prima pagina
“Caro estortore…” Le denunce di Libero Grassi di redazione

Era il 10 gennaio del 1991 quando fu pubblicata la lettera al “caro estortore”. Libero Grassi portava all’attenzione dei media la sua lotta contro il racket. Anche se solo per pochi mesi, l’eco di quella sua decisione, sopravvive a ventiquattro anni di distanza: “Caro estortore. Volevo avvertire il nostro ignoto estortore di risparmiare le telefonate dal […]

prima pagina
Nel nome di Libero Grassi di Marta Pellegrini

A ventiquattro anni di distanza dall’omicidio dell’imprenditore Libero Grassi, che cosa è passato, alle nuove generazioni, della sua esperienza? La risposta a questa domanda può essere offerta da Giovanni Pagano, referente a Palermo dell’associazione Libera, e da Enrico Colaianni, dell’associazione Libero Futuro. Pagano, insieme ad altri si è occupato del progetto per la Bottega dei […]

prima pagina
Un uomo Libero di Marta Pellegrini

Libero Grassi, ventiquattro anni fa, nella mattina del 29 agosto 1991, all’età di 67 anni, ha pagato con la vita la scelta di opporsi alla mafia. La sua storia, in difesa della propria azienda (la Sigma, fabbrica di intimo che contava 150 operaie) e dei propri princìpi, è stata uno dei molti momenti importanti in […]

prev next

brevi di mafia

Giornalismo, a don Luigi Ciotti il premio Gargano

Don Luigi Ciotti (presidente dell'associazione Libera e fondatore del mensile Narcomafie) e Gianrico Carofiglio sono i vincitori della terza edizione ...

Carini, dopo le polemiche la decisione: “Pericolo infiltrazioni, il palio non si farà”

Il Palio a Carini non si farà. Non c'erano i requisiti di sicurezza e i tempi per organizzare la manifestazione. ...

Palermo, nasce campagna gadget ‘Io non sono mafioso’

Si chiama 'Io non sono mafioso' la campagna lanciata da 'Rete 100 passi' che si pone l'obiettivo di eliminare dai ...

Carini, polemiche su Palio: “Pericolo infiltrazioni mafiose”

Scoppia la polemica a Carini (Pa) per il palio organizzato da un comitato cittadino in occasione della festa del Santissimo ...

La Dia di Reggio Calabria sequestra i beni di Domenico Passalacqua: 5 milioni di euro.

Su proposta del Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, è ...

Torre del Greco, ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 10 persone

Napoli, 31 luglio (Adnkronos) - I carabinieri della compagnia di Torre del Greco (Napoli) stanno eseguendo due distinte ordinanze di ...

Barletta, confiscati beni a Savino Delvecchio

Il Tribunale di Trani (sezione misure di prevenzione) su proposta della Direzione distrettuale antimafia di Bari ha emesso un provvedimento ...

In corso operazione anticamorra della Gdf di Frosinone con coordinamento della Procura di Napoli

Un'operazione anticamorra è in corso da parte della Guardia di Finanza di Frosinone, sotto il coordinamento della Procura di Napoli. ...

Catania – Dia sequestra beni per 500 mila euro a Roberto Morabito

CATANIA, 30 LUG - Beni mobili ed immobili per un valore di oltre 500mila euro sono stati sequestrati dalla Direzione ...

Catanzaro – Dia sequestra 80 milioni di euro all’imprenditore vibonese Antonino Castagna, appartenente al clan Mancuso di Limbadi

I beni di Antonino Castagna (64 anni), imprenditore di Jonadi (Vibo Valentia), attivo nel settore metalmeccanico per industrie petrolchimiche, farmaceutiche ...

Sequestrati beni all’imprenditore aversano Francesco Grassia

La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli sta ultimando l’esecuzione di un decreto di sequestro di beni (emesso dalla sezione misure di ...

NEWS

Mafia capitale, Roma salva dal commissariamento. Sciolto il Comune di Ostia evidenza

L’amministrazione di Roma è salva, quella di Ostia no. Il Governo lo ha deciso ieri. Il ministro dell’Interno Alfano lo ha sintetizzato in pochissime battute: “Ho proposto lo scioglimento del decimo municipio e il Cdm ha approvato”. Il decimo municipio, dunque Ostia. Nessun commissariamento, dunque, per il Campdoglio, nonostante ci siano le condizioni e (Alfano […]

L’estate più lunga dello sfruttamento in Puglia. Calamita (Flai Foggia): “Troppe parole, è ora di agire” evidenza
di Piero Ferrante

Il barometro dell’estate pugliese è fermo, e segna costantemente nero. Su quel che è stato fin qui e su quel che sarà almeno fino a settembre inoltrato. La stagione (agricola) ancora in corso è stata marchiata a fuoco come annus horribilis. Una focalizzazione tanto evidente sulle sorti del bracciantato pugliese (a torto o a ragione) […]

Caporalato, la strage infinita. Nuovo caso nel Foggiano: “Corpo occultato”. In corso verifiche evidenza
di Piero Ferrante

Non si ferma l’estate nerissima dell’agricoltura pugliese. Nei giorni delle spiagge affollate, del Salento in musica, con ancora davanti agli occhi i nomi di Zakaria Ben Hassine, Paola Clemente e Abdullah Mohamed, già morti nelle campagne della regione, la nuova denuncia arriva dalla Flai-Cgil, per bocca di Yvan Sagnet, coordinatore del Dipartimento Immigrazione della sigla […]

ARTICOLI

Sicilia, poche droghe o poca antidroga? evidenza
di Piero Innocenti

La relazione annuale della DCSA (Direzione Centrale per i Servizi Antidroga) del 2014 (resa pubblica solo di recente) sulle attività di contrasto al narcotraffico svolte sul territorio nazionale dalle forze di polizia e dalle dogane, evidenzia, tra l’altro, una articolata e puntuale situazione a livello provinciale e regionale, che merita particolare attenzione. A partire dalla […]

Il grande affare della cannabis “libera” evidenza
di Piero Innocenti

Non so se presto arriveremo a ordinare al bar (o a prepararci in casa) un beverone di succo di cannabis, carote e mela, un frullato eccezionale, stando a quanto asserisce la pimpante cinquantasettenne Cheryl Shuman, dalla sua tenuta americana, dove produce una canapa di eccellente qualità sotto il marchio Beverly Hill Cannabis Club. Dopo aver […]

Tra Italia e Svizzera. I viaggi dell’imprenditore legato a Messina Denaro evidenza
di Rino Giacalone

Poche righe di agenzia a riprova delle voci che all’indomani dell’operazione antimafia Ermes hanno ipotizzato viaggi frequenti di uno degli arrestati in terra elvetica. Mimmo Scimonelli, imprenditore vitivinicolo, indicato come il capo della famiglia mafiosa di Partanna, durante le indagini di Polizia e Carabinieri, è stato più volte seguito in viaggi verso Milano da dove […]