Articoli con tags ‘ Giorgio Riolo ’


La Corte Europea condanna l’Italia: violata la libertà d’espressione

Ott 20th, 2008 | Categoria: news
La Corte europea ha dato ragione a Claudio Riolo. Lo Stato italiano ha violato l’articolo 10 (libertà d’espressione) della Convenzione dei diritti dell’uomo e deve dunque risarcirlo per 60 mila euro, più 12 mila per le spese legali. Lo scorso anno la Cassazione lo aveva condannato al pignoramento di un quinto dello stipendio per diffamazione ai danni di Francesco Musotto. Adesso, lo scorso 17 luglio, a Strasburgo, si sono pronunciati in senso diametralmente opposto. Secondo la Corte presieduta dalla giudice Françoise Tulkens, Riolo non solo non ha gratuitamente attaccato Musotto (all’epoca dei fatti presidente della provincia di Palermo), ma è stato colpito da condanne del tutto sproporzionate rispetto all’obiettivo di salvaguardare la reputazione e i diritti dell’onorevole. Leggi la sentenza della Corte Europea sull’affaire Riolo (originale in lingua francese)


Le coordinate dell’imputazione

Nov 11th, 2007 | Categoria: archivio articoli
«Tra gli imputati vi è quindi anche Salvatore Cuffaro. Risponde di due delitti di favoreggiamento […] sinteticamente riconducibili a due vicende […]. La condotta infatti si risolve sempre nella comunicazione di notizie riservate, utili a bloccare indagini che […] erano potenzialmente in grado di compromettere varie propaggini territoriali di Cosa nostra» […] Tra gli imputati vi è quindi anche Salvatore Cuffaro. Risponde di due delitti di favoreggiamento, di cui all’art. 378 del codice penale (di seguito c.p., ndr.), sinteticamente riconducibili a due vicende che in questo processo abbiamo già sotto altri profili affrontato: la vicenda delle informazioni ad Aiello, Ciuro e Riolo in ordine alla loro sottoposizione a indagini nell’ottobre del 2003, e quella della rivelazione della presenza di una microspia all’interno dell’abitazione di Giuseppe Guttadauro tra la primavera e l’estate del 2001 (per i profili di tutti i coprotagonisti qui nominati, cfr. articolo p. 19, ndr.). Oltre a questi due delitti, com’è noto, Cuffaro deve rispondere anche di altri due capi d’imputazione […]: rivelazioni di segreto d’ufficio commesse in concorso formale con i delitti di favoreggiamento. Con riferimento poi alla sola condotta della primavera/estate del 2001, a Cuffaro è contestata una circostanza aggravante ad effetto speciale, che è quella dell’art. 7 della legge 203...