Articoli con tags ‘ Albino Prudentino ’


Il processo Prudentino si farà. L’ombra di un ministro albanese sugli affari della Scu

Set 22nd, 2011 | Categoria: news
Il processo sui nuovi affari della Sacra corona unita, macchinette per il gioco d’azzardo, casinò e naturalmente droga, nel triangolo Puglia-Calabria-Albania, si farà. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce Carlo Cazzella ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio per 416 bis formulata dal pubblico ministero Alberto Santacatterina a carico della nuova compagine mafiosa salentina. Compariranno di fronte al collegio giudicante del tribunale di Brindisi il 16 novembre prossimo l’ex primula rossa della Scu Daniele Vicientino, 36 anni, Mesagne; Albino Prudentino, 59 anni, di Ostuni; Nicola Nigro, 36 anni di Ceglie Messapica; Bruno Bembi, 48 anni di Oria; Maurizio e Giovanni Vicientino (cugini del boss) di 34 e 58 anni; Angelo Cavallo, 38 anni di Mesagne; Tiziano Maggio, 33 anni di Mesagne; Tobia Parisi, 30 anni, di Mesagne. L’undicesimo uomo, il collaboratore di giustizia Ercole Penna, 36 anni, di Mesagne, sarà invece giudicato in un procedimento separato dato che l’ex boss ha chiesto di essere processato con rito abbreviato. Stralciata anche la posizione di Gennaro Solito,...


Scacco alla Scu: estradato dall’Albania il boss Albino Prudentino

Gen 11th, 2011 | Categoria: news
Albino Prudentino ha nuovamente toccato suolo italiano questa mattina, dopo essere atterrato all’aeroporto di Fiumicino. Il boss della Sacra Corona Unita è stato estradato dall’Albania, dopo essere stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della Dda di Lecce. Su di lui gravano le accuse di “associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione, con l’aggravante del metodo mafioso”. L’uomo, 58 anni di Ostuni, era stato arrestato nel 2009 nell’ambito dell’operazione “Calypso” che di fatto aveva permesso di smantellare i vertici della branca brindisina della Sacra corona unita; i nove arrestati erano stati accusati di essere riusciti a ricostituire i vertici dell’organizzazione malavitosa fondata da Giuseppe Rogoli, al quale continuavano a fare riferimento. Tra le attività cardine lo spaccio di sostanze stupefacenti: dalle indagini condotte dal Ros dei Carabinieri è emersa l’esistenza di due canali di approvvigionamento – in Piemonte e in Calabria – e di una rete capillare che coinvolgeva la Puglia e l’Emilia Romagna. Albino Prudentino si era trasferito in Albania da un paio di anni, dove, grazie a un giro di amicizie “giuste”, era riuscito a fondare tre diverse società nell’ambito del gioco d’azzardo e delle...