Articoli con tags ‘ Memoria ’


Anniversario morte di Don Puglisi, un uomo alla ricerca della verità

Set 15th, 2016 | Categoria: articoli
di don Luigi Ciotti
«Era uno che non si era incanalato, che faceva di testa sua». «Predicava, predicava, prendeva ragazzini e li toglieva dalla strada… Martellava e rompeva le scatole». Queste parole di Gaspare Spatuzza e di Giovanni Drago, mafiosi divenuti collaboratori di giustizia, basterebbero a spiegare, nella loro rozza schiettezza, perché don Pino Puglisi è stato ucciso. Ma sono molto lontane dal dire chi davvero fosse don Pino Puglisi, da cosa nasce quel “rompere le scatole” che lo avrebbe esposto alla vendetta del crimine mafioso. È quello che cerca di fare questo libro di Francesco Deliziosi. Libro bello e importante perché, con mirabile sintesi, riesce a fondere il “soggettivo” e l'”oggettivo”. Deliziosi scrive infatti sia in base alla conoscenza diretta – è stato amico e allievo di Puglisi – sia in base a una profonda, rigorosa documentazione (ha fatto parte, tra l’altro, della commissione preposta a raccogliere il materiale per avviare il processo di beatificazione di Puglisi). Chi era dunque don Puglisi? Del ritratto di Deliziosi mi hanno colpito alcuni aspetti e di questi vorrei parlare. Con un’avvertenza, però. Isolare questi aspetti senza coglierne la profonda continuità sarebbe un grave errore di prospettiva. Come tutte le persone restie a fare della propria coscienza un luogo di eterna mediazione...


Il 21 marzo una “grande opera sociale e corale”. La Giornata della Memoria sarà a Messina

Feb 11th, 2016 | Categoria: news
di redazione
Si svolgerà il 21 marzo a Messina (e in contemporanea in tanti luoghi in tutta Italia) la XXI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, quest’anno intitolata “Ponti di memoria, Luoghi di impegno”. Evidente il rimando alla grande opera che, da tempo, si immagina sullo stretto e che dovrebbe mettere in congiunzione la Sicilia con il resto del Paese. “Un ponte di memoria è l’unico ponte possibile”, è la motivazione lanciata da Libera. Che annuncia con queste parole la scelta: “Ponte, dal latino pontem che significa passaggio, unione. E da questa unione che il 21 marzo vogliamo partire per costruire una grande opera sociale e corale, che sappia unire la memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie, per congiungersi nei 900 luoghi che in tutta Italia affermeranno un messaggio di impegno. Ogni spazio avrà un nome di vittima innocente delle mafie da ricordare, ogni nome avrà così la dignità che si merita. È dalla memoria di comunità che si creano impegno e giustizia sociale”. La città siciliana sta vivendo un momento difficile della sua Storia e qualche mese fa, i cittadini sono rimasti, quasi nel silenzio, senza forniture d’acqua potabile per settimane. Messina è un...