Articoli con tags ‘ Francesca Morvillo ’


Strage di Capaci, i sopravvisuti

Mag 24th, 2015 | Categoria: prima pagina
Sicilia, 23 maggio ’92, mancano tre minuti alle 18. Il sismografo agrigentino di Monte Cammarata registra delle oscillazioni. L’epicentro viene individuato tra Isola delle Femmine e Capaci. Quel sabato di maggio una violenta esplosione squarcia, all’altezza dello svincolo per Capaci, l’autostrada che conduce dall’aeroporto di Punta Raisi a Palermo. Una nube nera fa emergere pian piano detriti, pezzi di motore, musi di macchine tranciati, parabrezza deformati, sagome di auto affondate nel terreno bruciato. Un istante prima che venisse attivato il detonatore, in quell’autostrada viaggiano su tre Fiat Croma Giovanni Falcone con sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini del Quarto Savona 15: la sua scorta. L’aprifila del corteo blindato è la Fiat con cui si spostano gli agenti Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo mentre la Croma che chiude il corteo è quella in cui ci sono gli agenti Angelo Corbo, Paolo Capuzza e Gaspare Cervello. In mezzo c’è l’auto guidata da Giovanni Falcone con a bordo la moglie, Francesca Morvillo e l’agente Giuseppe Costanza.   Quel sabato, gli uomini del Quarto Savona 15 sono andati all’aeroporto di Punta Raisi per recuperare il giudice Falcone di ritorno da Roma. Giuseppe Costanza, autista giudiziario scelto personalmente dal giudice, raggiunge fin sotto l’aereo il magistrato...


Per Mauro Rostagno, per la sua famiglia, e per Torino

Giu 13th, 2012 | Categoria: news
di Federica Di Lascio
Apprendiamo con soddisfazione la decisione della Commissione Toponomastica del Comune di Torino, riunitasi ieri, martedì 12, di intitolare ad una delle vittime della strage di Capaci, Francesca Morvillo, moglie di Giovanni Falcone, i giardini di via Boston angolo via Gorizia. Un segnale importante, in un momento in cui la memoria delle vittime delle mafie richiama ad un impegno sempre maggiore nel contrastare l’illegalità ogni giorno e ad ogni livello. Ci teniamo a risottolineare l’importanza della proposta che Libera porta avanti in rappresentanza della società civile torinese, da alcuni anni, di intitolazione di un luogo della città alla memoria della vittima di mafia Mauro Rostagno, giornalista torinese assassinato nel trapanese nel 1988. Crediamo sia di fondamentale importanza che in Commissione Toponomastica i rappresentanti delle istituzioni torinesi trovino una posizione concorde sulla figura di Mauro Rostagno. È necessario, a nostro parere, che nella decisione venga considerata la posizione, frutto di anni d’indagine, della Procura di Palermo, secondo cui Mauro Rostagno è stato assassinato a causa dell’attività giornalistica che conduceva con coraggio e fermezza nel trapanese, sfidando apertamente i poteri mafiosi locali. Il processo volto a ristabilire la verità sul suo omicidio è ancora in corso, perché negli anni si sono susseguiti depistaggi e indagini...


La Penisola del “tesoro”: Brusca indagato per riciclaggio

Set 17th, 2010 | Categoria: news
Riciclaggio,  intestazione fittizia di beni e tentata estorsione aggravata. Questi i capi di imputazione per i quali il boss di Cosa Nostra Giovanni Brusca, dal 1999 iscritto nel programma di protezione per i collaboratori di giustizia, è indagato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Le indagini stanno toccando le province di Palermo, Roma, Chieti e Rovigo, sviluppandosi negli ambienti frequentati da familiari e amici vicini al boss e hanno già portato alla scoperta di 188 mila euro, rinvenuti nella casa della moglie di Giovanni Brusca. (altro…)