Articoli con tags ‘ cosca Nirta-Strangio ’


Strage di Duisburg, otto ergastoli

Lug 12th, 2011 | Categoria: news
Ferragosto del 2007, a Duisburg va in scena il rito antico della faida, nel cuore della notte settanta proiettili lasciano a terra sei persone. E’ il culmine della faida di San Luca, iniziata nel 1991, tra le famiglie di ‘ndrangheta Pelle-Vottari e Nirta-Strangio, proprio questi ultimi sarebbero i mandanti della strage. Oggi, dopo quattro anni di indagini, arresti eseguiti in mezza Europa, e udienze, le responsabilità di quella strage sono state individuate. L’atto finale, una camera di consiglio di dieci giorni, si chiude con una sentenza durissima: otto ergastoli sui nove richiesti dal procuratore aggiunto della Dda reggina e dai suoi sostituti. Oltre alle condanne e al pagamento delle spese processuali gli undici imputati ritenuti colpevoli sono stati anche chiamati al risarcimento danni in favore delle parti civili che si sono costituite in questo processo: solo alla Provincia di Reggio Calabria il danno deve essere liquidato in separata sede, ma comunque oggi gli imputati sono stati condannati a pagare 23mila euro di spese di costituzione e rappresentanza. Il resto verrà quantificato in separata sede. Inoltre, la stessa Corte d’assise ha riconosciuto 28mila euro alla mamma e alla sorella di Francesco Tommaso Venturi,...


In manette boss Giuseppe Nirta

Dic 10th, 2008 | Categoria: news
Lunedì 24 novembre, è stato arrestato ad Amsterdam Giuseppe Nirta, 38 anni, uno dei principali esponenti della cosca Nirta Strangio di San Luca. Nirta è cognato di Giovanni Strangio, 28 anni, altro importante esponente della cosca, entrambi implicati nella strage di Duisburg del 15 agosto 2007, quando di fronte al ristorante “Da Bruno” della località tedesca furono assassinati 6 esponenti della cosca Pelle-Vottari, da anni coinvolta contro i Nirta-Strangio nella cosiddetta “faida di San Luca”. Nirta, su cui grava una condanna a 14 anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, era ricercato da nove anni. L’operazione è stata coordinata dal Servizio centrale operativo dell’Interpol e condotta dalla squadra mobile di Reggio Calabria, in collaborazione con la polizia olandese. Manette ai polsi anche per Teresa e Angela Strangio, sorelle di Giovanni Strangio, ultimo latitante per la strage di Duisburg. In arresto anche la moglie di Nirta, Aurelia, e l’autista del boss, Giorgio Madeo. Per costoro l’accusa è favoreggiamento personale.