Articoli con tags ‘ clan Colombo ’


Cosa nostra, 27 arresti tra Sicilia e Stati Uniti

Mar 10th, 2010 | Categoria: news
Si chiama “Paesan Blues” l’operazione coordinata dalla Dda di Palermo che, grazie alla collaborazione tra polizia e Fbi, il 10 marzo ha portato all’arresto di 27 presunti mafiosi operanti sull’asse Stati Uniti-Sicilia, accusati di associazione mafiosa, tentato omicidio, traffico di stupefacenti, riciclaggio, racket e altri reati. Al centro dell’inchiesta la famiglia di Santa Maria del Gesù, guidata dai fratelli Gioacchino e Giampaolo Corso (entrambi catturati). Tra New York e Miami sono stati arrestati 6 membri delle famiglie Colombo e Gambino. Uomo ponte tra Usa e Palermo è Roberto Settineri, 42 anni, ufficialmente esportatore di vini italiani in Florida e nei Caraibi. L’inchiesta rappresenta una ulteriore conferma del ritorno in auge, in epoca di declino dell’egemonia corleonese, di nomi della cosiddetta “vecchia mafia” che ha sempre coltivato rapporti privilegiati con le famiglie d’oltreoceano. Già nel 2006 l’operazione Gotha aveva rivelato il ritorno a Palermo degli “scappati”, esponenti di famiglie storiche (come gli Inzerillo) fuggite negli Usa per scampare alla follia stragista di Totò Riina. E nel 2008 l’operazione “Old Bridge” svelò i rinnovati legami tra mafia siciliana e famiglie newyorkesi: finirono in manette in 90, tra cui Giovanni Inzerillo, Frank Calì, Filippo Casamento e...


Il body building, il cinema e la mafia

Dic 30th, 2006 | Categoria: archivio articoli
Doping 6 La disciplina sportiva che porta alle estreme conseguenze la forma fisica, il body building, comincia a essere toccata dal fenemeno doping negli Usa dei primi anni 50. A differenza dei soldati che hanno assunto farmaci doping in determinati periodi e, per lo più, in dosaggi contenuti, i body builder sono stati spinti dal desiderio di incrementare la grandezza dei propri muscoli ad assumere dosi di farmaci doping enormemente superiori a quelle per cui quei farmaci erano stati sperimentati in campo terapeutico, producendo un vero e proprio boom nella richiesta di queste sostanze. Cosa Nostra production. Le più potenti famiglie mafiose italo-americane – come i Gambino, i Luchese, i Colombo e i Gotti – avevano conquistato da tempo il controllo del mercato illegale statunitense delle sostanze stupefacenti quando, all’inizio degli anni 70, compresero che poteva nascere un nuovo mercato illegale, quello degli steroidi anabolizzanti. Se ne impossessarono rapidamente e cercarono di incrementarlo sfruttando un’altra industria parzialmente nelle loro mani: il cinema. Attuarono un’idea perversamente efficace per entrambi i loro business illegali, probabilmente nata all’interno della palestra Golds Gym da loro posseduta a Los Angeles e che era frequentata da numerosi body builder ed attori: la produzione di un film con attori...