Articoli con tags ‘ Benevento ’


Vedova del capo assume il comando del clan

Giu 17th, 2011 | Categoria: news
I carabinieri del comando provinciale di Benevento hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip della Dda del Tribunale di Napoli, nei confronti di nove persone ritenute responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata all’usura e alle estorsioni, ai danni di numerosi imprenditori operanti nel capoluogo sannita. Tra gli arrestati spicca Patrizia Matuozzo, vedova del capoclan Cosimo Nizza – ucciso in un agguato di camorra il 27 aprile 2009, vicino alla sua abitazione al Rione Libertà – e sorella di Vincenzo Matuozzo, legato al gruppo degli ‘Scissionisti’ di Secondigliano a Napoli. Dall’indagine, denominata ‘Fiducia’ per l’aiuto che le vittime hanno offerto collaborando con gli investigatori, si è dedotto che l’attività del clan, dopo la morte del capo, è stata diretta dalla moglie, dal figlio e da altri soggetti con essi imparentati ai quali vengono contestati diversi atti criminali pur d’imporre il pagamento degli interessi usurai, il pizzo e il controllo del territorio. In particolare gli indagati, avvalendosi della forza d’intimidazione e del vincolo associativo, concedevano prestiti che le vittime erano costrette a restituire, pena minacce e violenze, con un tasso d’interesse altissimo, tanto da raggiungere la soglia del 350 per cento. In uno dei casi accertati,...


Soffia il vento, urla la bufera

Ott 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Fonte di energia pulita o scempio naturalistico? Sull’utilizzo dell’eolico in Italia è scontro. Da una parte i produttori e alcune associazioni ambientaliste, che lo ritengono indispensabile e vantaggioso. Dall’altra molte comunità locali, che vedono violato il diritto costituzionale alla salvaguardia del territorio in nome di una pubblica utilità che si traduce in vantaggi solo per le aziende. E 12 comuni del beneventino minacciano persino la secessione dalla Regione Campania, considerata troppo “generosa” nel rilasciare le autorizzazioni Grandi, immensi, dalle braccia enormi: non si tratta di giganti delle favole, ma di impianti eolici, contro cui molte comunità locali italiane si battono accusandoli di scempio paesaggistico e danni alla flora e alla fauna. Un business, quello dell’energia eolica, portato avanti, secondo le accuse, in maniera indiscriminata, in spregio delle regole, e che ha aperto la strada alla devastazione del territorio in cambio di proventi da capogiro, di cui però beneficiano solo le aziende, e non le popolazioni. Tanto che in Campania, in provincia di Benevento, 12 comuni della Val Fortore vogliono addirittura staccarsi per diventare parte del Molise. Un’occasione per produrre energia pulita e combattere l’inquinamento da effetto serra che l’Italia non deve perdere rischiando di rimanere ai margini dell’Europa, ribattono le aziende produttrici e...


Una questione esplosiva

Giu 30th, 2007 | Categoria: archivio articoli
Presunte irregolarità nelle concessioni edilizie rilasciate dal comune di Benevento: un sindacalista denuncia e poco dopo un ordigno deflagra nel palazzo in cui vive. La posta in gioco è alta: le autorizzazioni rilasciate consentirebbero di ridisegnare l’intera città. Un giro vorticoso di denaro gestito completamente da imprese casertane e napoletane Esplode nella notte tra il 28 e il 29 marzo la bomba sotto la quale va in frantumi quel che resta del mito di “Benevento-città sicura”. La magistratura sta ancora indagando, ma, con tutta probabilità, il destinatario dell’ordigno che ha divelto nel silenzio generale il portone di un palazzo mandandolo in frantumi, è Gabriele Corona, coordinatore dello Slai Cobas provinciale e attivista politico, che in quel palazzo abita. Sue sono infatti le ripetute denunce di irregolarità relative a una serie di concessioni edilizie di cui sono state beneficiarie molte imprese casertane e partenopee, che promettono in pochi anni di ridisegnare il volto della città. Temi caldi, al centro dell’attenzione dei media e della politica locale.  Sannio, non perderlo di vista. Solo una settimana prima dell’attentato intimidatorio a Corona, l’ufficio di vigilanza edilizia del Comune chiede la sospensione di 20 concessioni edilizie perché non conformi agli strumenti urbanistici. A rischiare di saltare sono...