Articoli con tags ‘ atti intimidatori ’


Beni confiscati, a Borgo Sabatino atti intimidatori e vandalici

Ott 22nd, 2011 | Categoria: articoli, prima pagina
di Marika Demaria
«Con questo gesto ci hanno detto che noi qui non ci dobbiamo stare. Ci vogliono mettere in condizioni di non lavorare». Così Antonio Turri, referente regionale di Libera Lazio, commenta quanto accaduto nella notte tra venerdì 21 e sabato 22: un vero e proprio atto intimidatorio perpetrato ai danni della parte interna aperta al pubblico del bene confiscato battezzato “Villaggio della Legalità” di Borgo Sabatino, in provincia di Latina. Sono andati distrutti computer, impianti elettrici e di irrigazione, messo a soqquadro l’arredo, spaccate le vetrate a picconate: un blitz notturno compiuto, secondo le primissime indagini, almeno da una decina di persone. «Un atto grave, vile – ha dichiarato in una nota don Luigi Ciotti, presidente dell’associazione Libera –  che colpisce un bene confiscato e restituito alla collettività e dove Libera si era resa disponibile su richiesta del Commissario Prefettizio di Latina di accompagnare nel percorso di recupero, valorizzazione del bene con il protagonismo delle realtà associative locali. Nessuno può pensare di vandalizzare e di fermare questo impegno delle tante realtà del posto che insieme con fatica, passione e responsabilità  stanno realizzando percorsi di democrazia e giustizia sociale». Il bene confiscato per abusivismo edilizio si estende per...


Vibonese, in fiamme l’auto del prete antimafia don Tonino Vattiata

Giu 20th, 2011 | Categoria: news
Non si arrestano gli atti criminali nella provincia calabrese di Vibo Valentia. Dopo l’incendio che ha bruciato l’auto di Giuseppe Vita, consigliere comunale tra le fila del Pd, un altro rogo ha interessato il Vibonese. Questa notte le fiamme hanno infatti avvolto l’Opel Corsa (nella foto) di Don Tonino Vattiata (nel riquadro in basso a sinistra), giovane prete che da anni nella lotta alle mafie si spende sul territorio. Il parroco di Pannaconi di Cessaniti nel Vibonese era già stato raggiunto da alcune intimidazioni verbali, con le quali gli si consigliava di “farsi da parte”: lui ha sempre risposto con coraggio, proseguendo la propria attività di denuncia su un territorio devastato dalla presenza della ‘ndrangheta. Don Tonino Vattiata è anche membro del coordinamento di Libera Vibo Valentia, il cui referente provinciale è don Giuseppe Fiorillo, che esprime «una condanna forte e severa contro un episodio che reputo vigliacco». Il coordinamento tutto si stringe intorno a don Tonino Vattiata, affidando ad un comunicato stampa parole di solidarietà e vicinanza e sottolineando che «è giunto il tempo di decidere veramente da che parte stare, senza se e senza ma; cosa vogliamo fare del nostro territorio, della nostra provincia, cosa vogliamo dare ai...


Il caso Rega: per avere la scorta prima ti devono sparare

Gen 10th, 2011 | Categoria: prima pagina, Una boccata d'ossigeno
di Alberto Spampinato. Direttore di Ossigeno per l’informazione, osservatorio della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti sui cronisti minacciati e le notizie oscurate con la violenza (altro…)