Articoli con tags ‘ Contromafie ’


Intervista a Luigi Ciotti: il “noi” per costruire il cambiamento

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli, articoli
«Non possiamo lottare contro le mafie senza politiche sociali, opportunità per le persone più deboli, interventi economici mirati, tutela e diffusione dell’area dei diritti» (altro…)


La mafia e l’effetto farfalla

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
«Compra tutto». Così ordinava nel 1989 – come risulta da una intercettazione telefonica sovente citata dal procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso – un mafioso catanese a un compare residente a Berlino. Intendeva attività commerciali e immobili. A poche ore dalla caduta del Muro, mentre i più contemplavano commossi la fine di un’epoca, loro ipotecavano il futuro. (altro…)


Misurare e combattere la mafia: un modello e alcune riflessioni

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
Obiettivi, strategie, successi e questioni aperte del lavoro compiuto negli ultimi 18 mesi dal Comissario di Governo per i beni confiscati (altro…)


Beni confiscati: bilancio di un biennio di attività

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
Obiettivi, strategie, successi e questioni aperte del lavoro compiuto negli ultimi 18 mesi dal Comissario di Governo per i beni confiscati (altro…)


Beni confiscati: l’orizzonte è l’Europa

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
La legge 109/96 sull’uso sociale dei beni confiscati non solo ha consentito di colpire più efficacemente la mafia nel portafoglio, ma ha offerto opportunità di lavoro pulito a tanti giovani, dimostrando che un’economia alternativa a quella mafiosa è possibile anche nei territori più difficili. Ma oggi alcune riforme migliorative della normativa sono ineludibili per non rallentare questo percorso virtuoso di aggressione ai patrimoni criminali (altro…)


Veleni e silenzi

Ott 10th, 2009 | Categoria: archivio articoli
In Italia, chi inquina fiumi, mari, devasta aree protette, riempie una cava abusiva di scorie e veleni, non commette un delitto. Da sempre il contrasto alle ecomafie è connotato dall’inerzia e dal silenzio della politica. Le vittime, “tanto”, non destano clamore. È urgente e necessario per tutti, invece, che si arrivi all’introduzione del delitto contro l’ambiente nel codice penale (altro…)


Speciale Contromafie – Stati generali dell’antimafia 2009

Ott 1st, 2009 | Categoria: numeri arretrati
Narcomafie_10_2009 In occasione di Contromafie 2009, Narcomafie esce con un’edizione speciale. Novantasei pagine per fare un bilancio delle strategie di prevenzione e contrasto al crimine organizzato e comprenderne il grado di condizionamento su economia, politica e società. Più di trenta interventi per conoscere il ruolo dell’ associazionismo, del mondo della cultura e dell’informazione come scudo contro lo strapotere mafioso. Un monografico dedicato a chi vuole saperne di più e non vuole restare a guardare. (altro…)


Contromafie 2009

Lug 7th, 2009 | Categoria: archivio articoli, articoli
Roma 23, 24 E 25 ottobre 2009 II^ edizione degli stati generali dell’antimafia Libera da sempre lavora per rafforzare il versante della prevenzione nell’opera di contrasto alle mafie, nella consapevolezza che il solo versante repressivo sia necessario ma non sufficiente. La prima vera risposta al controllo mafioso del territorio è la pratica di cittadinanza e partecipazione che singoli, associazioni e formazioni sociali di ogni genere sono chiamati a costruire e vivere. A tale riguardo nei documenti di Libera spesso si richiama uno dei suoi obiettivi principali: “costruire una comunità alternativa alle mafie”, dove vengano riconosciuti a ogni essere umano diritti e non favori, a differenza di quanto avviene nel sistema mafioso, così come è definito nella Carta Costituzionale. La battaglia contro le mafie è quindi necessariamente una battaglia per i diritti sanciti dalla Costituzione. Contromafie è un percorso di impegno culturale e sociale, uno strumento di lavoro che LIBERA propone periodicamente per offrire progettualità e contenuti all’associazionismo che si occupa di lotta alle mafie e che si batte per legalità e giustizia sociale; ulteriore obiettivo è la verifica degli esiti del confronto avviato con le istituzioni, con la politica e altri soggetti, a partire da quanto contenuto nel Manifesto finale di ogni edizione. Il messaggio...


La Tavola Rotonda

Gen 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Sento qui quel profumo di libertà che mio fratello agognava al posto del “puzzo del compromesso”, lo sento nelle attività di ogni giorno, negli incontri con gli studenti; lo sento nei giovani, che sono quelli che recepiscono prima il messaggio perché non hanno da scrollarsi di dosso situazioni pregresse che impediscono di vivere secondo i valori. Troppi adulti hanno dimenticato questo, hanno paure e reticenze, troppo “rispetto” verso forme precostituite alle quali non si può dire di no, verso le quali bisogna avere forme di tolleranza. I giovani sono più impetuosi e si libera più facilmente in loro quel profumo di libertà. Tuttavia affiora ancora, talvolta prepotentemente, quel puzzo, soprattutto un puzzo di indifferenza, il più acuto di tutti e più acuto ancora di quello delle complicità. L’indifferenza talvolta è peggio delle complicità: l’indifferenza significa soltanto stare a guardare. Indifferenza vuol dire talvolta, e talvolta senza rendersi nemmeno conto, lasciare soli coloro che indifferenti non sono, lasciare soli coloro che affrontano le situazioni perché non tollerano complicità, non tollerano contiguità; è questo lasciare andare che le cose vadano come vanno. La solitudine è frutto dell’indifferenza e credo che la solitudine sia il frutto più amaro dell’impegno, il più difficile da...


Per una economia di solidarietà

Gen 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Testimonianza introduttiva  C’era un ristoratore in Sicilia che ogni giorno doveva comprare solo il pesce che gli veniva portato da un amico degli amici. I suoi dipendenti erano tutti in regola e percepivano la paga sindacale. Un giorno qualcuno gli fa sapere che così facendo destabilizza il mercato del lavoro e alimenta le pretese dei dipendenti degli altri ristoranti. C’è un supermercato a Napoli: se si va a comprare lì con il motorino, è molto alto il rischio che questo ti venga rubato; se si va a piedi, si rischia di essere scippati subito dopo aver pagato. Il commerciante sa con chi parlare. Finiscono i furti contro i clienti, ma in cambio bisogna acquistare solo quell’olio e quella carne. C’è un gommista in Calabria che in una notte ha visto distrutto il lavoro di una vita: un incendio ha divorato tutti i mezzi e tutta la merce, il suo appartamento e quello dei figli.   Ci sono tanti uomini e tante donne che al Sud, in terra di mafia, provano a fare il proprio mestiere come lo si fa nelle regioni del Nord. Che pensano a lavorare senza convivere con la mafia. Sono ancora di più però – purtroppo la stragrande maggioranza...