Articoli con tags ‘ Castelvetrano ’


“Caro professore…”

Nov 30th, 2008 | Categoria: archivio articoli
Dall’incauta corrispondenza con Tonino Vaccarino, un professore che lo conosceva da quando era fanciullo, il superlatitante Matteo Messina Denaro rivela molto di sé e dei suoi affari. Ma non abbastanza da lasciarsi catturare Un ragazzino dodicenne che si avvicina alla cassa di un negozio per pagare il giocattolo scelto, e la mano di un adulto che lo precede e gli sorride, chiedendogli in cambio una sola cosa: porgere a casa i suoi più cari saluti. Una scena che risale a un pomeriggio del 1974, a Castelvetrano, Valle del Belice, provincia di Trapani. Una città che diede i natali a illustri personaggi, come il filosofo e ministro della pubblica istruzione dell’epoca fascista Giovanni Gentile, qualche magistrato e un ex capo della Polizia, Giovanni Rinaldo Coronas. Ma i personaggi di quello scambio di convenevoli, diventati a loro modo anche famosi, non sono né magistrati, né filosofi, né poliziotti: quel ragazzino oggi è cresciuto, ed è l’attuale super latitante di Cosa nostra, Matteo Messina Denaro, 46 anni, ricercato dall’estate del 1993; l’altro è un insegnante, il professor Tonino Vaccarino, anch’egli destinato agli onori della cronaca, prima, politica, perché divenne sindaco Dc del paese, e poi nera e giudiziaria, perché travolto negli anni 80 da...


Messina Denaro, fallito blitz della polizia

Feb 10th, 2007 | Categoria: news
Tra Natale e Capodanno, la squadra mobile di Trapani, in collaborazione con il Servizio centrale operativo della polizia era convinta di aver individuato il super latitante di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro nei pressi di Castelvetrano. La soffiata, che secondo il quotidiano «la Repubblica» sarebbe giunta da una fonte riservata dei Servizi segreti, collocava Denaro in un casolare di proprietà di un pregiudicato, dove si sarebbe dovuto trovare per concedersi un pranzo festivo con alcuni amici, la fidanzata e la figlia, residenti a Castelvetrano. L’indicazione dei Servizi, tuttavia, si è rivelata falsa e nel casolare non è stata rilevata nessuna traccia neppure del passaggio del ricercato numero uno di Cosa...