Articoli con tags ‘ droga ’


Sicilia, poche droghe o poca antidroga?

Ago 26th, 2015 | Categoria: articoli
di Piero Innocenti
La relazione annuale della DCSA (Direzione Centrale per i Servizi Antidroga) del 2014 (resa pubblica solo di recente) sulle attività di contrasto al narcotraffico svolte sul territorio nazionale dalle forze di polizia e dalle dogane, evidenzia, tra l’altro, una articolata e puntuale situazione a livello provinciale e regionale, che merita particolare attenzione. A partire dalla Sicilia dove il primo dato che balza in evidenza è rappresentato dalle 35.822 piante di cannabis, il maggior numero, sequestrate in un solo anno a Trapani e provincia. La conferma, dunque, di un territorio che si presta, per le condizioni climatiche particolarmente favorevoli, a questo tipo di coltura (analoghe condizioni si rilevano in Calabria, nelle zone aspromontane, in particolare nella Locride, dove pure vengono sequestrate numerose piante). La seconda posizione è occupata da Siracusa, con 5.028 piante, quindi Catania (4.070), Palermo (1.812), Agrigento (591), Caltanisetta (315), Messina (266), Enna (226) e, in fondo alla classifica, Ragusa con 53 piante. In tema di droghe pesanti, invece, dai dati statistici, sembrerebbe desumersi o un consumo personale molto ridotto o una scarsa attenzione investigativa da parte degli organismi delle forze di sicurezza deputati al contrasto. Infatti, a parte Catania, Palermo e Messina dove, rispettivamente sono state sequestrati 22,55...


La ‘ndrangheta che invade di coca le piazze. Nel porto di Valencia 415 chili destinati all’Italia

Giu 18th, 2015 | Categoria: prima pagina
Quattrocentoquindici chili di cocaina proveniente dal Sud America (Brasile e Perù) sequestrata su un carico di circa una tonnellata. Per gli inquirenti: sostanza purissima. Un valore astronomico, intorno a 35 milioni di euro. Sette uomini arrestati in Italia e uno in Portogallo. Altri sette ricercati, di cui tre brasiliani. 150 militari della Guardia di Finanza di Torino per eseguire un’operazione di sequestro con pochi precedenti, condotta nel porto di Valencia. Dalla città spagnola, il carico di cocaina sarebbe poi stato smistato per rifornire la piazza italiana. A sovrintendere il traffico, cosche della ‘ndrangheta attive in Piemonte e Lombardia e, chiaramente, in Calabria. Al vertice dell’associazione A.N., un 57enne di origine calabrese residente a San Giusto Canavese, in provincia di Torino. L’uomo, tuttora latitante, organizzava con la moglie, i due figli e alcuni uomini di fiducia le importazioni di cocaina utilizzando container stivati a bordo di navi mercantili di solito in partenza o in transito dal Brasile. Arrestato a Lisbona, è stato rimesso in libertà in attesa della definizione delle procedure per la consegna dal Portogallo all’Italia ed è fuggito. Era già ricercato per una precedente condanna a 13 anni di reclusione per traffico internazionale di droga. Secondo la ricostruzione fatta dalla...


Droga: 185 kg coca a Genova; arrestato affiliato ‘ndrangheta

Giu 17th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
Ci sarebbe la ‘ndrangheta dietro il traffico di cocaina scoperto dalla Guardia di Finanza al porto di Genova che ha portato al sequestro di 185 chili di droga del valore di 75 milioni di euro. Dei quattro uomini arrestati la scorsa notte, tre sono dipendenti del Terminal Vte di Genova, dentro a cui si è svolta l’operazione, uno è Pasquale Furuli, calabrese, 39 anni, ricercato per sequestro di persona, rapine e ricettazione. Secondo quanto accertato, sarebbe affiliato al clan Bellocco. Secondo quanto ricostruito, due dipendenti del terminal avrebbero prelevato da un container proveniente dal Perù con un carico di origano alcuni borsoni pieni di droga. Dopo averli caricati su un’auto di servizio avrebbero messo la droga su altre due auto fuori dal porto, dove aspettavano gli altri due. In casa di uno degli arrestati sono stati trovati 90 mila euro. I tre dipendenti del Vte arrestati sono Rocco Labriola, 42 anni, Nader Al Samaraye, 32 anni, Guido Gabriele, 42 anni, tutti genovesi.


Traffico stupefacenti, maxi operazione della Dia in Puglia, Toscana e Abruzzo

Giu 16th, 2015 | Categoria: brevi di mafia
Dalle prime ore di questa mattina è in corso un’operazione condotta dalla Dia di Bari nelle regioni Puglia, Toscana e Abruzzo, a seguito dell’emissione di 20 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 5 cittadini italiani e 15 cittadini albanesi. Alle ordinanze si aggiunge il sequestro di beni mobili e immobili. Le accuse riguardano il traffico di stupefacenti. Sono stati sequestrati 13,5 chili di eroina, per un valore di oltre un milione di euro. Oltre alle 20 persone che saranno prese in custodia, altre 18 sono state denunciate a piede libero. Anche un laboratorio per la preparazione delle sostanze è stato individuato attraverso le indagini.


Flash sulla Spagna e il narcotraffico

Feb 17th, 2015 | Categoria: articoli
di Piero Innocenti
Che la Spagna sia considerata, da anni, la “porta europea” di ingresso di buona parte della cocaina proveniente dal Centro Sud America e dell’hashish dal Marocco, non è una novità. Anche nel 2014, i dati , non ancora ufficiali, sui sequestri effettuati dalla forze di polizia sono significativi: circa 10 tonnellate di cocaina e oltre 250 ton. di hashish. Da rilevare che gran parte della cocaina  (oltre 5 tonnellate, il doppio del 2013) è stata intercettata nel porto di Algeciras (vi transitano circa 5 milioni di container l’anno), una bella città di oltre 110mila abitanti nella provincia di Cadice (Andalusia). Gran parte della cocaina sequestrata proveniva dai porti del Brasile e dell’Ecuador. Quello che, tuttavia, ha rappresentato una novità per il mercato spagnolo, è stato il sequestro, il più ingente in ambito europeo, di 131 kg. di metamfetamina stipata in un contenitore di ananas giunto, insieme ad altre merci, nel porto di Barcellona, verso la fine di novembre 2014. Gli arresti di due trafficanti messicani e le conseguenti indagini hanno consentito di appurare che la droga era destinata al mercato australiano dove avrebbe fruttato, trasformata in circa 600mila compresse, diversi milioni di euro. La posizione geografica del Paese, prospiciente le...


Sequestri di stupefacenti, un flash sul 2014

Gen 20th, 2015 | Categoria: articoli
di Piero Innocenti
Il 2014 si è chiuso con il sequestro, nel solo mese di dicembre, su tutto il territorio nazionale, di 1.936,66 kg. di stupefacenti di cui 1.285,460 kg. di hashish, 360,558 kg. di marijuana, 253,704 kg. di cocaina e 35,836 kg. di eroina. Sequestrati soltanto 19 dosi e 300 grammi di sostanze amfetaminiche e 9 dosi di Lsd. Tali risultati sono il frutto delle 1.043 operazioni antidroga “dicembrine”svolte dalle forze di polizia territoriali che hanno portato alla denuncia alla magistratura di 1.324 persone (526 gli stranieri), di cui 935 in stato di arresto e 375 in stato di libertà. Cinquantacinque i minori denunciati all’a.g. In attesa che la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del Dipartimento della Pubblica Sicurezza renda pubblico il consueto e prezioso rapporto annuale sul contrasto (sicuramente entro il primo semestre del 2015), con dati consolidati e valutazioni dettagliate anche sul narcotraffico internazionale, la prima considerazione che si può fare è quella sul volume globale, davvero notevole, di stupefacenti intercettato sul mercato italiano nel 2014: oltre 146 tonnellate (in gran parte marjiuana e hashish ma anche oltre 3,6 ton. di cocaina e circa una tonnellata di eroina). Il raffronto con i dati degli ultimi cinque anni ci aiuta...


L’oppio in Afghanistan alla fine dell’anno 1393

Dic 4th, 2014 | Categoria: prima pagina
di Piero Innocenti
Difficile riuscire a capire cosa potrà accadere in Afghanistan quando, alla fine di quest’anno, il 1393 secondo il calendario islamico, ci sarà il ritiro di gran parte delle forze militari straniere, americani in testa. I talebani continuano ad essere la perenne spina nel fianco del governo afghano mentre sono sempre più frequenti i loro attentati. L’ultimo, pochi giorni fa, il 28 novembre, con l’attacco alla ex base inglese di Camp Bastion, nella provincia di Helmand, con la morte di oltre 30 soldati afghani. Tra i più gravi problemi dell’anno che volge al termine, c’è sicuramente quello riguardante il traffico di droghe che continua ad essere, in un contesto di forte corruzione a livello centrale e provinciale, la fonte di finanziamento dei gruppi armati. È notorio il coinvolgimento dei talebani (“Sempre più vasto e in espansione” secondo il Dipartimento della Difesa americano nel rapporto di un anno fa) che per finanziare le loro operazioni militari vigilano e proteggono le coltivazioni di papavero, trasportano l’oppio e controllano i laboratori per la produzione dell’eroina. In tema di corruzione è emblematico il caso dell’arresto, per traffico di droga, alla fine del 2013, di Mohammad Kabir Andarabi, capo della polizia di Nimroz, assolto, poi, sorprendentemente, da...


Come va l’antidroga in Italia?

Set 4th, 2014 | Categoria: articoli
di Piero Innocenti
Il dato più significativo dell’attività antidroga del mese di luglio riguarda, a mio parere, quello sui sequestri di piante di cannabis effettuati dalle forze di polizia su gran parte del territorio nazionale. Con l’esclusione di una ventina di province, nelle restanti, infatti, sono state sequestrate 14.662 piante (si aggiungono alle 18.876 dei primi sei mesi del 2014), in alcuni casi coltivate nei campi, in altri in casa. Si va dalle poche piantine di Novara, Venezia, Grosseto, alle migliaia di Barletta (5.400), di Catania (2.259), di Taranto (1.023), di Savona (805). Considerando, poi, le quasi sette tonnellate di cannabis sequestrate nel solo mese di luglio 2014 ( 3,7 ton. di hashish e 3,2 ton. di marjiuana), si ha la ulteriore conferma di come la domanda interna di queste due droghe si mantenga molto alta e ponga il nostro paese sempre in testa nella classifica europea di maggior paese consumatore. Sostanzialmente invariati i prezzi all’ingrosso, 1.500 euro per un chilo di marjiuana e dai 1.500 ai 2.500 per l’hashish. Altri dati, sia pur non consolidati (elaborati a fine agosto c.a. dalla Direzione centrale per i Servizi Antidroga), meritano qualche riflessione. Mi riferisco, ad esempio, a quelli riguardanti le “operazioni antidroga”  diminuite a...


I dati antidroga (consolidati) di fine 2013

Giu 18th, 2014 | Categoria: news
A gennaio di quest’anno avevamo fornito i dati provvisori dell’attività antidroga svolta dalle forze di polizia e dalle dogane su tutto il territorio nazionale, in attesa della relazione annuale della DCSA (Direzione centrale per i servizi antidroga). Il rapporto è stato presentato ieri, martedì 17 giugno, in occasione della 31esima conferenza IDEC (International Drug Enforcement Conference) che si terrà a Roma sino a domani, giovedì 19 giugno. Se i dati di gennaio erano “stupefacenti” quelli definitivi di oggi sono “sbalorditivi”. Confermato, naturalmente, il picco assoluto dei sequestri di droghe in Italia, con oltre 72 tonnellate di cui 881 kg di eroina, 4.971 kg di cocaina e 65.168 kg di cannabis (36.347 kg di hashish e 28.821 kg di marjiuana). Si diffonde sempre più la “moda” di coltivarsi qualche pianta di cannabis in casa se si pena alle 894.874 piante sequestrate, gran parte in abitazioni. Solo 5.264 pillole di amfetamine intercettate mentre sono state ben 56 kg gli anfetaminici in polvere. 2.071 le dosi di Lsd. Sempre su livelli apprezzabili le operazioni antidroga (21.884) che hanno portato alla denuncia di ben 33.676 persone (di cui 24.735 in stato di arresto). 11.644 gli stranieri denunciati per delitti collegati alle droghe sono la...


I sequestri di droghe in Italia nel 2013

Gen 22nd, 2014 | Categoria: news
Nel 2013 il mercato illecito delle droghe si è confermato in ulteriore espansione rispetto agli anni passati. In attesa della preziosa relazione annuale della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (Dcsa) che verosimilmente sarà completata a primavera inoltrata, con altre informazioni,anche da paesi esteri, che andranno a corredarla, alcuni dei dati statistici, in fase di consolidamento, ci forniscono un quadro nazionale davvero…stupefacente. Intanto il record assoluto di sequestri effettuati dalle forze di polizia e dalle dogane, con 69.500 kg. di droghe di cui 62.300 kg di cannabis (36 tonnellate di hashish), 730 kg di eroina, circa 4.700 kg di cocaina, 55 kg di sostanze amfetaminiche in polvere e 4926 in dosi. 186.300 le piante di cannabis sequestrate nei campi o nelle abitazioni.  L’azione di repressione ha portato alla segnalazione alle varie Procure della Repubblica di 27.112 persone (gran parte in stato di arresto, altre in stato di libertà, in misura ridotta quelle in stato di irreperibilità) di cui 9.420 stranieri e 1.108 minori. Trent’anni fa (1984), le statistiche nazionali elaborate a quei tempi dall’allora Servizio Centrale Antidroga (Sca), indicavano in 497 kg l’eroina sequestrata e 72 kg la cocaina. Dieci anni dopo, i sequestri erano saliti a 6.492 kg di...