Articoli con tags ‘ Gruppo Abele ’


Chi rompe paga? 29 e 30 settembre corso per ragionare sulla funzione riparativa della pena

Set 15th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
L’Università della strada del Gruppo Abele organizza, il 29 e il 30 settembre, presso la Certosa 1515 di Avigliana, “Chi rompe paga?”, un corso per ragionare, nel sistema penale, sulla nuova funzione riparativa, sbocciata in questi ultimi anni accanto alla funzione retributiva, alla funzione rieducativa e a quella risocializzativa della pena. Nel paradigma della riparazione le parti coinvolte nel reato si trovano ad avere ruoli, funzioni e riconoscimenti diversi. Riparare significa ricostruire, riparare in una condizione antecedente alla rottura. Questo nelle vicende relazionali è quasi impossibile. Tuttavia ripensare alla violazione della regola e quindi alla sanzione in questa direzione significa ripensare ad un modello di relazione sociale e di rapporto con la collettività. E’ possibile ragionare nei termini di riparazione anche come sfida educativa? Possiamo intervenire nei confronti della questione della trasgressione anche in termini riparativi? Quali le considerazioni da cui partire? Quale il modello da proporre per provare a ripartire dalla persona, dai suoi bisogni, dai suoi diritti? Nella seconda giornata, i partecipanti lavoreranno nei gruppi specifici individuati a seconda dell’interesse e dell’ambito di lavoro. Programma Chi rompe paga


La scuola-community di Libera e Gruppo Abele tra i finalisti del bando “Che fare”

Set 10th, 2015 | Categoria: news
Futura, la scuola-community di cittadinanza monitorante e cultura dell’integrità, è tra i progetti finalisti del bando Che fare. Da tre anni il Gruppo Abele, grazie alla campagna realizzata con Libera Riparte il futuro, ha scelto di dare ampio risalto, sia offline cheonline, ai temi e alle richieste politiche e sociali per contrastare la corruzione. “Se i corrotti fanno dell’unione la loro forza, gli onesti devono fare lo stesso”, diceva Tolstoj. Per questo l’obiettivo di Futura è quello di realizzare una rete cooperativa tra le realtà attive in Italia nella lotta civile alla corruzione, tramite la condivisione di una “cultura per l’integrità” e la creazione di percorsi dedicati alla cittadinanza “monitorante”. Futura è organizzata dal Gruppo Abele con il patrocinio del Master in Analisi, Prevenzione e Contrasto della corruzione e della criminalità organizzata dell’Università di Pisa (Master APC) e il supporto scientifico di Openpolis.Tra i partner della scuola-community ci sono le associazioni più attive in Italia nel campo degli open data, della trasparenza, dell’accesso civico e della legalità come Actionaid, Cittadinanzattiva, Cittadini Reattivi, Libera, Monithon e Ondata. Il progetto è sperimentale su due lati: propone un modello di “scuola-community”, e in contemporanea si impegna ad applicare questo modello ai temi dell’integrità....


“Ci hai aiutato a guardare alla vita con speranza”

Set 10th, 2015 | Categoria: prima pagina
I familiari di Libera Memoria
Caro don Luigi, hai camminato al nostro fianco negli ultimi venti anni, prendendoci per mano quando la salita era troppo ripida. Tu ami le montagne e le salite, tutte le salite, non ti spaventano: con il tuo passo saldo ci hai dimostrato che affrontandole insieme si trasformavano in percorsi meno difficili in cui la fatica si alleggeriva. Ti abbiamo raccontato le nostre ansie e le nostre paure e dalle riflessioni comuni sono nati progetti che l’intera rete di Libera ha portato avanti con noi e per noi. Noi siamo figli, genitori, fratelli e consorti di persone che sono state crudelmente annientate dalla violenza mafiosa. Questa tragica realtà, catapultata nelle nostre vite, rischiava di annientarci ma spinti da te a fare rete tra di noi, ci siamo resi conto che vivere il nostro profondo dolore come persone che si riconoscono negli ideali di giustizia, verità e solidarietà, gli stessi per i quali venti anni fa hai fondato Libera, ha reso possibile che il dolore si stemperasse nell’impegno; questo ci ha permesso di guardare con speranza alla vita. Nelle aule dei tribunali in cui siamo entrati spauriti, sapevamo che avremmo potuto contare su di te, non solo per una parola di conforto...


I 70 anni di don Luigi Ciotti. Gli auguri di Libera: “Sei una voce che insegna il bene”

Set 10th, 2015 | Categoria: prima pagina
di Libera - associazioni nomi e numeri contro le mafie
Caro Luigi, dirti soltanto auguri per i tuoi settanta anni è poca cosa. La grande famiglia di Libera vuole piuttosto dirti grazie per la tua voce che non ha mai smesso di denunciare il male e di incoraggiare tutti a un impegno e una corresponsabilità che non ci fanno sentire mai estranei in questo mondo. A te, prete convertito dalla strada, vogliamo dire grazie perché ci insegni a stare sulle grandi questioni sociali e globali del nostro tempo e contemporaneamente accanto alle persone. Perché tu ogni giorno continui a dire, innanzitutto con la tua vita e con le tue scelte, che esiste un punto di osservazione privilegiato per guardare alla vita: quello delle vittime. E non c’è indignazione e passione, sogno e progetto, che non sia partorito da questa radicale scelta di parte. Grazie, Luigi, per aver dato vita e anima a Libera, una realtà diffusa, composita e radicata che si è fatta grido e speranza, segno e presenza su sfide cui la società civile sembrava condannata al silenzio.


I 70 anni di don Luigi Ciotti. Gli auguri del Gruppo Abele

Set 10th, 2015 | Categoria: prima pagina
di Gruppo Abele onlus
Caro Luigi, il 2015 è un anno importante per il Gruppo Abele. Lo fu anche il 1965, quando, appena ventenne, fondasti la nostra associazione. Un gruppo di giovani, ma soprattutto di amici, che non è mai invecchiato, perché grazie al tuo impegno e alla tua passione, sai tenere vicino e portare con te le forze più fresche dei ragazzi, quelli di una volta e quelli che anche adesso (quando il calendario direbbe che compi 70 anni) ti seguono, come se fossi un loro coetaneo. Oggi ci uniamo ai tanti che vogliono dirti grazie per la tua vicinanza, per aver avuto quell’intuizione che ci consente di continuare ad essere, al tuo fianco, testimoni di speranza. Gli amici del Gruppo Abele (foto archivio Gruppo Abele)


“Reddito dignità non è assistenzialismo, ma atto di vera politica”

Giu 30th, 2015 | Categoria: prima pagina
“Siamo davanti ad una crisi causata da un forte aumento della corruzione e da una caduta verticale della dignità. Possiamo uscirne solo guarendo dalla corruzione recuperando la dignità perduta”. Queste le parole con cui don Luigi Ciotti ha aperto, questa mattina, l’incontro sul reddito di dignità promosso a Roma da Libera e Gruppo Abele nella Sala dei Gruppi della Camera dei deputati. Una mattinata di discussione e costruzione, incentrata sulle misure politiche da adottare per impedire che la crisi economica si tramuti in uno stillicidio sociale. Un tavolo allargato, cui hanno preso parte associazioni, sigle sindacali, movimenti studenteschi. E molti esponenti politici: i grillini Alessandro Di Bttista e Nunzia Catalfo; Loredana De Petris e Arturo Scotto, esponenti Sel; le democrats Enza Bruno Bossio e Cecilia Guerra; Pippo Civati, di “Possibile”, fuoriuscito dell’ultima ora del Pd. E se al termine della discussione è Nicola Fratioianni (Sel) il primo ad ammettere che i tempi son maturi per ripensare nuove politiche di redistribuzione del reddito, a suonare l’allarme e la riflessione per primo è stato don Ciotti. “Il welfare non è un lusso”, ha ribadito, con forza, il presidente di Libera, scagliando con forza la sua critica contro un sistema che continua “a seguire...


Cascina Caccia, liberare il bene con l’Armonia. Una tre giorni di arte e dibattiti dedicati a Bruno Caccia

Giu 16th, 2015 | Categoria: prima pagina
“Educarci alla difesa della bellezza, del bene comune, dell’etica, valori fondamentali per essere cittadini consapevoli e attivi nel contrasto a tutte le forme di illegalità”. Il senso di Armonia, la rassegna artistica promossa per il settimo anno a Cascina Caccia, bene confiscato di San Sebastiano Po, lo spiegano gli stessi organizzatori: Libera, Gruppo Abele e Casa Acmos. Tre giorni, dal 26 al 28 giugno, dedicati alla memoria del procuratore di Torino Bruno Caccia (ucciso nel capoluogo piemontese il 26 giugno 1983) e attraverso cui prenderà forma un impegno antimafia declinato attraverso la cultura. La manifestazione comincerà nel tardo pomeriggio di venerdì 26 (alle 19, ritrovo in via Rigonda) con una marcia per le strade di San Sebastiano in ricordo di Caccia, nel giorno del trentaduesimo anniversario dall’uccisione. A seguire, alle 20, l’intervento dei familiari del procuratore e del sindaco Giuseppe Bava. Sabato 27, alle 19.30, l’intervento di Davide Mattiello, componente della Commissione parlamentare antimafia e deputato del Partito Democratico sarà preceduto da un momento di cena sociale con aperitivo a buffet e pizza e seguito dal concerto dei Monaci del Surf. Domenica 28, a chiudere la rassegna sranno Fargo e gli Afterglow. Prima però, alle 19.30, si terrà un incontro pubblico con l’ex...


Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge sugli eco reati

Mag 29th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
Sono in vigore da oggi, venerdì 29 maggio, come era stato stabilito nella legge approvata, le norme sugli ecoreati. Ieri infatti c’è stata la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. Il pacchetto di misure introduce nel codice penale quelli che vengono definiti ‘delitti contro l’ambiente’, prevede il carcere, allunga i termini di prescrizione, aumenta le pene ma offre anche la possibilità di ‘ravvedimento operoso’; viene anche prevista la confisca preventiva e l’aggravante mafiosa. Sono cinque le nuove fattispecie: disastro ambientale (carcere da 5 a 15 anni), inquinamento ambientale (reclusione da 2 a 6 anni, e multa da 10 mila a 100 mila euro), traffico e abbandono di materiale radioattivo (carcere da 2 a 6 anni, e multa fino a 50 mila euro), impedimento del controllo (chi nega o ostacola l’accesso o intralcia i controlli ambientali rischia la reclusione da 6 mesi a 3 anni), omessa bonifica (reclusione da uno a 4 anni, e multa fino a 80 mila euro per chiunque avendone l’obbligo non provvede alla bonifica).


Approvata la legge anticorruzione: le tappe dell’iter, le reazioni e i commenti

Mag 23rd, 2015 | Categoria: articoli
di redazione
Con 280 voti favorevoli (maggioranza e Sel), 53 voti contrari (FI e M5s) e gli undici voti di astensione della Lega, l’aula di Montecitorio ha approvato ieri, giovedì 21 maggio, il provvedimento che inasprisce le pene per i reati di corruzione e reintroduce quello sul falso in bilancio. La legge è nata due anni fa, e rappresenta il primo atto di Pietro Grasso al momento del suo ingresso in Senato, due giorni prima della sua ascesa alla presidenza. Al ddl Grasso si sono aggiunti quelli di altri senatori; tuttavia l’iter ha subito dei rallentamenti a causa dei contrasti con il Popolo delle Libertà prima, dell’uscita di Forza Italia dalla maggioranza poi, del passaggio da Enrico Letta a Matteo Renzi alla presidenza del Consiglio, oltre a una serie di polemiche inerenti all’adeguatezza delle misure per contrastare la corruzione. La svolta è arrivata all’inizio di quest’anno, il 7 gennaio, quando sono stati presentati degli emendamenti del governo in Commissione Giustizia del Senato, approdati poi in aula, approvati lo scorso mese a Palazzo Madama e la conferma della Camera rispetto al testo del Senato. La soddisfazione per il traguardo raggiunto giunge da più parti. In primis dallo stesso Grasso, che si è detto felice per questa...


#Stopvitalizio. Libera e Gruppo Abele: “Un passo in avanti”

Mag 8th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
“La notizia dell’approvazione da parte degli Uffici di presidenza di Camera e Senato della delibera sui vitalizi per i parlamentari condannati è un passo in avanti. Viene raggiunto così l’obiettivo principale della nostra campagna di mobilitazione: nel momento in cui entrerà in vigore la delibera, infatti, deputati e senatori condannati in via definitiva per mafia e corruzione non percepiranno più il vitalizio. Un risultato che nasce dalla corresponsabilità, e dalla sollecitazione di oltre 520 mila cittadini che hanno firmato la petizione della campagna Riparte il Futuro promossa da Libera e Gruppo Abele, con il sostegno di Change.org”. È quanto si legge in una nota dell’Ufficio di presidenza di Libera.