Articoli con tags ‘ Grecia ’


L’affaire Vaxevanis, incarcerato l’Assange greco

Ott 30th, 2012 | Categoria: news
di Matteo Zola
Si chiama Costas Vaxevanis, è un giornalista greco, ha pubblicato sulla sua rivista Hot Doc una lista di evasori fiscali eccellenti. E’ la cosiddetta “lista Lagarde”, un elenco di 2059 presunti evasori, possessori greci e ciprioti di conti correnti sulla banca britannica Hsbc. Il processo comincia oggi ma ieri è stato arrestato e poi rilasciato quasi subito per “aver violato la privacy” di chi era su quell’elenco. Scrive la giornalista Margherita Dean da Atene che la lista “seppur arrivata in Grecia per via diplomatica, ben 18 mesi fa, è ‘scomparsa’ nei cassetti dei due ministri delle finanze succedutisi da allora: Evanghelos Venizelos e Ghiorgos Papakonstantinou”. L’elenco di detentori di conti off-shore illegali arrivò al governo di Atene direttamente da Parigi ma non fu reso pubblico: tra i nomi “amici di amici”, politici e imprenditori, tra cui spicca il nome di Voulgarakis, già ministro di Nea Dimocratia. In un’intervista, pubblicata su La Stampa, a firma di Tonia Mastrobuoni, il giornalista dichiara: “In Grecia ci sono persone che ormai mangiano i rifiuti e altre che hanno conti illegali all’estero. E negli ultimi due anni tutti i governi si sono sempre comportati come se quell’elenco non esistesse, hanno detto bugie e a noi non è...


Grecia, campi di concentramento per immigrati. Il volto scomodo della crisi

Ago 27th, 2012 | Categoria: articoli, prima pagina
di Marco Marchionni
Il nuovo governo greco, capeggiato da Antonis Samaras di Nea Democrazia, ha ottenuto la fiducia dal parlamento di Atene con 179 voti a favore su 300, è costituito da una coalizione che comprende il partito del primo ministro, sostenuto da Dimar e Pasok; le prime dichiarazioni recitano:“L’obiettivo del governo è quello di garantire il posto della Grecia nell’area dell’euro. La Grecia non chiede l’elemosina, non chiede sconti”. Tra le grandi riforme, oltre alle privatizzazioni, il nuovo governo intende dovrà anche prendere provvedimenti nei confronti dell’ondata di xenofobia e di violenza, sempre più preoccupante nella penisola ellenica, o piuttosto intenderà continuare il programma di costruzione di “campi di concentramento” per immigrati clandestini? La posizione del governo al momento risulta poco chiara. Da un lato esso condanna, almeno a parole, le spedizioni punitive dei nazionalisti di Alba Dorata come gli scontri di Patrasso del 22 maggio o le minacce dei giorni scorsi ai danni di commercianti stranieri nel centro di Atene, oppure le innumerevoli aggressioni ad immigrati o cittadini di etnia non greca, da parte sempre dei chrisìavghites. In risposta a tali avvenimenti è arrivata la condanna solo dei democratici del Dimar che affermano : “Le brigate meccanizzate e le minacce contro gli...


Crisi economica e traffico illegale di organi in Europa

Giu 15th, 2012 | Categoria: articoli
di Massimiliano Ferraro
La crisi economica può far perdere la testa e anche qualcos’altro. Sebbene la vendita di organi umani sia illegale, nella vecchia Europa c’è chi sta prendendo in considerazione questa ipotesi estrema per sbarcare il lunario. Secondo il New York Times, gli sconvolgimenti finanziari stanno causando una crescita sorprendente del mercato nero degli organi. È il caso della Grecia dove persone disperate mettono in vendita su internet parti del loro corpo, in quello che si presenta come un macabro commercio basato sulla disperazione reciproca di chi compra e chi vende. C’è l’imprenditore del Pireo che ha confessato ai giornali di aver venduto un rene per 100.000 dollari per non soccombere alla crisi, e il pescatore dell’isola di Rodi che ha offerto al miglior offerente lo stesso organo. Ma nel bel mezzo della tragedia greca non è difficile trovare altri casi simili come ad esempio l’annuncio apparso recentemente sulla bacheca di un popolare forum online: “Selling my kidney will help my family survive”, scrive un trentasettenne di Atene, “vendo il mio rene per aiutare la mia famiglia a sopravvivere”. In Europa sono circa sessantamila le persone in attesa di un trapianto e dieci pazienti al giorno muoiono per mancanza di organi. Il terreno...


Vite a fior d’acqua

Ott 20th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Emilio Fabio Torsello
Carabinieri e Fiamme Gialle hanno intercettato, quest’estate, un importante sbarco di clandestini a Santa Maria di Leuca, arrestando gli scafisti e conducendo gli immigrati al Cie barese. Gli immigrati erano partiti da Grecia, Turchia e Albania per approdare in Puglia. Come carico solo una bottiglietta d’acqua (altro…)