Articoli con tags ‘ Leo Morabito ’


Come smontare le “teste di legno”

Nov 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Si chiama art. 12 quinquies L. 356/92 o, più prosaicamente, “trasferimento fraudolento di valori”. È lo strumento legislativo che permette di districare (e incriminare) l’intreccio di scatole cinesi, compravendite di facciata, amici e parenti prestanome dietro cui le organizzazioni mafiose nascondono e riciclano i proventi illeciti. Ecco alcuni casi esemplari sul suo utilizzo Il concetto di “impresa mafiosa” è stato preso in esame dalla risoluzione del Csm del 24.7.2002 dedicata a “criminalità organizzata ed economia illegale”, adottata a seguito di un vertice che ha visto la partecipazione dei procuratori delle Dda di tutta Italia, nonché dei giudici appartenenti alle apposite sezioni dei tribunali che si occupano di misure di prevenzione. Per quanto riguarda l’assetto giuridico di tale impresa è stato evidenziato come sia sempre più diffuso quello della s.r.l., che rende più difficile accertare il collegamento con l’organizzazione mafiosa, insieme a quello a carattere individuale: in questo caso, il titolare generalmente è un prestanome di fiducia oppure un imprenditore non inserito organicamente nell’organizzazione mafiosa. Il ruolo della “famiglia di sangue”. Soprattutto in Calabria, in Puglia e in alcune realtà territoriali della Campania i clan continuano a privilegiare quel rapporto fiduciario assoluto che possono garantire solo i componenti della “famiglia di sangue”. Tale...