Articoli con tags ‘ Federico Cafiero de Raho ’


Il dominio asfissiante delle cosche a Reggio Calabria

Ott 14th, 2016 | Categoria: brevi di mafia
“Nel territorio di Reggio Calabria le istituzioni sono fortemente isolate, da un lato perché vi è una popolazione totalmente soggiogata dalla forza di intimidazione della ‘ndrangheta, dall’altra perché c’é confusione, non si sa con chi ci si rapporta e questo determina distanza tra popolazione e istituzione”. E’ quanto afferma il procuratore capo di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho presente stamane in audizione alla Commissione Antimafia. “Le indagini – ha aggiunto – evidenziano il rapporto tra ‘ndrangheta e una rete segreta e come questa rete possa spingere sulle scelte che la città deve fare”. Tale rete “lega professionisti, uomini della ‘ndrangheta di più alto livello e uomini delle istituzioni. La città è controllata in modo profondo tanto che anche la manutenzione di un immobile privato impone il ricorso a soggetti che secondo la ‘ndrangheta possono lavorare in quel quartiere. Un lavoro idraulico, o di pittura può essere fatto solo da un soggetto che la ‘ndrangheta dice che può lavorare o il lavoro non si fa”.


Calabria, operazione della Dda di Reggio Calabria e delle Fiamme Gialle di Roma: 18 arresti

Mag 26th, 2015 | Categoria: articoli
di redazione
Un’operazione degli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dello Scico di Roma ha portato a disarticolare un gruppo criminale dedito all’usura e all’esercizio abusivo del credito, gravitante nell’orbita della cosca “Commisso”, famiglia di ‘ndrangheta operante nella Locride. Sono in corso di esecuzione 18 ordinanze di custodia cautelare, nonché il sequestro di varie società, terreni, appartamenti ed autovetture. Le indagini, coordinate dalla locale Direzione distrettuale antimafia, hanno portato a rilevare l’esistenza di un cartello criminale di tipo mafioso, presente ed operante nella Provincia di Reggio Calabria – area jonica di Siderno – finalizzato alla commissione di reati di usura, estorsione ed esercizio abusivo di attività finanziaria. L’operazione riguarda – con la sola esclusione degli indagati di favoreggiamento personale aggravato – persone riconducibili alla ‘ndrina “Rumbo-Galea-Figliomeni” della cosca “Commisso”, operante nella Locride e a Toronto, dedita a molteplici reati quali l’usura, l’estorsione e l’abusiva attività finanziaria. Dalle prime luci dell’alba, nei Comuni di Siderno, Bianco, Mammola e Grotteria, oltre un centinaio di finanzieri hanno eseguito, oltre ai provvedimenti di cattura, numerose perquisizioni locali e sequestri di beni immobili e mobili per un valore superiore ai 3 milioni di euro. L’operazione “Bacinella 2”, che segue l’operazione “Bacinella” dell’agosto scorso, (così denominata per...


In Brianza un festival e un progetto dedicati alla legalità

Ott 28th, 2014 | Categoria: news
Si rinnova l’impegno civico ed etico in Brianza per contrastare le mafie con la conoscenza e l’informazione. Torna infatti Progetto Legalità: quattro appuntamenti a ingresso libero, calendarizzati fino al prossimo 17 novembre. Al ciclo di conferenze, inoltre, quest’anno si unisce la prima edizione del Festival della Legalità, evento di solidarietà con un ospite di primo piano come Brunori Sas, che si esibirà dal vivo per il pubblico brianzolo al Bloom di Mezzago, il 23 novembre. La prima conferenza si è svolta lo scorso 24 ottobre. Tema centrale: il contributo delle donne alla lotta contro la criminalità, sviluppato dalle ospiti Sonia Alfano, Rita Borsellino e Teresa Principato e con la partecipazione straordinaria dell’attore italiano Marco D’Amore, protagonista della serie tv “Gomorra”. Giovedì 6 novembre (ore 21), presso il cinema parrocchiale di Osnago (LC), via Gorizia 6, si parlerà del radicamento della ‘ndrangheta manifestatosi anche al Nord con Nando dalla Chiesa e Federico Cafiero De Raho, Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria ed ex Procuratore Aggiunto di Napoli. Presso l’auditorium di Casatenovo (LC), in viale Parini 1, sabato 8 novembre alle 20.30 sarà invece proiettato il film “La mafia uccide solo d’estate”, alla presenza del giornalista e regista Pierfrancesco Diliberto in arte Pif (nella foto), al...


Ricostruire L’Aquila. Imprenditori a braccetto con i casalesi

Lug 22nd, 2010 | Categoria: news
Da Hollywood alla Campania, dalla finzione alla realtà: sono alcuni imprenditori campani i nuovi “Intoccabili”: tycoon trattati con tutti i riguardi dai clan perché asserviti ai loro interessi. L’operazione “Untouchable”, che ha visto questa mattina la partecipazione di 500 agenti della Guardia di Finanza , coordinati dalla Dda di Napoli, ha svelato l’esistenza di una lista di imprenditori ritenuti “espressioni economiche del clan dei casalesi”, attivi sia nel casertano che in altre regioni d’Italia, in particolare nel Lazio, in Abruzzo, Sardegna e Toscana. Tra i loro affari anche alcuni appalti per la ricostruzione dei paesi terremotati d’Abruzzo: per portarli a termine era stata pure trasferita a L’Aquila una ditta di Frignano (Caserta). Il suo titolare, Michele Gallo, è stato oggi arrestato perché considerato organico al gruppo di Bidognetti. E’ lui che gli inquirenti registrano, al telefono, mentre si accorda con un collega aquilano sul modo di partecipare al ricco piatto della ricostruzione. Il “braccio imprenditoriale dei casalesi”, composto da imprenditori e scoperto a partire dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, agiva attraverso prestanome, con il costante supporto dei clan. Gli imprenditori riciclavano il denaro dei casalesi e questi li ripagavano procurando loro ghiotte occasioni di lavoro, in appalti pubblici e...