Articoli con tags ‘ Cascina Caccia ’


Cascina Caccia, liberare il bene con l’Armonia. Una tre giorni di arte e dibattiti dedicati a Bruno Caccia

Giu 16th, 2015 | Categoria: prima pagina
“Educarci alla difesa della bellezza, del bene comune, dell’etica, valori fondamentali per essere cittadini consapevoli e attivi nel contrasto a tutte le forme di illegalità”. Il senso di Armonia, la rassegna artistica promossa per il settimo anno a Cascina Caccia, bene confiscato di San Sebastiano Po, lo spiegano gli stessi organizzatori: Libera, Gruppo Abele e Casa Acmos. Tre giorni, dal 26 al 28 giugno, dedicati alla memoria del procuratore di Torino Bruno Caccia (ucciso nel capoluogo piemontese il 26 giugno 1983) e attraverso cui prenderà forma un impegno antimafia declinato attraverso la cultura. La manifestazione comincerà nel tardo pomeriggio di venerdì 26 (alle 19, ritrovo in via Rigonda) con una marcia per le strade di San Sebastiano in ricordo di Caccia, nel giorno del trentaduesimo anniversario dall’uccisione. A seguire, alle 20, l’intervento dei familiari del procuratore e del sindaco Giuseppe Bava. Sabato 27, alle 19.30, l’intervento di Davide Mattiello, componente della Commissione parlamentare antimafia e deputato del Partito Democratico sarà preceduto da un momento di cena sociale con aperitivo a buffet e pizza e seguito dal concerto dei Monaci del Surf. Domenica 28, a chiudere la rassegna sranno Fargo e gli Afterglow. Prima però, alle 19.30, si terrà un incontro pubblico con l’ex...


Festival Armonia, l’arte a servizio dell’impegno contro le mafie

Giu 18th, 2014 | Categoria: news
San Sebastiano da Po, collina di Chivasso, comune della provincia torinese. Qui sorge Cascina Caccia, il bene confiscato alla famiglia ‘ndranghetista di Domenico Belfiore, che commissionò l’omicidio – avvenuto il 26 giugno 1983 – dell’allora procuratore capo di Torino Bruno Caccia, unico caso di magistrato ucciso al Nord dalla criminalità organizzata. Qui, per il sesto anno consecutivo, le associazioni Libera, Acmos, Gruppo Abele organizzano la rassegna “Armonia”, che si svolgerà dal 20 al 22 giugno e che è dedicata appunto al magistrato Caccia. “L’arte si mette dunque a servizio dell’impegno contro le mafie, con l’obiettivo di educarci alla difesa della bellezza, del bene comune e dell’etica, valori fondamentali per essere cittadini consapevoli e attivi nel contrasto di tutte le forme di illegalità”, si legge nella locandina di presentazione dell’evento. Le tre serate avranno inizio alle 19.30 con l’aperitivo; alle ore 21 di venerdì 20 giugno, saluti di apertura del sindaco di San Sebastiano da Po, intervento dell’onorevole Davide Mattiello ed esibizione del trio d’archi “String Trio Maya” e del “Fulvio Chiara Quartet”; alle 21 di sabato interverranno i famigliari del procuratore Bruno Caccia e, a seguire, concerto degli “El Tres”  mentre, alla stessa ora di domenica 22 giugno, interverrà l’ex...


Cascina Caccia, da venerdì torna il festival “Armonia”

Giu 21st, 2012 | Categoria: news
Cascina Caccia, il bene confiscato alla famiglia ‘ndranghetista Belfiore che il 26 giugno 1983 mise fine, uccidendolo, alla vita del Procuratore Capo Bruno Caccia, apre le sue porte all’arte. Da domani, venerdì 22, e fino a domenica 24 giugno, infatti, torna la rassegna artistica “Armonia: l’Arte Libera il Bene”, organizzato dalle associazioni Libera, Gruppo Abele ed Acmos in collaborazione con il Comune di San Sebastiano da Po (dove è situato il bene), l’IIS Beccari e l’associazione culturale Orme. «Armonia – si legge in una nota degli organizzatori – nasce nell’intento di creare una cultura della legalità a partire dalla musica e dall’arte. L’obiettivo è di autoeducarsi alla bellezza, alla difesa del bene comune e all’etica, valori fondamentali per essere cittadini attivi nel contrasto ad ogni forma di illegalità». Il programma prevede un aperitivo dalle 19.30, con inizio delle iniziative alle 21. Venerdì 22 interverrà Paola Caccia, figlia del Procuratore e di sua moglie Carla, al cui intervento seguirà il concerto dei “24 corde”. Sabato 23 si esibirà in concerto Beppe Crovella, preceduto dall’intervento del testimone di giustizia Pino Masciari. Infine, la serata di domenica 24 si aprirà con l’intervento del Procuratore Capo della Repubblica di Torino Gian Carlo Caselli e si concluderà...


La legge sul riutilizzo sociale compie 15 anni

Mar 7th, 2011 | Categoria: articoli, prima pagina
«Quindici anni dopo il bilancio è certo positivo, anche se rimangono delle criticità». Questo il primo commento di don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie e già padre del Gruppo Abele, a tre lustri di distanza dall’entrata in vigore delle legge 109/96. Era infatti il 7 marzo 1996 quando si dava attuazione alla normativa in materia di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle organizzazioni criminali: un traguardo raggiunto grazie a un milione di firme raccolte in seguito a una petizione popolare lanciata proprio dall’associazione contro le mafie, fondata l’anno prima. Nel corso di questi anni, sono «numerosi e concreti i percorsi di giustizia, i diritti costruti grazie alla legge 109: dagli edifici trasformati in scuole, caserme, centri per anziani, alle cooperative che sui terreni confiscati danno lavoro a tanti giovani. I prodotti a marchio Libera terra – ha proseguito don Luigi Ciotti – sono oggi forse il simbolo più visibile di questa svolta, questo contrasto alle mafie collettivo».  Un emblema che ha davvero il gusto della riscossa, come quello ritratto qui a fianco. Siamo a San Sebastiano da Po, sulla collina di Chivasso: la cascina intitolata a Bruno e Carla Caccia è stata confiscata alla...


Parte da Torino la carovana “memoria e impegno”

Lug 25th, 2010 | Categoria: archivio articoli, articoli
Dopo il primo raduno dei Giovani di Libera tenutosi a Cascina Arzilla – bene confiscato a Volvera (To) -, che ha ospitato più di 150 ragazzi provenienti da tutta Italia, parte sabato da Torino la carovana di “memoria e impegno”. Memoria per ricordare le vittime della mafia e per non abbandonare i testimoni di giustizia. Impegno verso la valorizzazione dei beni confiscati e la loro restituzione alla società, lungo il versante della lotta civile alle cosche. La carovana, patrocinata dal Consiglio Provinciale di Torino, vedrà più di 20 ragazzi da tutta Italia affrontare un viaggio a bordo di minibus e auto che partendo da Torino raggiungerà Roma, Latina, Milazzo, Polistena, Isola Capo Rizzuto e Castel Volturno, per un totale di oltre 3000 km in 5 giorni. La carovana prenderà il via da Cascina Caccia, bene confiscato a San Sebastiano da Po nei pressi di Torino e dedicata al procuratore ucciso dalla ‘ndrangheta nel 1983 , passerà poi da Roma per ricordare la diciassettenne testimone di giustizia Rita Atria che si tolse la vita dopo la strage di via D’Amelio e la morte di Paolo Borsellino. Da Roma si dirigerà a Milazzo, poi Polistena e Isola Capo Rizzuto, comune recentemente colpito...