Articoli con tags ‘ funerali Lea Garofalo ’


Ciao Lea, ciao mamma

Nov 24th, 2015 | Categoria: prima pagina
di redazione
Il 19 ottobre 2013, migliaia di persone provenienti da tutta Italia hanno accolto, sulla piazza Beccaria di Milano, la bara con le spoglie di Lea Garofalo. Un funerale laico molto toccante, celebrato da don Luigi, apertosi con i ragazzi di Libera che portavano a spalla il feretro della giovane donna e conclusosi – prima che lo stesso venisse trasportato al Monumentale di Milano – con l’intervento di Denise, la figlia di Lea Garofalo. All’epoca dei fatti, Denise non aveva nemmeno 18 anni. Con forza e coraggio ha ottenuto la verità giudiziaria per l’omicidio della madre e con altrettanta forza ha chiesto che fossero celebrati i funerali a Milano. Qui il video del suo commovente intervento, di recente andato in onda sul piccolo schermo grazie al film “Lea” di Marco Tullio Giordana, trasmesso da Rai Uno lo scorso 18 novembre. https://www.youtube.com/watch?v=XQh9kBZlrZY


Milano, 19 ottobre. Insieme per Lea Garofalo

Ott 1st, 2013 | Categoria: articoli, prima pagina
di Marika Demaria
Denise Cosco l’aveva chiesto con forza, quel 29 maggio 2013: “Voglio che i funerali di mia mamma siano celebrati a Milano. Perché in questa città è stata uccisa, perché questa città si è costituita parte civile nel processo, perché la cittadinanza si è mobilitata”. E così sarà. Il 19 ottobre, nel capoluogo lombardo saranno celebrati i funerali di Lea Garofalo. Per l’occasione, “Libera” ha chiesto ai vari territori di partecipare – in maniera responsabile e sobria – e il coordinamento regionale lombardo ha lanciato la campagna “Io VEDO. Io SENTO. Io PARLO. E tu, da che parte stai?” La giovane testimone di giustizia era sicuramente dalla parte della giustizia, della salvaguardia dei valori. Dalla parte delle denuncia. Per questo ha pagato con la vita, il 24 novembre 2009. Quando il suo ex compagno Carlo Cosco ha predisposto e fatto attuare la sua vendetta. Quando l’ha fatta salire sulla propria auto, dopo che si erano dati appuntamenti all’Arco della Pace a Milano, e l’ha accompagnata nell’appartamento di un suo amico. Lì, come hanno scritto i giudici della seconda sezione della Corte di Assise d’Appello di Milano, “mancano certezze in ordine alle concrete modalità esecutive dell’omicidio”. Due versioni. Diametralmente opposte. Che cancellano la...