Articoli con tags ‘ Hypo Group Alpe Adria ’


Croazia, l’ex premier Sanader condannato a dieci anni. La fine di un’epoca

Nov 20th, 2012 | Categoria: articoli
di Matteo Zola
E’ arrivata la sentenza tanto attesa. L’ex-premier croato Ivo Sanader è stato condannato a dieci anni di carcere per aver preso tangenti dalla società ungherese Mol e dall’austriaca Hypo Alpe Adria Bank. Sanader ha sempre respinto ogni addebito ritenendo che il processo abbia motivazioni politiche. La Croazia dovrebbe unirsi all’Ue nel luglio prossimo e la condanna di Sanader appare come la prova dell’impegno del paese contro la corruzione. Sanader è stato primo ministro dalla fine del 2003 all’estate del 2009, quando lasciò il governo in maniera inaspettata e senza spiegazioni. Narcomafie da mesi segue la vicenda. La condanna di Sanader chiude (forse) un’epoca: vent’anni di potere corrotto e criminale. La corruzione, da Hypo Group all’ungherese Mol Per la vicenda legata a Hypo Bank è stato condannato a tre anni e sei mesi, mentre per il caso Mol a sette anni e sei mesi. La vicenda della Hypo Group Alpe Adria è interessante quanto intricata. Hypo Group, istituto bancario carinziano, era una sorta di bancomat per il defunto Jorg Haider, controverso governatore della Carinzia. Tramite Haider il Gruppo, allora guidato da Wolfgang Kulterer (processato e condannato seppur a pene lievi) è sbarcato sul mercato balcanico. Come? Attraverso la rete di contatti personali di...


Ivo Sanader e Unicredit, rapporti pericolosi

Gen 9th, 2012 | Categoria: news, prima pagina
di Matteo Zola
Ivo Sanader aveva tentacoli ovunque, ed eccone un altro dal nome importante: Unicredit. Delle vicende dell’ex premier croato, Ivo Sanader, ci eravamo già occupati (qui e qui e anche qui) ma vale la pena fare un breve riassunto. Sanader comincia la sua carriera politica come ministro di Franjo Tudjman nei primi anni Novanta. Diventa un esponente di punta del Hdz, il partito fondato da Tudjman che ha governato in Croazia per ben sedici degli ultimi vent’anni. Dal 2003 diventa primo ministro, carica che mantiene fino al 2009 quando improvvisamente (e misteriosamente) si dimette. Le sue dimissioni si inseriscono in una serie di pericolosi rapporti con il crimine organizzato. Le puntate precedenti, Sanader e il crimine organizzato Sanader era infatti in rapporti con il clan Osmani, dedito al narcotraffico lungo la celebre via dei Balcani. Il clan Osmani sarebbe responsabile dell’omicidio del giornalista croato, Ivo Pukanic, scomodo al potere di Zagabria per le sue inchieste su corruzione e collusione con la mafia. A indicare nel clan Osmani i responsabili della morte di Pukanic ci sono testimonianze nei processi in corso, a Belgrado e Zagabria, che stanno cercando di far luce sulla morte del giornalista croato. Accanto alle testimonianze processuali c’è il lavoro di...