Articoli con tags ‘ 416 ter ’


Nota di Libera su approvazione 416 ter

Apr 16th, 2014 | Categoria: articoli, prima pagina
L’approvazione al Senato della modifica del 416ter contiene una buona notizia e un errore da correggere: la buona notizia è l’inserimento, dopo un iter tormentato, delle due parole “altra utilità”, che colpiscono al cuore il voto di scambio politico mafioso, finora limitato  all’erogazione di denaro. Una riforma sostenuta da oltre 475mila cittadini che hanno firmato la petizione della campagna Riparte il futuro, promossa da Libera e Gruppo Abele. Grazie a queste due parole si potrà contrastare in maniera più efficace il “mercato dei voti”, venduti e comprati in cambio di favori, a partire dalle prossime elezioni di maggio, europee e soprattutto amministrative. L’errore, su cui Libera ha espresso fin da subito le sue perplessità, è quello della riduzione delle pene, che vanno inserite, invece, in un più generale inasprimento di tutti i reati di mafia, a partire dal 416 bis, oggi sanzionato con condanne inferiori a quelle previste per l’associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. L’auspicio, già sotttolineato prima del voto di oggi a Palazzo Madama, è che il governo intervenga quanto prima, come suggerito dalla commissione Garofoli, perché siano previste per i reati di mafia sanzioni più severe ed efficaci, nel rispetto del principio della proporzionalità della...


Anticorruzione e 416ter, per un voto libero da logiche mafiose

Gen 31st, 2014 | Categoria: articoli, prima pagina
di Leonardo Ferrante (Liberainformazione.org)
Era il gennaio 2013 quando Riparte il futuro, campagna promossa da Libera e Gruppo Abele, poneva la lotta alla corruzione all’ordine del giorno dell’agenda elettorale di tutte le forze politiche. Una politica anticorruzione non può che cominciare da un voto libero da logiche mafiose e corruttive: è per questo che come primo impegno si è scelto di chiedere il potenziamento della norma che punisce lo scambio elettorale politico-mafioso. Da lì in poi è iniziato un processo tortuoso, intenso e a tratti difficile, che ha visto le elezioni, la nascita dell’intergruppo parlamentare dei “braccialetti bianchi” (appunto il simbolo della campagna consegnato ai politici aderenti), una prima fase alla Camera, un periodo di stallo, una ripresa al Senato che puntava a migliorare il testo adottato in prima istanza e che oggi è approvato in Aula. Ma la strada non è ancora conclusa. “L’approvazione del Senato della modifica del 416ter è una bella notizia – sono le parole con cui don Luigi Ciotti commenta la notizia – L’auspicio, ora, è che la Camera dei Deputati trasformi definitivamente questa proposta in una legge dello Stato”. Il voto, non all’unanimità, ha potuto contare sul sostegno dei gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle, del Partito Democratico, di...


Approvazione in Senato del 416ter: lotta alla corruzione è priorità etica e economica

Gen 29th, 2014 | Categoria: articoli, prima pagina
di Luigi Ciotti
L’approvazione del Senato della modifica del 416ter – norma che colpisce lo scambio elettorale politico-mafioso – è una bella notizia. L’auspicio, ora, è che la Camera dei Deputati trasformi definitivamente questa proposta in una legge dello Stato rispondendo concretamente alla sollecitazione di oltre 377 mila cittadini che hanno firmato la petizione della campagna Riparte il futuro promossa da Libera e Gruppo Abele. La lotta alla corruzione è infatti una priorità non solo etica ma economica: non meno delle mafie, la corruzione è furto di bene comune, furto di diritti e di speranze, di opportunità e di lavoro. Ed è soprattutto un impegno che deve coinvolgerci tutti, toccare le coscienze laiche e quelle religiose, stimolare una comune ricerca di giustizia e di verità. «La corruzione odora di putrefazione» ci ha ricordato Papa Francesco, sottolineando l’insidia di un crimine che trova sempre «il modo di salvare le apparenze». È estremamente importante che la norma definisca il reato non più solo attraverso il criterio, ormai insufficiente, dello scambio in denaro, ma chiamando in causa le “altre utilità” e “promesse” (informazioni sensibili, raccomandazioni, prestazioni sessuali, protezioni dai controlli e così via) attraverso cui si può sviluppare un rapporto corruttivo. Si tratta però solo di un primo passo, di...


Riparte il futuro: il testo di modifica del 416 ter è perfettibile, ma bisogna andare avanti

Lug 25th, 2013 | Categoria: articoli, prima pagina
di redazione
“270mila cittadini si sono esposti in una campagna che si chiama ‘Riparte il futuro’ – ha affermato Luigi Ciotti, in risposta alle criticità emerse dal testo adottato all’unanimità dalla Camera la scorsa settimana sul voto di scambio – . Attraverso questa campagna i cittadini hanno interpellato i candidati alle elezioni chiedendo loro se fossero stati eletti, di impegnarsi nei primi cento giorni a votare la modifica al 416-ter che misurasse il voto di scambio anche in termini di “altra utilità” e non solo di scambio di denaro. Questo impegno da parte del Parlamento c’è stato – ha proseguito don Ciotti – ed è un fatto positivo. Si è creato un gruppo interparlamentare a cui hanno aderito forze politiche di diverso schieramento. Oggi questa modifica si è aperta su una parola, ‘procacciamento’, che è insidiosa perché, come molto giustamente alcuni magistrati evidenziano, si possono creare dei meccanismi che impediscono di dimostrare fino in fondo il reato di corruzione. Lo dicono magistrati fortemente impegnati, magistrati seri, che conoscono sia i giochi criminali mafiosi, sia quelli di un’area grigia che a volte li sostiene. Mi auguro comunque – ha concluso don Luigi Ciotti – che la positività che si è creata in questi...


416-ter, don Luigi Ciotti: “Superare l’inghippo sul procacciamento”

Lug 24th, 2013 | Categoria: articoli, prima pagina
di Marika Demaria
È rinviata a lunedì 29 luglio la discussione in Parlamento sul nuovo testo del 416 ter. La modifica alla legge sullo scambio elettorale politico mafioso (il cosiddetto voto di scambio) la si attendeva sin dal 1992, cioè dalla sua entrata in vigore. Perché, secondo il codice di procedura penale, ad oggi il reato viene commesso solo in presenza di passaggio di denaro: promessa di voti in cambio della erogazione di denaro. Negli scorsi mesi, la campagna “Riparte il futuro” ( http://www.riparteilfuturo.it/) promossa da Libera e dal Gruppo Abele, si è fatta promotrice della richiesta di modifica del 416 ter, chiedendo che fossero inserite le parole “altra utilità”. Una vera e propria lotta contro la corruzione, sottoscritta on line da oltre 275 mila persone e che ha portato ad un impegno concreto di 386 parlamentari che, braccialetto bianco al polso (simbolo della campagna), hanno deciso di “metterci la faccia”, aderendo all’iniziativa e rendendosi portavoce di questa richiesta partita dal basso. (altro…)