Articoli con tags ‘ economia sommersa ’


Borsa, reati finanziari per favorire i boss

Feb 10th, 2010 | Categoria: news
Lo scorso 9 febbraio gli agenti del nucleo di polizia tributaria di Milano hanno notificato 18 avvisi di conclusione delle indagini preliminari (atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio) a dipendenti di Sim e promotori finanziari sospettati di far parte di un’associazione a delinquere finalizzata all’insider trading – la compravendita di titoli di una determinata società da parte di soggetti che, per la loro posizione all’interno della stessa o per la loro attività professionale, sono venuti in possesso di informazioni riservate non conoscibili da parte degli altri investitori – e aggiottaggio – pubblicazione o divulgazione di notizie false, esagerate o tendenziose o utilizzo di altri artifizi atti a cagionare un aumento o una diminuzione del prezzo dei titoli di una società. Oggetto dei reati finanziari i titoli della società Infinex Ventures, compagnia mineraria quotata nel listino Over the counter della Borsa statunitense e nei mercati azionari di Brema e di Berlino. Secondo gli inquirenti la regia delle speculazioni finanziarie sarebbe stata nelle mani del clan mafioso dei Rizzuto, avente base operativa a Montreal, in Canada, che avrebbe guadagnato dalle manipolazioni del mercato 15 milioni di euro. I reati di market abuse, secondo l’inchiesta “Texada” coordinata dal pm Bruna...


Sulle spalle dei poveri

Dic 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
La corruzione costa. Sottrae risorse alle politiche pubbliche, indebolisce il mercato, favorisce imprese non concorrenziali. Il prezzo ricade in particolare sugli stati del terzo mondo e sui cittadini più deboli. Ecco quali sono i fattori di sistema che favoriscono le pratiche corruttive (altro…)


‘Ndrangheta, la faccia nascosta dell’economia

Nov 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
Come entrano i soldi sporchi nell’economia pulita? Come riesce la mafia a nascondere la sua natura putrida e cinica? Storia di un fiume di soldi, nato in Calabria con la droga e finito nelle grandi opere del nord di Elena Ciccarello I soldi sono il passepartout della mafia per penetrare l’economia e la società. Non importa se per accumularli le organizzazioni criminali deturpano l’ambiente o la vita delle persone, né se sono originati da violenza. Basta riciclarli in nuovi affari ricorrendo a una pletora di prestanome, qualche congegno contabile e artificio finanziario, e il gioco è fatto: la mafia può aggirarsi tra noi nascondendo il suo volto deforme dietro una maschera d’oro. Riuscire a metterla a nudo non è semplice, perciò quando gli inquirenti riescono nell’impresa tirano fuori dall’armadio l’abito delle grandi occasioni. Dopo anni di silenzio la Dia di Torino ha convocato il 20 ottobre scorso una conferenza stampa per annunciare la più importante operazione antiriciclaggio mai realizzata in regione: «Abbiamo dato un duro colpo alla ’ndrangheta in Piemonte – ha spiegato il capo della procura torinese Gian Carlo Caselli – perché abbiamo colpito la trasformazione dell’impresa criminale in impresa economica». La prima tessera di un domino. L’inchiesta, denominata Pioneer, è scaturita...


L’Italia del sommerso

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
Le ultime statistiche forniscono un quadro del lavoro irregolare in Italia che per dimensioni, progressione temporale e differenziali con il resto d’Europa rende urgente una riflessione sulle misure di contrasto al fenomeno. Ancora marcate le differenze tra Nord e Sud del paese. E i nessi con l’economia criminale restano da approfondire (altro…)