Articoli con tags ‘ Carla del Ponte ’


Kosovo e traffico d’organi: il Parlamento europeo approva la risoluzione Marty

Gen 26th, 2011 | Categoria: articoli
di Matteo Zola
“Lei indica Hashim Tachi come padrino della rete mafiosa kosovara. Pensa di avere le prove per portarlo in tribunale?” chiede Audrey Tilve, giornalista di Euronews, a Dick Marty, l’uomo che con il suo rapporto ha finalmente portato alla luce quanto già da tempo si sospettava: il traffico d’organi gestito dall’Uck per finanziare la guerra contro la Serbia di Milosevic. “Da ormai quindici anni il signor Thaci è citato in tutti i rapporti della polizia e dei servizi segreti. Bisognerebbe chiederci perché fino a ora non ci sia mai stata una vera indagine, perché si tollerano i dubbi. Non è solo una questione giuridica o penale: ci sono degli impegni politici da rispettare che non si possono eludere”. L’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha infatti approvato a maggioranza la risoluzione di Dick Marty, che è stata adottata con 169 voti a favore e 8 contrari, 14 gli astenuti. L’assemblea ha invitato la comunità internazionale affinché venga fatta piena luce sui crimini commessi in Kosovo prima, durante e dopo la guerra, con particolare attenzione al traffico di organi, che vedrebbe coinvolto l’attuale primo ministro Hashim Thaci. “Avrei potuto evitare di fare nomi, ma il rispetto per le vittime e le loro famiglie...


Kosovo accusato dal Consiglio d’Europa: Tachi “il più pericoloso padrino dell’Uck”

Dic 15th, 2010 | Categoria: news, prima pagina
Un rapporto sta passando tra i banchi del Consiglio d’Europa, una bozza ancora, ma a redigerlo è stato Dick Marty, relatore speciale sugli affari legali e i diritti umani del Consiglio stesso. Contenuto: Hasim Tachi era alla guida di un gruppo criminale di stampo mafioso che gestiva il traffico di stupefacenti, armi, e organi umani in Kosovo. Sotto accusa è il cosiddetto “Gruppo di Drenica” che comprende, oltre a Tachi, dirigenti dell’Uck – l’esercito di liberazione del Kosovo – poi divenuti, con l’indipendenza, leader del mondo politico ed economico del Paese. “Thaci e questi altri membri del “Gruppo di Drenica” sono consistentemente indicati come “attori chiave in rapporti di intelligence sulle organizzazioni criminali mafiose kosovare”, dice il rapporto, reso noto da Reuters. L’aspetto più inquietante è quello del traffico d’organi: che l’esercito di liberazione kosovaro utilizzasse simili metodi per finanziarsi, era già oggetto delle indagini di Carla del Ponte, ex procuratore capo del Tribunale Penale Internazionale per l’ex-Jugoslavia, carica che ha ricoperto dal 1999 al 2007. La Del Ponte, che dal 2008 è ambasciatore per la Svizzera in Argentina, ha raccolto le sue accuse in un libro in cui  l’UCK è accusato di aver rapito 300 serbi, rimuovendo loro gli organi...