prima pagina
A Bologna la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime delle mafie di redazione

Sabato 21 marzo Bologna accoglierà la ventesima edizione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Un appuntamento che si prepara ogni giorno sui territori, affiancando la memoria all’impegno, pilastri dell’associazione Libera che promuove la Giornata e che quest’anno ha scelto come slogan “La verità illumina la giustizia”. La Giornata [...]

prima pagina
Aosta, l’imprenditore che frequenta soggetti organici alla ‘ndrangheta di Marika Demaria

Giuseppe Tropiano, imprenditore della Valle d’Aosta assolto in secondo grado dall’accusa di favoreggiamento aggravato dal metodo mafioso dal Tribunale di Torino nell’ottobre 2013, secondo un’informativa dei Carabinieri di Aosta ha “frequentazioni con soggetti di caratura criminale organicamente inseriti nella ‘ndrangheta”. Il Tar di Aosta ha dunque stabilito, nei giorni scorsi, di non riconsegnare i fucili [...]

prima pagina
Processo al clan Messina Denaro, l’arringa dell’associazione Libera di Rino Giacalone

“È stata raggiunta la piena prova che i sodali della famiglia mafiosa di Castelvetrano esercitavano un penetrante controllo del territorio con i classici metodi mafiosi che consentiva loro di condizionare  l’intero sistema economico del comprensorio trapanese e non solo”. È netta la conclusione che dinanzi al Tribunale di Marsala è stata offerta dagli avvocati della difesa [...]

prev next

brevi di mafia

Palermo, sequestro da 50 milioni

Beni per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Ros e dalla ...

Mafia, l’ex presidente Cuffaro chiede l’affidamento ai servizi sociali

L'ex presidente della Regione siciliana, Salvatore Cuffaro, condannato a sette anni per favoreggiamento aggravato alla mafia ha chiesto di essere ...

‘Ndrangheta:non sarà sciolto comune Rende

Non sarà sciolto per presunte infiltrazioni mafiose il Comune di Rende. Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha firmato un decreto ...

Mafia: D’Alì, Pm: “minacciati testimoni”

Ennesimo colpo di scena nel giorno in cui il giudice avrebbe dovuto emettere la sentenza, al processo per concorso in ...

Scritte a favore della mafia in una scuola di Brindisi

Hanno messo a soqquadro l'atrio principale, azionato estintori, allagato aule e corridoi e scritto sui muri ''La mafia siamo noi'' ...

Mafia cinese minacciava commercianti a Prato. Cinque arresti

Armati di fucile cercavano di imporre a negozianti l'acquisto di merce da propri "fornitori di fiducia" che avrebbero ceduto alimenti ...

Trovato a Roma arsenale ‘ndrangheta

La polizia ha scoperto a Roma un arsenale della 'ndrangheta riconducibile al 31enne Gianni Cretarola, killer di Vincenzo Femia, il ...

‘Ndrangheta, ricerca cadaveri a Volpiano ancora senza esito

Si sono conclusi senza esito, a Volpiano (Torino), gli scavi per trovare i resti di Antonio e Antonino Stefanelli e ...

Maxi operazione a Roma contro camorra e ‘ndrangheta

Sono 50 le persone arrestate nella maxioperazione antidroga dei carabinieri di Roma nei confronti di 4 organizzazioni criminali. I militari ...

Camusso, beni confiscati non siano gestiti da tribunali

"E' bene e giusto sequestrare e confiscare i beni, dentro i processi, alla criminalità organizzata per la tutela della legalità, ...

‘Ndrangheta: 23 arresti nel reggino

I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato 23 persone ritenute affiliate alla cosca Ascone. L'inchiesta fa seguito ...

NEWS

Omicidio La Rosa, a distanza di dieci anni arrestati i mandanti evidenza

Due persone ritenute appartenenti alla ‘ndrangheta di Canolo, della cosca Raso-Filippone, sono state poste sotto custodia cautelare poiché ritenuti essere i mandanti dell’omicidio del dottor Fortunato La Rosa, primario in pensione del reparto di oculistica dell’ospedale di Locri, avvenuto in un agguato l’8 settembre del 2005, a Gerace. Gli arrestati sono: Giuseppe Raso, 74 anni, [...]

#Mappiamolitutti: WikiMafia svilupperà MafiaMaps evidenza

WikiMafia è il più grande (e il primo) Wiki dedicato alla mafia. Nato da un progetto di Pierpaolo Farina e Francesco Moiraghi, ha coinvolto diverse persone e ora è pronto a fare un passo avanti con la realizzazione di MafiaMaps: la prima App, finanziata attraverso il sistema di crowdfunding, che permette a ogni cittadino di [...]

Napoli, colpito il clan De Micco: 12 arresti evidenza

La Dda di Napoli ha proceduto oggi, lunedì 23, all’arresto di dodici persone. Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse nei confronti di affiliati al clan camorristico “De Micco”. I reati contestati sono estorsione aggravata da metodo mafioso, porto e detenzione illegale di armi e incendio doloso. Il clan operava prevalentemente nella zona di [...]

ARTICOLI

Emilia Romagna, gli ultimi dieci anni di narcotraffico evidenza
di Piero Innocenti

La recente indagine della Direzione distrettuale antimafia di Bologna e del Ros dei Carabinieri (operazione “Aemilia”) sulla presenza di cellule della ‘ndrangheta in Emilia Romagna, conclusasi con decine di arresti e perquisizioni, ha confermato la presenza pervasiva della mafia calabrese anche in questa regione, che molti si ostinavano ancora a ritenere indenne da infiltrazioni mafiose. [...]

Flash sul narcotraffico in Italia nel 2015 evidenza
di Piero Innocenti

In Italia, torna di una certa attualità il mercato illegale delle droghe dopo che la Direzione nazionale antimafia, con la corposa relazione al Parlamento presentata lo scorso 25 febbraio, ha chiaramente indicato come di fronte “..alla inadeguatezza di ogni sforzo repressivo (..) in un contesto di più ampio respiro (..) sia opportuna una depenalizzazione della [...]

Aosta, l’imprenditore che frequenta soggetti organici alla ‘ndrangheta evidenza
di Marika Demaria

Giuseppe Tropiano, imprenditore della Valle d’Aosta assolto in secondo grado dall’accusa di favoreggiamento aggravato dal metodo mafioso dal Tribunale di Torino nell’ottobre 2013, secondo un’informativa dei Carabinieri di Aosta ha “frequentazioni con soggetti di caratura criminale organicamente inseriti nella ‘ndrangheta”. Il Tar di Aosta ha dunque stabilito, nei giorni scorsi, di non riconsegnare i fucili [...]