Riparte il futuro


Nomen omen

Set 17th, 2015 | Categoria: archivio articoli, Riparte il futuro
di Leonardo Ferrante
Era una sera del settembre 2012 quando, a un giovane ed eterogeneo gruppo di attivisti di Libera e Gruppo Abele, fu consegnata l’eredità della campagna Corrotti, che qualche anno prima aveva ricordato all’Italia le tante convenzioni internazionali firmate e non ancora pienamente ratificate nel nostro Paese. Ricominciare da quel milione e 300 mila cartoline raccolte e consegnate a Giorgio Napolitano, allora Presidente della Repubblica, non era un’impresa né semplice né scontata, perché le aspettative della società civile per un impegno sui temi si erano fatte sempre più forti ed esigenti. Soprattutto perché l’Italia, in linea con un processo mondiale, era cambiata e si era data altri strumenti: il digitale, i social network, i dati aperti, le petizioni online. Di lì a poco si sarebbe data anche una nuova legge anticorruzione, la 190 del novembre del 2012, che introduceva la prevenzione come strumento di lotta alla corruzione, portando in sé un principio che nel giro di pochi mesi sarebbe esploso con il decreto sulla trasparenza, il n.33 del marzo 2013: il diritto di sapere e monitorare da parte della cittadinanza. In un clima di fermento culturale ma anche politico che pareva volgere al cambiamento e che invece si tradusse in uno stallo di...


La corruzione si combatte a scuola

Lug 1st, 2015 | Categoria: archivio articoli, Riparte il futuro
di Leonardo Ferrante
Portare avanti da tre anni la campagna anticorruzione Riparte il futuro a volte diventa oltremodo difficile. Nonostante i risultati raggiunti, quando emerge dalle cronache una Roma divorata da Mafia capitale i pensieri si affollano con insistenza: il senso di inutilità e scoramento è forte e porterebbe a demordere. Ciò che spinge ad andare avanti è il convincimento che, proprio perché la notte è così buia, è fondamentale continuare ad illuminare, ponendo un faro per portare allo scoperto gli accordi occulti e il terreno su cui prosperano. Si resta incantati incontrando i ragazzi delle scuole superiori partecipanti alla nona edizione del percorso-concorso Regoliamoci, organizzato da Libera in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Per gli studenti dai 14 ai 19 anni, il tema di quest’anno è stato proprio Riparte il futuro. Durante l’intero anno, potevano seguire gli aggiornamenti della campagna; erano chiamati a informarsi su casi territoriali e studiare le norme in materia; erano invitati a considerare gli episodi di corruzione che nella loro vita potevano incontrare; potevano riflettere con le famiglie sui danni causati dalla logica del favore e della spintarella. Soprattutto, veniva loro chiesto di sviluppare idee creative per risvegliare le coscienze, specie quelle dei coetanei, su un...


Una battaglia di tutti

Mar 26th, 2015 | Categoria: archivio articoli, Riparte il futuro
di Leonardo Ferrante
Riparte il futuro, la campagna apartitica e trasversale di Gruppo Abele e Libera che ha per obiettivo quello di contrastare il fenomeno della corruzione attraverso l’agire della società civile, a gennaio ha compiuto due anni. Forte di quasi 800mila firmatari che la rendono l’iniziativa online più partecipata d’Italia, è una campagna di successi e di sconfitte, più in generale di qualche buona notizia in una stagione di terribile cronaca: Mose, Expo, Mafia capitale sono solamente i casi più noti degli ultimi mesi. L’obiettivo più ambizioso di Riparte il futuro non è raggiungere un milione di firme, mantra che ripetiamo spesso per far comprendere quanto sia importante essere in molti; ma è morire, scomparire, smettere di avere un ruolo. Ci auguriamo che nel prossimo domani non si renda più necessaria un’iniziativa dal basso per evidenziare la più banale e lampante delle verità: che la corruzione distrugge l’economia sana, i diritti sociali, la stessa convivenza umana, e non conviene mai. Solamente in un Paese in costante emergenza morale è necessario che sia la cittadinanza a ricordarlo. Sino a quando però la lotta alla corruzione sarà percepita come sola battaglia di qualcuno “più etico” degli altri, Riparte il futuro dovra continuare a esistere. Riparte il futuro ha...