Articoli con tags ‘ Bangladesh ’


Il Bangladesh, l’Unicef e l’arsenico

Set 10th, 2001 | Categoria: archivio articoli
Da più di quindici anni in Bangladesh si muore a causa dell’acqua. All’origine di tutto, i pozzi fatti costruire senza controlli dall’UNICEF. Un clamoroso “errore umanitario” che tarda ad essere riconosciuto L’ultima speranza arriva dagli Stati Uniti. Un team di ricercatori dello «Stevens Institute of Technology» del New Jersey ha trovato un sistema economico ed efficace per ridurre la quantità d’arsenico presente in acque contaminate. Dopo un anno di esperimenti condotti nel villaggio Gulmohar in Bangladesh, si è appurato che aggiungendo polvere di ferro all’acqua e filtrandola poi nella sabbia, la quantità di arsenico viene ridotta a livelli ritenuti sicuri dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Centinaia di buchi nell’acqua. La notizia sembra di poco conto. Ma per gli abitanti del Bangladesh è molto importante. Sono dai 15 ai 18 milioni le persone, soprattutto bambini, che in questo paese (130 milioni di abitanti) soffrono di tumore ai polmoni, allo stomaco, alla pelle, avvelenate dall’arsenico. Altri 70 milioni di persone sono a rischio o manifestano già sintomi d’avvelenamento a vario livello: eruzioni cutanee, mal di testa cronici, bronchiti. La gravissima situazione che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito «il più grande disastro ambientale del mondo», ha, ufficialmente, origini ancora sconosciute. Ma sembra sempre...