Articoli con tags ‘ Italo Toni ’


Caso Toni-De Palo, il 28 agosto scade il segreto di Stato

Ago 26th, 2014 | Categoria: articoli, prima pagina
di Massimiliano Ferraro
«Un seme è stato gettato. Può darsi che un giorno questa verità venga a galla, anche se noi non ci saremo più, perché ci stanno conducendo giorno per giorno alla morte. L’importante è che ci sia qualcuno che alzi la bandiera, non solo per mia sorella, ma per un popolo che deve imparare a difendersi. Se noi ammettiamo che possano succedere vicende simili, e nello Stato si annidino dei nemici dei cittadini di quello stesso Stato, ognuno di noi è in pericolo. Io riterrò vinta la mia battaglia quando tutta la gente avrà capito questo. Questa è la cosa più importante». (Giancarlo De Palo, fratello di Graziella, nel 1984) «Se fra tre giorni non ci vedete cercateci», avevano detto Italo Toni e Graziella De Palo (nella foto), comunicando all’ambasciata italiana di Beirut il loro viaggio nei campi palestinesi del Libano del sud. Era il 1º settembre 1980. Il giorno successivo i due giornalisti sarebbero scomparsi per sempre nei meandri di quella polveriera mediorientale della quale entrambi erano appassionati. Sicuramente vennero rapiti e uccisi anche se i loro corpi non sono mai stati ritrovati. Trentaquattro anni dopo non è ancora stato possibile fare piena luce sulle circostanze che portarono alla loro misteriosa sparizione,...


Omicidio De Palo-Toni, dopo trent’anni la ragion di Stato copre ancora la verità

Set 3rd, 2010 | Categoria: prima pagina
intervista a Giancarlo De Palo di Emilio Fabio Torsello
Si è svolta ieri la cerimonia per il trentennale della scomparsa dei giornalisti Graziella De Palo e Italo Toni, rapiti e uccisi in Libano il 2 settembre del 1980, mentre investigavano sul traffico di armi tra il Paese del Medio Oriente e l’Italia. La cosiddetta “ragion di Stato”, numerosi depistaggi e un’inchiesta viziata da troppi silenzi, hanno impedito – a trent’anni di distanza – di arrivare ad una verità definitiva sulla sorte dei due cronisti. Nel 1984, inoltre, il piombo del Segreto di Stato venne messo a coprire i rapporti tra L’Italia e l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (Olp), guidata all’epoca dal leader Yasser Arafat, facendo cadere nel dimenticatoio l’intera vicenda. (altro…)