Articoli con tags ‘ Laura Boldrini ’


Un “nucleo inchieste” in Rai, nel nome di Roberto Morrione

Mar 8th, 2016 | Categoria: articoli
di Norma Ferrara
Un premio che unisce memoria e futuro del giornalismo attraverso poche e efficaci mosse: premiare i progetti d’inchiesta, mettere i giovani giornalisti nelle condizioni di poterle realizzare, farli lavorare con professionisti dell’inchiesta giornalistica. Questa è la formula vincente del premio di giornalismo investigativo dedicato a Roberto Morrione, giornalista Rai, fondatore della rete allnews Rai News 24 e “Libera Informazione”, giunto quest’anno alla sua quinta edizione.  Il 3 marzo scorso la presentazione dei progetti finalisti. E durante la premiazione i colleghi di Morrione lanciano una proposta all’azienda: si dia vita ad un “nucleo inchieste” all’interno della Rai. Le inchieste finaliste. Dalla nascita del Premio Roberto Morrione ad oggi circa 400 giovani giornalisti hanno presentato oltre 300 progetti di inchiesta. Sedici di questi progetti sono diventate inchieste televisive, trasmesse dalla Rai e diffuse nei circuiti dedicati al giornalismo d’inchiesta, compresi prestigiosi festival nazionali e internazionali. Guardando agli sviluppi del news journalism, quest’anno gli organizzatori hanno avviato anche una sezione dedicata ai web doc. I finalisti di questa edizione del premio sono stati: ”Un tratto della tratta” di Giulia Presutti (categoria video d’inchiesta), “Ultima fermata” di Emmanuele Lentini, Federica Delogu e Filippo Poltronieri (webdoc d’inchiesta), “Le catene della distribuzione” di Maria Panariello, Maurizio Franco e Leonardo Filippi (categoria video...


Ddl anticorruzione, la cronistoria

Mag 22nd, 2015 | Categoria: prima pagina
di Marika Demaria
Con 280 voti favorevoli (maggioranza e Sel), 53 voti contrari (FI e M5s) e gli undici voti di astensione della Lega, l’aula di Montecitorio ha approvato ieri, giovedì 21 maggio, il provvedimento che inasprisce le pene per i reati di corruzione e reintroduce quello sul falso in bilancio. La legge è nata due anni fa, e rappresenta il primo atto di Pietro Grasso al momento del suo ingresso in Senato, due giorni prima della sua ascesa alla presidenza. Al ddl Grasso si sono aggiunti quelli di altri senatori; tuttavia l’iter ha subito dei rallentamenti a causa dei contrasti con il Popolo delle Libertà prima, dell’uscita di Forza Italia dalla maggioranza poi, del passaggio da Enrico Letta a Matteo Renzi alla presidenza del Consiglio, oltre a una serie di polemiche inerenti all’adeguatezza delle misure per contrastare la corruzione. La svolta è arrivata all’inizio di quest’anno, il 7 gennaio, quando sono stati presentati degli emendamenti del governo in Commissione Giustizia del Senato, approdati poi in aula, approvati lo scorso mese a Palazzo Madama e la conferma della Camera rispetto al testo del Senato. La soddisfazione per il traguardo raggiunto giunge da più parti. In primis dallo stesso Grasso, che si è detto felice per questa...


Campagna “Stop ai vitalizi ai condannati”, raccolte 500 mila firme

Mag 6th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
Sono circa 500 mila le firme raccolte attraverso la petizione promossa da Riparte il futuro (www.riparteilfuturo.it), la campagna di Libera e del Gruppo Abele, volte a chiedere la cancellazione dei vitalizi ai parlamentari condannati in via definitiva per reati di mafia e corruzione. Questa mattina, mercoledì 6 maggio, sono state consegnate al Presidente del Senato Piero Grasso e alla Presidente della Camera Laura Boldrini. Per le 13.30 di domani, giovedì 7 maggio, è previsto che gli uffici di Camera e Senato si riuniscano per decidere sull’abolizione dei vitalizi per i condannati; contemporaneamente, si svolgerà un sit in promosso dalle associazioni Libera e Gruppo Abele. L’obiettivo è che venga “presa una decisione definitiva sul taglio di questo privilegio per i condannati in via definitiva per reati gravi”, come ha spiegato il coordinatore nazionale di Libera, Enrico Fontana. Nella foto, da sinistra  Franco La Torre, Enrico Fontana e Piero Grasso


Sofferenza Urbana, a Milano il primo Forum internazionale

Mag 9th, 2011 | Categoria: news
Sono aperte le iscrizioni per partecipare al primo Forum Scientifico Internazionale Souq dal titolo “Sofferenza urbana. Diritti e buongoverno”. Il convegno è promosso dal Centro Studi Souq sulla Sofferenza Urbana e dalla Fondazione Casa della Carità in collaborazione con la Conferenza Permanente per la Salute Mentale nel Mondo Franco Basaglia e il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Ed è proprio qui che si svolgerà il Forum, dal 23 al 25 maggio: tre giorni di riflessioni sul buongoverno e malgoverno della città. Le sfide rappresentate dai comportamenti rispettivamente dei giovani marginali, delle persone con problemi psichiatrici e degli immigrati extracomunitari saranno il fulcro dei lavori del convegno, che aprirà con i discorsi di don Virginio Colmegna, presidente Fondazione Casa della Carità, e di Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati; i lavori saranno invece condotti da Benedetto Saraceno, direttore scientifico del Centro Studi Souq per la Sofferenza Urbana. Al Forum prenderanno parte tecnici, esperti, accademici e autorità rappresentative di organismi nazionali ed internazionali provenienti da Paesi quali Gran Bretagna, Francia, Grecia, Lituania, Marocco, Sud Africa, India, Brasile, Giappone ed Australia. Tra gli italiani segnaliamo Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana; Lucia Castellano, direttore del carcere di Bollate; don...