Articoli con tags ‘ canelli ’


In vino veritas: Canelli e il caporalato

Gen 24th, 2014 | Categoria: news
Canelli, provincia di Asti, terra di vigne nelle quali si raccoglie l’uva che si trasforma in barbera e moscato, ha visto negli ultimi anni un incremento, fino a diventare un prassi, delle assunzioni di braccianti macedoni e bulgari per la vendemmia. All’inizio di dicembre del 2013, un articolo dell’Espresso intitolato “La vendemmia della vergogna” ha denunciato, a livello nazionale, la presenza di caporalato nell’impiego di tali braccianti e ha mostrato delle immagini dell’accampamento che alcuni di loro hanno creato a cielo aperto nella cittadina. Dopo aver intervistato Alberto Mossino, dell’associazione Piam Onlus di Asti, che ha seguito la situazione da vicino, denunciando un impiego di manodopera da parte delle aziende vinicole tramite un caporalato legalizzato sotto forma di cooperative e la pessima condizione abitativa nella quale vertevano alcuni dei macedoni e bulgari recatasi a Canelli per la raccolta dell’uva, abbiamo voluto approfondire la conoscenza sulla situazione parlando con Marco Gabusi, il sindaco della città. Gabusi ci ha raccontato che Canelli ha una grossa comunità macedone e bulgara di circa un migliaio di persone che da anni vivono in modo stanziale nella città, questo avrebbe permesso l’inizio di impiego di connazionali in cerca di un’occupazione di breve durata per la raccolta dell’uva. Una settimana prima dell’inizio della vendemmia...