Articoli con tags ‘ gioco patologico ’


Se il popolo teme il futuro, dategli l’azzardo

Set 15th, 2010 | Categoria: prima pagina
di Francesca Rascazzo
Crescita zero, mutuo della casa, cassa integrazione: come guardare avanti? Che cosa sperare per il domani? La crisi economica ha improvvisamente colpito le nostre vite tranquille, lasciando a secco i conti correnti e alimentando paura, insicurezza, diffidenza. Stando ai dati Istat, oltre 2 milioni di famiglie (8 milioni di individui, oltre il 13% della popolazione) sono in condizioni di povertà relativa: persone che dispongono, per beni e servizi, di una capacità di spesa pro capite inferiore alla media nazionale. Le famiglie non comprano e l’economia non gira, ma c’è un articolo che si vende benissimo. Si chiama “speranza di vincere”, possibilmente tanto, per migliorare così, e solo così, la propria vita. Vincere in televisione indovinando “il pacco”, o dal tabaccaio indovinando il terno, oppure grattando la combinazione giusta, o ancora giocando ad un tavolo virtuale, dove i soldi che perdi non li vedi nemmeno, mentre scivolano via dalla carta di credito. In ricevitoria, in sala scommesse, oppure a casa, soli di fronte al computer: il gioco è come, quando e dove vuoi. Nei tempi morti di un lavoro che manca, nei vuoti relazionali della solitudine quotidiana, il gioco c’è: è lì intorno mentre compri le sigarette, prendi un caffè al bar,...


Italia, terra di gioco (ir)responsabile?

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Daniela Capitanucci - Associazione And (Azzardo e Nuove Dipendenze)
A dispetto della crisi economica, il settore dei giochi pubblici anche nel 2009 ha mostrato un incredibile tasso di crescita, con un aumento rispetto all’anno precedente di circa il 14%, e un consuntivo di 54 miliardi di euro. In Italia è possibile “comprare” gioco in più di 150.000 luoghi e solo meno di 3.000 di questi sono centri specializzati (agenzie e negozi di scommesse e sale Bingo): il resto sono tabaccai, bar, supermercati ed altri punti di commercio “generico” (dati tratti da Remo Molinari, Jamma, 2009. Gioco e minori. Quanta ipocrisia!). In aggiunta a questi, da un po’ di tempo, abbiamo a disposizione anche qualche centinaio di self service per comprare Gratta & Vinci. E’ sufficiente entrare in uno qualsiasi di questi luoghi per constatare quanto il gioco abbia pervaso la nostra vita quotidiana, quella dei nostri figli e dei nostri nipoti. Problema nazionale, risposte locali. Il dilagare del gioco d’azzardo legale nel nostro tessuto sociale ed economico, anche se è sotto gli occhi di tutti, viene ancora minimizzato o ignorato nella più totale ipocrisia: il Gap (gioco d’azzardo patologico) viene trattato in Italia ancora alla stregua di un “vizio” individuale, appannaggio di rari personaggi intrinsecamente devianti, piuttosto che un problema...


Quando il gioco è patologico

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
Intervista a Mauro Croce di Francesca Rascazzo
La diffusione del gioco d’azzardo comporta l’aumento di giocatori dipendenti. Ma in Italia i servizi loro dedicati sono carenti e disomogenei sul territorio. E la prevenzione non gode di salute migliore (altro…)


Azzardi criminali: da Torino alla Calabria

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Ferdinando Brizzi
Il gioco d’azzardo è una fabbrica di denaro su cui le mafie allargano i loro tentacoli. Una situazione allarmante denunciata da esperti e provata dall’esperienza giudiziaria, ma su cui il legislatore continua a tacere (altro…)


I più sfortunati vincitori della storia

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Paolo Canova e Diego Rizzuto
Perché è difficile vincere al Win for Life e non esistono regole matematiche per prevedere l’uscita dei numeri. La parola a due scienziati torinesi (altro…)


Azzardo. Chi ci guadagna?

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
Intervista a Maurizio Fiasco, sociologo, consulente della Consulta Nazionale Antiusura di Francesca Rascazzo
È opinione diffusa che il gioco faccia bene alle entrate erariali. Eppure a incassare sono principalmente i gestori e la criminalità. Ecco spiegate verità e ipocrisie di un’industria che fattura 54 miliardi di euro all’anno (altro…)


Breve storia del gioco in Italia: tre epoche per tre strategie

Set 15th, 2010 | Categoria: archivio articoli
di Maurizio Fiasco
Contenere, fiscalizzare o creare valore aziendale. Da fine ’800 a oggi, l’Italia ha cambiato più volte idea sulle regole del gioco. Fino all’esplosione incontrollata dell’azzardo virtuale (altro…)


Se il popolo teme il futuro, dategli l’azzardo

Set 1st, 2010 | Categoria: numeri arretrati
Narcomafie_9_2010 Anche quando l’economia non gira, c’è un articolo che si vende benissimo. È la speranza di vincere. Un sogno che Stato e privati trasformano in moneta sonante. Cinquantacinque i miliardi spesi nel gioco nel 2009, più di 60 quelli stimati per il 2010. Ma chi ci guadagna veramente e quali sono le conseguenze di quest’industria in continua espansione? Nell’ultimo dossier di Narcomafie i dati più aggiornati, le storie meno conosciute e gli illeciti più diffusi del mondo dell’azzardo (altro…)