Articoli con tags ‘ mafie balcaniche ’


Legalità, convivenza e un ampio parcheggio

Feb 28th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Un piccolo fazzoletto di terra indipendente, incastonato tra i due Stati ex bosniaci creati dopo la fine della guerra, è diventato un esempio di cooperazione interetnica e riscatto economico dal controllo delle mafie locali. Anche grazie a un grande e moderno centro commerciale Il passato dell’“Arizona” è stato spazzato a colpi di investimenti. Il regno del contrabbando e della prostituzione esiste ormai solo nei ricordi della gente di Brcko, distretto bosniaco confinante con la Croazia; l’aspetto è completamente cambiato. Al posto di fango e baracche, boss e gang criminali, ci sono ora asfalto, negozi e attività commerciali in regola con il fisco. L’Arizona è un grande e moderno centro commerciale, un polo economico importante non solamente per la Bosnia, ma per tutti i Balcani. Ogni settimana arrivano a Brcko migliaia di croati, sloveni, ungheresi, macedoni e serbi. Fanno acquisti e ripartono, attratti dai prezzi competitivi dei prodotti in vendita in questa grande distesa di negozi e bancarelle, che occupa una superficie di 65 ettari e fattura ogni anno la bellezza di 15 milioni di marchi (7,5 milioni di euro). Un distretto “cuscinetto”. La “rivoluzione” è datata 2001. In quell’anno Italproject, ditta mista italo-bosniaca, vince la gara d’appalto per la gestione ventennale dell’area,...


Crimini balcanici. Modello ‘Ndrangheta

Feb 10th, 2007 | Categoria: news
Secondo un articolo pubblicato sulla rivista «Limes» da Rosario Aitala – magistrato italiano a capo del Dipartimento giustizia penale della Missione di polizia della Commissione europea (Pameca) a Tirana, in Albania – i gruppi criminali balcanici, oltre ad avere una spiccata capacità di intessere rapporti con settori dello Stato, si caratterizzano per una struttura familistica che ricorda quella delle ’ndrine calabresi – nelle quali la familiarità del vincolo fra gli associati rende il gruppo coeso e dunque particolarmente difficile da penetrare –, e pertanto il loro contrasto incontra difficoltà analoghe a quelle degli inquirenti italiani. «Caratteri sorprendenti dei gruppi criminali balcanici – scrive il magistrato – sono da ...