Articoli con tags ‘ Giuseppe Baldessarro ’


Il nuovo cammino di Narcomafie

Giu 11th, 2015 | Categoria: prima pagina
di Giuseppe Baldessarro
Ci siamo. Il nuovo cammino di Narcomafie è iniziato. Ne troverete i primi passi nel numero appena uscito. Inchiesta innanzi tutto, come sempre, ma con un piglio diverso. Più attualità e analisi che guardano al futuro. Siamo partiti con l’obiettivo di raccontare quella frontiera, o meglio quel fronte delle mafie di ultima generazione. Non significa che dedicheremo meno spazio alla criminalità organizzata “tradizionale”, tuttavia abbiamo l’esigenza di andare a indagare e capire le trasformazioni messe in atto dai potentati criminali più “evoluti”. Nel nuovo numero troverete i primi segnali del taglio editoriale che abbiamo scelto. Più storie e un punto di vista differente. A partire dal dossier di copertina, interamente dedicato ai nuovi equilibri americani. Da una parte le vecchie famiglie newyorkesi di Cosa nostra, dall’altra le ‘ndrine calabresi che si stanno ritagliando sempre più un loro spazio di autonomia grazie al traffico di stupefacente. Nello stesso numero c’è una fotografia di Marco Fortunato sui potentati mafiosi in Lombardia e nel comasco in particolare. Ampio spazio abbiamo dedicato poi all’ultima relazione della Guardia di Finanza su reati economici, con un occhio particolare all’evasione fiscale, ai crimini fiscali e al lavoro nero nelle aziende. Marika Demaria ha fatto un viaggio nel...


Giuseppe Baldessarro è il nuovo condirettore di Narcomafie

Apr 8th, 2015 | Categoria: articoli
La rivista «Narcomafie», il periodico di informazione antimafia edito dal 1993 dal Gruppo Abele in collaborazione con l’associazione Libera, ha da oggi un nuovo condirettore. A fianco del direttore responsabile, Manuela Mareso, succede al magistrato Livio Pepino il giornalista Giuseppe Baldessarro. Baldessarro, giornalista per 15 anni presso il «Quotidiano della Calabria» e attuale collaboratore di «Repubblica», è consulente di “Presa diretta” (Rai 3) e coautore  di “Avvelenati” (con Manuela Iatì, 2010),  “Il caso Fallara” (con Gianluca Ursini, 2013) e del “Dem- Dizionario enciclopedico delle mafie italiane”. È vincitore di numerosi riconoscimenti giornalistici, tra cui i premi “Pippo Fava”, “Agende Rosse”, “Matita rossa matita blu” (fondazione Falcomatà) e “Livatino” (università di Cosenza). “La scelta di portare dentro la redazione un giornalista di inchiesta come Baldessarro – ha dichiarato Luigi Ciotti, presidente di Libera e del Gruppo Abele e fondatore di «Narcomafie» – rientra nel progetto di rilancio di una testata che da 23 anni documenta l’operato delle organizzazioni criminali. Vogliamo rafforzare il versante dell’investigazione giornalistica mantenendo vivo l’interesse per l’approfondimento e l’analisi che da sempre ci caratterizza. Mai come oggi il nostro paese ha bisogno di una informazione puntuale sulle mafie”. “Il mio impegno nella condirezione di «Narcomafie» – ha sottolineato Baldessarro – sarà quello di...