporto, in autunno le istituzioni francesi sono tornate all’attacco. Così il 10 ottobre un comunicato stampa del Governo parigino annunciava la pubblicazione di altri due rapporti. Il primo, sulle relazioni giudiziarie tra la Francia e il Principato in ambito penale, rimarcava gli esiti dell’inchiesta parlamentare e assumeva come proprie tutte le accuse formulate. Il secondo, dai toni meno aggressivi, analizzava lo stato delle relazioni economiche tra i due Paesi. Politica e fantapolitica. Dopo questo episodio la risposta del Principe non si è fatta attendere. Con grande abilità politica, senza mai entrare nel merito delle accuse e rigettando in blocco le conclusioni secondo cui Monaco...